Facebook icon
YouTube icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Ogni lunedì alle ore 20:30 presso il Ricreatorio Parrocchiale di Cormons incontri della Parola guidati da mons. Armando Zorzin --- Ogni sabato dalle ore 16:30 alle ore 18:30 incontri per bambini/ragazzi dalla prima elementare alla terza media proposta dall'ACR Cormons --- Apertura dei Campi esterni del RIC dal lunedì al venerdì dalle ore 15:30 alle ore 18:30 --- Tutti i giorni dalle ore 09:00 alle 12:30 e dalle 15:30 alle ore 19:00 in Viale Friuli a Cormons è aperto il tradizionale Mercatino Missionario --- Venerdì 02/12 alle ore 18:00 presso la sede della Società Cormonese Austria, in via Matteotti 14 a Cormons, verrà inaugurata la mostra fotografica degli ex-voto di Rosa Mistica ---

Guarda la galleria fotografica

L’altare dell’Immacolata commissionato dal podestà (puntata 19)

Iniziamo con questa puntata a illustrare gli altari che si trovano all’interno del Duomo: sei si trovano ai lati la navata, più l’altare maggiore.  Tutti sono stati realizzati nell’arco dell’Ottocento.

Il primo che s’incontra dopo l’ingresso, a destra, è l’altare dell’Immacolata Concezione. Opera dell’altarista gradiscano Costantino Novelli, è stato commissionato nel 1890 dall’allora podestà Osvaldo Nadale. Lo attesta la lapide che si trova a lato dell’altare.  Realizzato in marmo, è sormontato da quattro colonnine (due per parte) con capitelli corinzi su cui poggia un timpano triangolare sopra il quale due angioletti reggono la corona mariana.

 La pala, che raffigura l’Immacolata, è dello stesso anno ed è stata realizzata da Lorenzo Bianchini, che si è richiamato all’omonima opera del Murillo, che oggi si può ammirare al Museo del Prado a Madrid. Bianchini (1825-1892), udinese, ha dipinto pale e affreschi in numerose chiese del Friuli e della nostra diocesi.

L’altare dedicato all’Immacolata si richiama alla cappella intitolata sempre alla Vergine, che era all’interno del cimitero che si trovava attorno al Duomo e che venne dismesso nel 1784. Con la chiusura del camposanto fu demolita anche la cappella, che era gestita dalla Confraternita del Santissimo Sacramento.

Galleria di immagini: 

Informazioni

 

Diretta Streaming

 

Diretta Video Live:

Accesso utente

 

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2018

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Dana Sport articoli sportivi
  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato.
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.

Stillate, cieli, dall’alto, le nubi facciano piovere il Giusto; si apra la terra e germogli il Salvatore. (Cf. Is 45,8)

Gianfranco Ravasi, Cardinale

Esprimo la mia vicinanza alle popolazioni delle Filippine, colpite da un forte tifone che ha provocato molti morti e distrutto tante abitazioni. Che il Santo Niño porti consolazione e speranza alle famiglie più colpite. #PreghiamoInsieme.

Francesco, Papa

Notizie del SIR

Cerca un Sito Cattolico