Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Lunedì 28/05 e martedì 29/05 alle ore 20:00 sarà recitato il Santo Rosario nel piazzale interno del Convento di Rosa Mistica --- Mercoledì 30/06 ore 18:00 presso la Cappella di Tutti i Santi ad Angoris resta del Santo Rosario e a seguire, alle ore 18:30, S.Messa animata dalla Corale di "Sant'Adalberto" --- Mercoledì 30 maggio alle ore 16:00, nella cappella al IV piano della casa di riposo "La Classe", accompagnati da mons. Mauro Belletti, rifletteremo su "Lo sguardo di Gesù sulla fragilità dell'uomo" --- Mercoledì 30 maggio alle ore 20:45 nel Santuario di Rosa Mistica la Corale "Renato Portelli" di Mariano si esibirà in un Concerto Spirituale in onore della Madonna --- Ogni lunedì alle ore 21:00 in sala caminetto del Centro Pastorale "Trevisan" don Mauro guida la Lectio Divina settimanale --- Ogni venerdì del mese di maggio, alle ore 17:40 nella Chiesa di Rosa Mistica Adorazione Eucaristica per le Vocazioni di speciale consacrazione --- Venerdì 01/06 alle ore 21:00 sotto il Tendone del Ric i Rompini metteranno in scena "CHE COS'E' IL TEATRO?" --- Sabato 02/06 Corpus Domini a Borgnano: ore 19:00 Celebrazione Eucaristica nella Chiesa di Santa Fosca, segue Processione dal Chiesa sul Colle fino alla Chiesa di Santa Fosca (in paese) --- Domenica 03/06 Corpus Domini a Cormons: ore 09:30 S.Messa in strada tra le nostre case in Via Gorizia --- Domenica 03/06 Corpus Domini a Dolegna: ore 10:00 Celebrazione Eucaristica, segue Processione lungo le vie del paese --- Domenica 03/06 Corpus Domini a Brazzano ore 20:00 Celebrazione Eucaristica nella Chiesa di San Lorenzo, segue Processione lungo le vie del paese --- Lunedì 04/06 alle ore 18:30, sotto il tendone del Ric, iscrizione dei propri figli al GREST 2018, FINO AD ESAURIMENTO POSTI ---
  • Le comunità
    Tutte le news da chiesacormons.it
    Gli orari delle sante messe
    La settimana insieme
    Il calendario annuale
  • In linea diretta
    Live da Rosa Mistica
    I 3 canali radio
    I podcast degli eventi principali
    I nostri video
    Gli album fotografici
  • I servizi
    Richieste alla parrocchia
    Domande frequenti
    Ufficio
    Chi siamo
  • La storia
    Le 20 chiese dell'unità pastorale
    I gruppi e le associazioni
    Briciole di storia nostra
    Cosa è successo negli anni scorsi

Galleria fotografica della settimana

20 maggio 2018 – Prima Comunione nella chiesa di santa Fosca a Borgnano

Guarda qui le foto della settimana passate!

Guarda qui altri album fotografici!

Concerto mons. Marco Frisina a Cormòns: Preferisco il paradiso (14/10/2017)

Guarda il video della serata

Non tutti sanno che Cormòns ha due patroni.

Sant’Adalberto Martire e Vescovo di Praga, a cui è dedicato il Duomo, ricordato il 23 aprile; l’altro è San Filippo Neri, patrono del Comune, il cui ricordo liturgico, la Chiesa Universale celebra il 26 maggio.

Alcuni documenti, conservati negli archivi parrocchiali, compravano che, sotto l’Austria, il Comune di Cormòns, ogni anno, faceva l’offerta alla Chiesa per la celebrazione della S.Messa in onore del Santo nel giorno del suo ricordo.

La prima notizia nota che il Comune di Cormòns ha come protettore S.Filippo Neri, viene dal dipinto del 1704, conservato nel museo del Duomo, nel quale è rappresentato il Santo che affida alla Vergine Maria la Comunità di Cormòns.

Agli inizi dell’800, nel nuovo Duomo, i cormonesi dedicano al Santo un altare laterale, il più vicino al presbiterio, nel lato destro. Inoltre, nel 1896 a completamento dell’edificazione dello stesso Duomo, nella facciata, vengono poste tre statue: al centro l’immagine della Vergine Maria ed ai suoi lati i patroni, Sant’Adalbeto e, appunto, San Filippo Neri.

Egli nacque nel 1515 a Firenze e, ordinato sacerdote a 36 anni, fu dotato da Dio del dono di “leggere nei cuori” ed aveva un rapporto speciale con i ragazzi. Il Santo della gioia, il Giullare di Dio, il secondo Apostolo di Roma, Pippo il buono, sono solo alcune delle definizioni di San Filippo.

Formava i giovani con tenerezza ed ironia avvicinandoli alla liturgia e facendoli divertire, cantando e giocando, in quello che sarebbe divenuto l’Oratorio.

XVI Campagna nazionale "ABBIAMO RISO PER UNA COSA SERIA"

Abbiamo riso per una cosa seriaNelle Parrocchie della Collaborazione Pastorale, domenica prossima 27 maggio, al termine delle Celebrazioni Eucaristiche, si potrà acquistare una confezione di RISO. Anche quest’anno, infatti, come Comunità Cristiane, desideriamo aderire al campagna “Abbiamo RISO per una cosa seria”, a sostegno dell’agricoltura familiare in Italia e nel mondo: un modello che coniuga diritto al cibo e dignità dell’uomo, per un’ecologia integrale.

Santa Rita - la patrone dei casi impossibili

Guarda la 
galleria fotografica

santa rita

Martedì scorso, nella chiesa di San Leopoldo, in ricorrenza della festa di Santa Rita, si è svolta la messa rispettando la l’ormai tradizionale benedizione delle rose ed alcune di

 loro sono state donate agli anziani della casa di riposo mentre altre alle persone ricoverate in rsa. Chiesa piena, come tradizione vuole.

... Conclusione Primo Anno di Catechesi

Giovedì 17 maggio, i bambini del primo Anno della Catechesi (Tappa del Battesimo) hanno portato termine il primo anno dell’itinerario catechistico con la Liturgia Battesimale. Con questa celebrazione, i bambini hanno riscoperto la gioia dell’essere stati immersi nell’Amore del Signore, così come è avvenuto, a partire dal giorno del loro Battesimo. Il Battesimo è solo l’inizio, la porta d’ingresso nel cammino dell’iniziazione cristiana.

San Filippo Neri...Copatrono di Cormòns

San Filippo NeriNon tutti sanno che Cormòns ha due patroni: Sant’Adalberto Martire e Vescovo di Praga, a cui è dedicato il Duomo, ricordato il 23 aprile e l’altro è San Filippo Neri, patrono del Comune, il cui ricordo liturgico, la Chiesa Universale celebra il 26 maggio.

Alcuni documenti, conservati negli archivi parrocchiali, comprovano che, sotto l’Austria, il Comune di Cormòns, ogni anno, faceva l’offerta alla Chiesa per la celebrazione della S.Messa in onore del Santo nel giorno del suo ricordo. La prima notizia conosciuta, che il Comune di Cormòns ha come protettore S.Filippo Neri, viene dal dipinto del 1704, conservato nel museo del Duomo, nel quale è rappresentato il Santo che affida alla Vergine Maria la Comunità di Cormòns. Agli inizi dell’800, nel nuovo Duomo, i cormonesi dedicano al Santo un altare laterale, il più vicino al presbiterio, nel lato destro. Inoltre, nel 1896 a completamento dell’edificazione dello stesso Duomo, nella facciata, vengono poste tre statue: al centro l’immagine della Vergine Maria e dai suoi lati i patroni, Sant’Adalberto e, appunto, San Filippo Neri.

Santa Rita

Santa RitaMartedì 22 maggio ricorre la festa liturgica di Santa Rita, la Patrona “dei casi impossibili”, alla quale molte persone sono devote. Come gli anni precedenti, c’è una bella tradizione che ci piace rinnovare durante le S.Messe del giorno: la benedizione delle rose. Alcune di esse saranno portate in dono agli anziani della casa di riposo ed alla persone ricoverate in RSA. Chi desidera donare rose per queste persone, può portarle in Chiesa durante tutto l’arco della giornata. L’appuntamento è in San Leopoldo dove alle ore 18.00 verrà pregato il Santo Rosario ed a seguire la S.Messa Solenne con la benedizione delle Rose che ognuno potrà portare personalmente.

Il Santo Rosario delle ore 20.00 a Cormòns viene sospeso.

ConsAPEvolmente

ConsAPEvolmente è una manifestazione che intende, attraverso una serie di eventi in Cormons sul territorio locale e transfrontaliero, sensibilizzare l'opinione pubblica sul reale rischio di estinzione delle api e degli altri impollinatori. La manifestazione si svolgerà in parte anche presso le scuole in modo da coinvolgere bambini e ragazzi sul tema. Convegni, mostre, concerti ed eventi di street art movimenteranno il centro.

Il programma dei tre giorni prevede Venerdì 25 Maggio in mattinata:

  • Laboratorio didattico sull'ape presso la Scuola primaria di Cormons classi I e II  e Laboratorio didattico sull'ape presso la Scuola elementare slovena di Brazzano organizzato dal gruppo Lis Tarlupulis e dal Consorzio obbligatorio degli apicoltori di Gorizia
  • Presentazione libro“Regina di fiori, regina di cuori”di Roberto Ferrari, Ed Amarganta 2017 presso la scuola media di Cormons – presente l’autore Roberto Ferrari

Alle ore 17,00: inaugurazione con un evento di street art e djset con le autorità comunali

Alle ore 20,00: presentazione libro“Regina di fiori, regina di cuori” di Roberto Ferrari, Ed Amarganta 2017 - presente l’autore Roberto Ferrari Perito Agrario, apicoltore, scrittore e divulgatore.

 

Sabato 26 Maggio in  mattinata dalle ore 10 alle 12, Festa annuale della biblioteca presso la Biblioteca comunale

Borgnano accoglie sei ragazzi alla prima comunione (20/5/2018)

Prime comunioni a Borgnano (20/5/2018)

Guarda la galleria fotografica

Il giorno di Pentecoste si sono svolte a Borgnano le prime comunioni di sei ragazzi preparati con competenza ed amore dalla catechista Elvia.

In una cerimonia semplice e nel contempo carica di significato i sei ragazzi hanno fatto esperienza del corpo di Cristo.

La comunità di Borgnano ha accolto con affetto questi suoi sei ragazzi.

Mons. Paolo Nutarelli ha chiesto ai genitori di accompagnare nella fede i propri figli per dare un senso profondo a questa giornata.

Ecco le foto della cerimonia.

I bambini del primo anno di catechesi fanno memoria del loro battesimo

Guarda la galleria fotografica

I bambini del primo anno di catechesi fanno memoria del loro battesimoGiovedi alle 16.30, i bambini che si preparano alla Prima Comunione, a conclusione del loro primo anno di catechesi, si sono ritrovati presso il Duomo di Cormons per fare memoria del proprio Battesimo.
Durante la celebrazione i bambini hanno fatto il segno della Croce intingendo le loro dita nell’acquasantiera per ricordare e confermare il sacramento ricevuto quando erano neonati. Ad ogni bambino è stato regalato un crocifisso che verrà indossato il prossimo anno in occasione della celebrazione della Prima Comunione.
Un sentito ringraziamento alle catechiste che con impegno ed amore hanno accompagnato i nostri bambini durante quest'anno di catechesi.

L'animo solidale di Gianna Marini

Se ne è andata in silenzio Gianna Marini, in punta di piedi in sintonia con il suo carattere. Un’artista che si era fatta apprezzare, e non solo per la sua pittura, ma anche per la sua bontà Eterno riposod’animo. Così la ricordano gli amici del Gruppo missionario di Cormons.

“La prima volta glielo abbiamo chiesto con un po’ di imbarazzo. ‘Chissà, Gianna, se potesse darci un suo piccolo quadro per la Lotteria missionaria?’ Quella volta il mercatino si svolgeva sul sagrato del santuario dii Rosa Mistica e lei non esitò ad accontentarci dicendo che lo faceva volentieri sicuramente per le finalità umanitarie che il Gruppo perseguiva, ma anche per onorare con questo dono la memoria della sua mamma, fedele, come tutti i cormonesi, a Maria Rosa Mistica.

Fu l’inizio di una tradizione: verso ottobre ci chiamava per prendere accordi e per darci i dettagli. Sceglieva con cura il dipinto che intendeva regalare e ce ne spiegava il soggetto, l’ispirazione, il messaggio che voleva passasse attraverso colori, sfumature, impronte. Ogni anno il dono ci era più caro perché regalava emozioni e sensazioni legate al nostro mondo, alla natura che riusciva a interpretare in modo così originale e magico: il Quarin ammantato di neve o avvolto dalle nebbie autunnali, le luci fioche dell’inverno, gli alberi spogli, ma mai morti.

E' tornata alla casa del padre Zaira Furlani

Zaira FurlaniÈ tornata alla Casa del Padre Zaira Furlani vedova Belletti, mamma di monsignor Mauro Belletti, collaboratore della Collaborazione pastorale di Cormons. Originaria di Begliano, dove era nata 92 anni fa, era molto conosciuta nella frazione di San Canzian d’Isonzo, ma anche negli altri centri della diocesi dove monsignor Mauro ha svolto il suo ministero da Mossa a San Canzian, a Medea. Aveva sposato Giuliano Belletti, dopo che questi era venuto a vivere a Begliano dopo la prigionia in un campo di concentramento in Germania deportato come soldato italiano. Rimasta vedova, Zaira Furlani si era inserita in un istituto laico, le Ancelle Domini, e nel 1990 aveva emesso la professione. L’istituto delle Ancelle Domini raccoglie in gran parte madri e sorelle di sacerdoti e la loro attività è rivolta alla preghiera per le vocazioni e al servizio verso i sacerdoti. E il Signore ha voluto che la signora Zaira, che da alcuni anni era ammalata e risiedeva con il figlio sacerdote, spirasse nel giorno del Buon Pastore, giorno dedicato alle vocazioni,

Donna di grande fede, con fare discreto è stata capace sempre di ascoltare, di incoraggiare e dare dei buoni consigli facendosi sempre amare nei diversi paesi che ha vissuto accanto a monsignor Mauro.

Grande è stata la partecipazione alla Messa esequiale, celebrata nella parrocchiale di Begliano e presieduta dall’arcivescovo Carlo. Attorno all’altare hanno concelebrato una quarantina di sacerdoti, che hanno voluto così esprimere la loro vicinanza al loro confratello. Zaira Belletti lascia, oltre a monsignor Mauro, altri due figli, Pierluigi che vive in Brasile e Luca che risiede in Inghilterra.

Consiglio Pastorale Parrocchiale di Cormòns

Consiglio PastoraleStasera alle ore 21.00 presso la Sala Caminetto del Centro Pastorale “Trevisan”, viene convocato il Consiglio Pastorale Parrocchiale di Cormòns per fare “il punto della strada” in questo Anno Pastorale.

Sarà l’occasione per riprendere in mano le indicazioni del Vescovo Carlo anche in prospettiva dei prossimi appuntamenti diocesani.

Il Vescovo carlo ai neo cresimati: a voi la scelta di amare, aprendovi a Dio e agli altri, o richiudevi in voi stessi.

Cresime 2018È stata quella di domenica 6 maggio una giornata importante per le comunità parrocchiali della Collaborazione pastorale. E non solo perché 38 giovani, in un Duomo gremito di familiari, amici e fedeli, hanno ricevuto dal vescovo Carlo il sacramento della Cresima, ma perché uno di questi, la giovane Andrea, ha ricevuto anche il Battesimo e si è accostata alla Prima comunione. È molto significativo ciò che è avvenuto: Andrea ha vissuto unitamente i sacramenti dell’Iniziazione cristiana, dopo un cammino di due anni, accompagnata, in modo particolare da suor Maria e dal diacono Marco. E la comunità, presente in Duomo, ha voluto partecipare con un applauso al battesimo di Andrea, mentre le campane suonavano a distesa. E come ha scritto il parroco don Paolo su Settimana Insieme “i Sacramenti dell’iniziazione non sono un fatto privato, ma si inseriscono, a pieno titolo, nella vita della Comunità ecclesiale, che interamente viene coinvolta: non solo il parroco, i catechisti, i testimoni anzi, al primo posto, ci sono i genitori. Essere cristiani non significa infatti essere iscritti in un registro e apprendere alcune norme e concetti, ma è incontrare Cristo partecipando alla vita della Comunità. Poi, la celebrazione dei Sacramenti non è la conclusione di un percorso ma una tappa: il cammino deve proseguire. Bisogna cioè fare esperienza di vita cristiana, attraverso la catechesi, la partecipazione alla liturgia, la testimonianza di una vita trasformata dallo Spirito”.

I giovani cresimati vivono insieme l’Eucarestia

Guarda la galleria fotografica

I giovani cresimati vivono l'EucarestiaI giovani che lo scorso 6 maggio hanno ricevuto il sacramento della Confermazione si sono ritrovati questo lunedì nel Santuario di Rosa mistica per vivere l’eucarestia e ringraziare il Signore per il cammino percorso assieme. Durante la celebrazione anche Andrea e Michela, assieme alle loro figlie, hanno voluto ringraziare il Signore in occasione del loro 24 esimo anniversario di Matrimonio.

La Prima Comunione

Guarda la galleria fotografica

Prima Comunione a CormonsIn queste domeniche, le nostre Comunità sono in festa per i bambini che per la prima volta si accosteranno all’altare per ricevere il Signore presente nel Sacramento dell’Eucarestia.

- Domenica 13 maggio, in Duomo a Cormòns: S.Messa di Prima Comunione per 41 bambini;
- Domenica 20 maggio a Borgnano: S.Messa di Prima Comunione per 6 bambini;
- Domenica 27 maggio, a Brazzano: S.Messa di Prima Comunione per 5 bambini.

Beato Daniele D'Ungrispach

Sabato prossimo, 12 maggio durante la S.Messa delle ore 18.30 in San Leopoldo, ricorderemo anche il Beato Daniele d’Ungrispach. Nella Festa di San Mattia (che cade il 14 maggio) del 1392, a Daniele fu concesso d’esser annoverato tra i “familiari” del monastero di San Mattia di Murano, rimanendo però laico senza emettere voti e senza obbligo della clausura. Infatti continuò, fino alla morte, ad esercitare la mercatura non per guadagno personale ma per aiutare i poveri e sostenere i monaci. Durante la S.Messa veBeato Daniele D'Ungrispachrrà ricordato l’indimenticato Luciano Stecchina, a dieci anni dalla sua morte.

Giorgio non è un santo da piedistallo, ma un modello per i cristiani

San GiorgioAnche la comunità di Brazzano ha celebrato il suo patrono, San Giorgio, la mattina del 25 aprile nella chiesetta sul colle. All’omelia il parroco, che ha ricordato come accanto alla figura del patrono cresce una comunità dove tutti possono portare i loro talenti, ha tratteggiato la figura di San Giorgio. Ricordando l’episodio in cui Giorgio affronta il drago e, pur male armato, riesce a ucciderlo con l’aiuto di Dio, monsignor Nutarelli ha sottolineato come “oggi non vi sono draghi da uccidere o vergini da strappare alla morte. E allora quale il senso simbolico della lotta di questo cavaliere cristiano? La sua vittoria sul drago simboleggia la lotta contro il male, il Drago della Tentazione, delle difficoltà, delle avversità, che ogni uomo incontra nella propria vita. È la lotta per il bene contro il male, che ogni uomo deve sostenere e saper fronteggiare”. E sempre sul santo, “si tratta di non considerare san Giorgio come un santo da piedistallo, confinato in una nicchia di un altare, da incensare; occorre di superare l’iconografia per cogliere come sia un modello a portata di mano, incrociando la nostra vita con la sua. La santità non è una prerogativa di pochi eroi, dotati di grazie straordinarie o il risultato di un processo selettivo che scarta alcuni e privilegia altri”. Citando papa Francesco e Sant’Ignazio di Loyola, monsignor Nutarelli ha sostenuto che “la santità è, soprattutto, cosa da peccatori, pentiti e perdonati, quindi, per tutti quelli che hanno capito di non poter scagliare pietre verso gli altri.

Sant'Adalberto un esempio per la comunità cormonese di oggi

Don Loris della Pietra, rettore del Seminario di Castellerio, nella sua omelia della Celebrazione Eucaristica nella festa patronale del 23 aprile 2018, ha voluto proprio sottolineare alcuni aspetti Sant'Adalbertodell’agiografia di Adalberto che possono essere punto di riflessione per la comunità cristiana di Cormòns che vive in un tempo complesso e di cambiamento.

Facendo riferimento al brano degli Atti degli Apostoli in cui San Paolo si congeda da Efeso ha sottolineato come l’Apostolo delle genti ha chiesto agli anziani di vigilare su se stessi e sulla comunità, perché a breve arriveranno lupi rapaci. Nella vita di Sant’Adalberto i lupi rapaci mostravano i denti dell’arroganza e delle armi, come nei tempi odierni dove la comunità cristiana cormonese deve saper confrontarsi con i lupi del “potere e della sete di successo, anche nella Chiesa, aridità spirituale, un tradizionalismo che si chiude alla voce dello Spirito e che si dimentica della vita degli uomini, un progressismo che pensa di poter addomesticare il mistero di Dio, ma ci sono i lupi rapaci del possesso, dell’egoismo, del consumo del tutto, comprese le persone.” Don Loris continua dicendo che “Davanti a questi lupi non ci è permesso di fuggire, Dobbiamo affrontarli come Adalberto con la Parola di Dio”.

Sant’Adalberto ha colto le sfide del suo tempo complesso come quello attuale cercando il dialogo tra diverse culture: slava, germanica e latina. Nella sua vita di pastore ha interloquito con i potenti mettendosi sempre dalla parte dei poveri.

La celebrazione della Cresima e della Prima Comunione

La celebrazione della Cresima e della Prima ComunioneCome più volte abbiamo ricordato e come, ormai è tradizione, il mese di Maggio, nelle nostre Comunità, è il mese in cui si celebra il Sacramento della Cresima e si vive la Prima Comunione. La Cresima e l’Eucarestia, unitamente al Battesimo, costituiscono i Sacramenti dell’Iniziazione Cristiana. Infatti, ci rendono pienamente partecipi della morte e risurrezione di Cristo, ci trasformano in Lui e ci rendono parte del suo corpo che è la Chiesa, ci inseriscono nella sua vita e nella sua missione. Se è vero che, nella prassi pastorale, viviamo “separatemente” i tre Sacramenti, è anche altrettanto vero che dal punto di vista teologico, comunque, questi Sacramenti sono un tutto unico. È molto significativo ciò che è stato vissuto in Duomo domenica: la giovane Andrea ha vissuto UNITAMENTE i Sacramenti dell’Iniziazione Cristiana, dopo un cammino di due anni, accompagnata, in modo particolare da Suor Maria ed il Dicono Marco. Guardando Andrea, ci ridiremo che con il lavacro battesimale nasce l’uomo nuovo per mezzo dello Spirito Santo; con l’unzione crismale, lo Spirito conferma il nuovo rapporto con Dio, compie la conformazione a Cristo e rende partecipi della sua missione; tutto questo abilita a partecipare alla mensa eucaristica per diventare, come Cristo, pane spezzato e sangue versato per amore. Due sottolineature: i Sacramenti dell’Iniziazione non sono un fatto privato, ma inseriscono, a pieno titolo, nel corpo di Cristo che è la Chiesa.

Pagine

Diretta Streaming

 

 

 RadioInsieme 1: Duomo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 2: Rosa Mistica

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 3: Centro Cattolico

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 4: san Leopoldo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

Hai problemi di ascolto ?
Clicca qui.

Accesso utente

 

Calendario annuale

 

Il Vangelo della settimana

 

20-05-2018

Oggi è nata la Chiesa: alcuni uomini hanno creduto con forza alla Risurrezione ed, investiti dall’azione dello Spirito, hanno superato dubbi e persecuzioni, per annunciare nel mondo la Parola che avevano ricevuto. Oggi la Chiesa nasce ancora, ogni volta che degli uomini, nella Fede del Risorto, si lasciano condurre dallo Spirito di Dio per inventare il quotidiano della Parola che salva. Ecco il giorno in cui un fuoco è stato acceso sulla terra: Dio attende che infiammi tutto l’universo! Vieni, Spirito Santo, rendici saggi e vigilanti, pronti a dare alla carità il primo posto nelle nostre scelte e nei nostri rapporti, liberi da ogni gelosia e da ogni cattiveria che intorpidiscono lo sguardo ed il cuore. Vieni, Spirito Santo, a ridestare la nostra Fede! Strappaci alle paure, ai sospetti ed ai pregiudizi che paralizzano la nostra esistenza e suscita in noi un coraggio nuovo.

La preghiera della settimana

 

20-05-2018

Vieni, Spirito Santo,

soffio creatore,

Tu fai nascere il nuovo, l’insperato,

proprio quando le vecchie logiche

della violenza, della vendetta, della gelosia

sembrano imporsi in modo ineluttabile.

Tu sei la rugiada benefica

che trasforma i nostri deserti

in pianure verdeggianti,

Tu rendi ricca di frutti

la nostra terra arida

e strappi alla sterilità

la nostra vita insecchita.

Vieni, Spirito Santo,

fuoco vivo,

Tu divori e consumi tutto quello

che continua a rovinarci la vita,

Tu fai scomparire le nostre piccinerie,

gli egoismi mascherati

da buona educazione,

la durezza di cuore arroccata

nella difesa dei privilegi acquisiti.

Tu riduci in cenere tutti i beni

accaparrati con avidità,

attraverso l’ingiustizia

e mandi in frantumi ogni progetto

di sfruttamento, di oppressione,

di umiliazione.

Tu accendi gli animi degli uomini

e delle donne di buona volontà

e rendi tutti capaci di scelte coraggiose,

di una fraternità senza remore,

di una condivisione generosa.

Vieni, Spirito Santo,

guida sicura alla verità tutta intera,

sorgente di saggezza evangelica,

di una lucidità sconosciuta

nel comprendere questo tempo

per rendere ragione della speranza.

 

(Roberto Laurita)

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2018

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Dana Sport articoli sportivi
  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato..
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.

Informazioni sul sito

Informazioni e statistiche riferite al sito chiesacormons.it

I numeri del sito al (19/5/2016)

7167
Pagine pubblicate
8007
Foto pubblicate
7200
Megabytes di dati inseriti
708
Utenti registrati

La redazione

Adalberto Chimera
Articolista

Responsabile dei contatti con la stampa.

Voce Isontina front man.

Alfredo Di Carlo
Fotografo ed articolista

Valente fotografo ed articolista.

Appassionato della tecnologia e prezioso supporto tecnico.

Anastasia Di Carlo
Redattrice ed fotografa

Entusiasta redattrice e promettente fotografa.

Abbiamo lei che abbatte la media d'età del sito.

Andrea Femia
Direzione operativa

Direzione operativa della redazione.

Chiesacormons evangelist.

Francesca Bortolotto
Redattrice ed articolista

Redattrice ed articolista.

Affronta le cose con un bel sorriso, lo fa in modo serio.

Francesco Marcon
Articolista, redattore

Redattore e informatico.

Fai un "fischio" ed arriva. Sempre disponibile.

Franco Femia
Articolista, redattore

Autorevole articolista.

Un giornalista vero, il pedigree della redazione.

Giorgio Abate
Fotografo ed articolista

Fotografo ed articolista.

Il nostro Jolly. Sempre sulla notizia.

Luciano Bozzini
Redattore ed informatico

Redattore ed informatico.

Giovane promessa. Sempre affidabile e disponibile.

Luciano Ventrella
Fotografo e redattore

Fotografo e redattore.

Si muove in discrezione con grande efficienza.

Lucio Iacolettig
Direzione tecnica

Direzione tecnica e riprese video.

E' quello che alza la media d'età alla redazione.

mons Paolo Nutarelli
Supervisore

Supervisore della redazione.

Il delicato tocco spirituale e grande motivatore del gruppo.

Partrik Bussani
Fotografo ed articolista

Fotografo ed articolista.

Tiene sempre il motore caldo per essere sulla notizia.

Roberto Tomat
Redattore

Responsabile sezione canzoniere liturgico.

Tutta l'Italia accede al materiale che pubblica.

Simone Cappello
Fotografo e redattore

Fotografo artista e redattore.

Oltre al resto, l'apporto artistico alla redazione.

Santina Odelli
Fotografa ed articolista

Valente fotografa ed articolista.

Il tocco di classe femminile alla redazione.

Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
RSS icon
e-mail icon