Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Dal 19/08 al 02/09 Centro Estivo Grest 2018 presso il Centro Pastorale "Trevisan" --- Mercoledì 22/08 alle ore 20:30 a Brazzano, presso la Casa delle Suore Pastorelle, sono invitati tutti coloro che desiderano dare il loro contributo all'attività catechistica delle nostre Comunità --- Da mercoledì 01/08 a venerdì 31/08 l'Ufficio Parrocchiale rimarrà aperto solo al mattino dalle ore 09:00 alle ore 12:00 ---
  • Le comunità
    Tutte le news da chiesacormons.it
    Gli orari delle sante messe
    La settimana insieme
    Il calendario annuale
  • In linea diretta
    Live da Rosa Mistica
    I 3 canali radio
    I podcast degli eventi principali
    I nostri video
    Gli album fotografici
  • I servizi
    Richieste alla parrocchia
    Domande frequenti
    Ufficio
    Chi siamo
  • La storia
    Le 20 chiese dell'unità pastorale
    I gruppi e le associazioni
    Briciole di storia nostra
    Cosa è successo negli anni scorsi

Sant'Adalberto un esempio per la comunità cormonese di oggi

Don Loris della Pietra, rettore del Seminario di Castellerio, nella sua omelia della Celebrazione Eucaristica nella festa patronale del 23 aprile 2018, ha voluto proprio sottolineare alcuni aspetti Sant'Adalbertodell’agiografia di Adalberto che possono essere punto di riflessione per la comunità cristiana di Cormòns che vive in un tempo complesso e di cambiamento.

Facendo riferimento al brano degli Atti degli Apostoli in cui San Paolo si congeda da Efeso ha sottolineato come l’Apostolo delle genti ha chiesto agli anziani di vigilare su se stessi e sulla comunità, perché a breve arriveranno lupi rapaci. Nella vita di Sant’Adalberto i lupi rapaci mostravano i denti dell’arroganza e delle armi, come nei tempi odierni dove la comunità cristiana cormonese deve saper confrontarsi con i lupi del “potere e della sete di successo, anche nella Chiesa, aridità spirituale, un tradizionalismo che si chiude alla voce dello Spirito e che si dimentica della vita degli uomini, un progressismo che pensa di poter addomesticare il mistero di Dio, ma ci sono i lupi rapaci del possesso, dell’egoismo, del consumo del tutto, comprese le persone.” Don Loris continua dicendo che “Davanti a questi lupi non ci è permesso di fuggire, Dobbiamo affrontarli come Adalberto con la Parola di Dio”.

Sant’Adalberto ha colto le sfide del suo tempo complesso come quello attuale cercando il dialogo tra diverse culture: slava, germanica e latina. Nella sua vita di pastore ha interloquito con i potenti mettendosi sempre dalla parte dei poveri.

La celebrazione della Cresima e della Prima Comunione

La celebrazione della Cresima e della Prima ComunioneCome più volte abbiamo ricordato e come, ormai è tradizione, il mese di Maggio, nelle nostre Comunità, è il mese in cui si celebra il Sacramento della Cresima e si vive la Prima Comunione. La Cresima e l’Eucarestia, unitamente al Battesimo, costituiscono i Sacramenti dell’Iniziazione Cristiana. Infatti, ci rendono pienamente partecipi della morte e risurrezione di Cristo, ci trasformano in Lui e ci rendono parte del suo corpo che è la Chiesa, ci inseriscono nella sua vita e nella sua missione. Se è vero che, nella prassi pastorale, viviamo “separatemente” i tre Sacramenti, è anche altrettanto vero che dal punto di vista teologico, comunque, questi Sacramenti sono un tutto unico. È molto significativo ciò che è stato vissuto in Duomo domenica: la giovane Andrea ha vissuto UNITAMENTE i Sacramenti dell’Iniziazione Cristiana, dopo un cammino di due anni, accompagnata, in modo particolare da Suor Maria ed il Dicono Marco. Guardando Andrea, ci ridiremo che con il lavacro battesimale nasce l’uomo nuovo per mezzo dello Spirito Santo; con l’unzione crismale, lo Spirito conferma il nuovo rapporto con Dio, compie la conformazione a Cristo e rende partecipi della sua missione; tutto questo abilita a partecipare alla mensa eucaristica per diventare, come Cristo, pane spezzato e sangue versato per amore. Due sottolineature: i Sacramenti dell’Iniziazione non sono un fatto privato, ma inseriscono, a pieno titolo, nel corpo di Cristo che è la Chiesa.

Appuntamenti settimanali

Preghiera per le vocazioniRicordiamo che ogni venerdì alle ore 17.40 in Rosa Mistica, viviamo la Preghiera di Adorazione per le vocazioni di speciale consacrazione.

Nella Comunità di Brazzano, ogni settimana, il mercoledì viene pregato il Santo Rosario per le Vocazioni: è stato bello e significativo che, nell’incontro con l’Arcivescovo del 22 aprile scorso, le Zelatrici del Seminario di Brazzano abbiamo offerto € 165,00 per aiutare i nostri seminaristi.

Massimiliano I e le sue donne

Oltre che ricordarvi l’appuntamento di giovedì 10 maggio al Museo civico del territorio, dove la professoressa Orietta Altieri ci parlerà di “Massimiliano I e le sue donne”, vi invito  alla presentazione del libro “Cuintristorie de prime vuere mondial 1914-1918” di Angelo Floramo che si terrà alla sala di rappresentanza del Comune di Cormons alle ore 18.30 nell’ambito della Settimana della cultura friulana.

Giovanni Panzera

Santo Rosario “cittadino” in via Filanda

Guarda la galleria fotografica

Santo Rosario sotto il caminoNella settimana che va da lunedì 7 a venerdì 11 maggio il Santo Rosario “cittadino” si terrà nel piazzale di via I° maggio, sotto la ciminiera dell’ex Filanda. Appuntamento, quindi, alle ore 20 per un momento di preghiera all’aria aperta, tutti assieme.

Di seguito le foto di foto scattate lunedì 7 maggio.

Raccolta Alimentare

Sabato 5 maggio 2018 verrà vissuta, presso la Coop di V.le Venezia Giulia - Cormòns, una RACCOLTA ALIMENTARE a favore della Caritas Parrocchiale che contribuirà a sostenere le distribuzioni mensili delle "BORSE DELLA SP

Mary Poppins, il Musical

Mary PoppinsDopo tante settimane di prove e molto impegno, i giovani del Ric hanno messo in scena, presso il Teatro Comunale di Cormòns, l’attesissimo Musical “Mary Poppins”. Sul palco abbiamo trovato giovani con età, storie ed occupazioni diverse... c’è chi studia, c’è chi lavora, chi ha fatto scelte di vita importanti, chi sta iniziando ad affacciarsi nel mondo degli adulti... In comune hanno avuto il “sogno di emozionarci, emozionandosi”: come più volte abbiamo detto, questa è la magia del Teatro, una grande palestra di vita dove ognuno può sperimentarsi e, quindi, crescere. Come Comunità dobbiamo sentire l’esigenza morale d’investire tempo e risorse perché questi sogni possano realizzarsi. Massimo Gramellini ha esordito dicendo ai giovani: “Innamoratevi, di qualunque cosa, ma innamoratevi. L’errore della generazione prima di voi è stata quella di andare subito all’incasso. Bisogna progettare. Un essere umano muore dentro quando smette di avere un progetto di vita. Finchè lo hai, hai gli occhi che brillano”. Possa essere l’esperienza del Teatro una bella occasione per allargare gli orizzonti. Come ricorda Papa Francesco: “Cari Giovani scommettete suideali grandi, quegli ideali che allargano il cuore, quegli ideali di servizio che renderanno fecondi i vostri talenti. Cari giovani, abbiate un animo grande! Non abbiate paura di sognare cose grandi!”Una seconda riflessione: “Mary Poppins” è il racconto di una famiglia i cui membri si stanno perdendo, allontanando. Mary Poppins arriva per aiutarla.

Invito conferenza del Professor Sergio Tavano su Massimiliano I

Le celebrazioni di Massimiliano I, che vedono due mostre aperte una al Museo civico del territorio ed una nella sede della Società Cormonese Austria, proseguono con il secondo incontro di approfondimento.

Venerdì 4 maggio alle ore 18.30, al Museo Civico del territorio, sito nei giardini del palazzo comunale in piazza XXIV Maggio,

il professore Sergio Tavano ci parlerà di “Massimiliano I per Cormons”.

Con la presente mi pregio di invitavi a partecipare a questo importante incontro sulla nostra storia cormonese.

Giovanni Battista Panzera

La Cresima

La CresimaDomenica prossima 6 maggio, alle ore 10.00 in Duomo, l’Arcivescovo Carlo amministrerà  il Sacramento della Cresima a 38 giovani delle nostre Comunità. Ad uno di loro, la giovane Andrea, amministrerà anche il Battesimo e per la prima volta si accosterà all’Eucarestia. Ai giovani di tutto il mondo, Papa Francesco ha ricordato che “desidero che nella Chiesa vi siano affidate responsabilità importanti, che si abbia il coraggio di lasciarvi spazio: e voi, preparatevi ad assumere queste responsabilità”. Giovedì scorso, il Vescovo ha potuto incontrare questi giovani Cresimandi. È stato un incontro schietto nel quale mons. Redaelli ha potuto dialogare con loro. In questo giorno, importante per tutte le Comunità cristiane della nostra Collaborazione Pastorale, possano risuonara ancora le parole del Papa: “Voi giustamente vi chiedete se noi vescovi siamo disposti ad ascoltarvi veramente e a cambiare qualcosa nella Chiesa. E io vi domando: voi, siete disposti ad ascoltare Gesù e a cambiare qualcosa di voi stessi? Lascio la domanda perché entri nel vostro cuore. La ripeto: voi siete disposti ad ascoltare Gesù e a cambiare qualcosa di voi stessi? Se siete qui, io penso che sia così, ma non posso e non voglio darlo per scontato. Ognuno di voi ci rifletta dentro di sé, nel proprio cuore: Sono disposto a fare miei i sogni di Gesù? Oppure ho paura che i suoi sogni possano “disturbare” i miei sogni? E qual è il sogno di Gesù? Il sogno di Gesù è quello che nei Vangeli è chiamato regno di Dio.

Il mese di Maggio nelle nostre Parrocchie

Rosario Mariano - Maggio 2018

Con martedì 1° maggio è iniziato il Mese dedicato a Maria. Nelle nostre Comunità c’incontreremo per pregare il Santo Rosario, portando nel nostro cuore le tante intenzioni di preghiera.

Ci troveremo a pregare il Santo Rosario:

  • A Borgnano alle ore 18.30 nella Chiesa di Santa Fosca (il venerdì viene celebrata la S.Messa alle ore 19.00)
  • A Brazzano alle ore 18.00 nella Chiesa di San Rocco (il mercoledì viene celebrata la S.Messa alle ore 18.30)

- nella settimana da lun. 14 a sab. 19 maggio nella Chiesa di S. Stefano (Giassico)

  • A Dolegna alle ore 20.00 

- nella Chiesa dei Ss. Vito e Modesto (Ruttars)

- nella Chiesa di S. Giuseppe

  • A Cormòns alle ore 20.00

- da merc. 2 a ven. 4 maggio nel giardino della Scuola dell’Infanzia di Rosa Mistica

- nella settimana da lun. 7 a ven. 11 oltre la ferrovia, in Via Filanda (sotto la ciminiera)

Festa dei matrimoni e 50 anni di don Sergio (29-04-2018)

Guarda la 
galleria fotografica

 

Domenica sera, in occasione dei festeggiamento del santo patrono, Sant’Adalberto, in duomo si è celebrata una messa per le coppie il cui anniversario di

festa dei matgrinoni

 matrimonio, quest’anno celebra il quinquennio. Coppie dai cinque anni, dieci e su fino a 60. Messa celebrata per l’occasione da don Sergio che non è riuscito a trattenere l’emozione per il suo ritorno, anche solo per un’ora, nella nostra parrocchia di cui era monsignore negli anni passati. Quest’anno, don Sergio ha raggiunto i cinquant’anni di sacerdozio che sono stati festeggiati sotto il tendone del Ric. Una torta, non proprio piccolina, è stata fatta a sua insaèuta. Grande l’emozione per la sorpresa ricevuta.

Rinnovo della promessa scout (29/4/2018)

Rinnovo della promessa scoutQuesta domenica il nostro gruppo scout ha rinnovato le promesse: prima i lupetti e poi tutti gli altri hanno recitato quelle parole che a loro tempo sono state dette prima di ricevere il fazzolettone bianco e rosso.
Il rinnovo delle promesse è un momento importante per ripensare all'impegno che ci siamo presi: compiere il nostro dovere verso Dio e verso gli altri, cercando di fare sempre del nostro meglio.

Buona caccia e buona strada!

“Dammi un cuore che ascolta": Giornata Mondiale per le Vocazioni

Ragazzo ascolta la conchigliaIn questa IV domenica di Pasqua, chiamata “domenica del Buon Pastore”, si celebra in tutte le Comunità Cristiane la 55° Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni. Lo slogan biblico, che ispira il cammino vocazionale della Chiesa Italiana, è: «Dammi un cuore che ascolta» (cf 1Re 3,9). La richiesta, che Salomone rivolge in sogno a JHWE, è una parola che ogni persona, specialmente un giovane in discernimento vocazionale, può desiderare di avere sulle labbra. La scelta di vita, infatti, si realizza nell’ascolto del proprio cuore, alla ricerca dei desideri più veri e profondi che il Padre stesso vi ha nascosto, perché la sua volontà sia anche la nostra. Si realizza nell’ascolto della propria storia, in quel quotidiano, mai banale, che diventa lo spazio reale dell’incontro con il Signore. Si realizza nell’ascolto della Parola che svela, passo dopo passo, la nostra identità più vera, la nostra volontà più profonda, la nostra vocazione. L’immagine scelta per questa Giornata, è il ritaglio dell’opera di Edouard Boubat, il guscio. Proviamo a spiegarla; innanzitutto c’è un rimando poetico: appoggiare l’orecchio ad una conchiglia per sentire il rumore del mare, è sapore d’infanzia che annuncia la possibilità di tornare al principio, udire il mugghiare della Creazione, radice dalla quale siamo tratti. Ma diventa anche un simbolo… la conchiglia sull’orecchio ci invita ad intuire la nostra vocazione, che è scritta dento il nostro cuore, nel quale il Padre ha seminato i suoi desideri che, in fondo, sono i nostri più veri, dove la sfida più vera non è soltanto “chi sono ma per chi sono io” (Papa Francesco).

Festa in piazza per i 10 anni della botteghina

10 anni della BotteghinaCon una bella e gustosa torta la Botteghina dell’equomondo di Cormons ha festeggiato il traguardo dei dieci anni. Era il 19 aprile 2008 quando per la prima volta un gruppo di volontari alzava la serranda della Botteghina nel locale di via Matteotti, a quattro passi di piazza Libertà. Ora la Botteghina si trova sulla stessa via, ma verso il centro storico, poco distante dal Duomo e da piazza 24 Maggio, quella piazza che sabato 15 aprile ha fatto da cornice ai festeggiamenti. Dieci anni sono un bel traguardo, ma è anche solo una tappa di questa realtà che in questi anni si è ritagliata il suo spazio nel centro collinare ma è diventata anche punto di riferimento per tutto il territorio circostante. Si è fatto dunque festa, come è anche giusto e doveroso, ma l’anniversario è stata anche l’occasione per parlare di commercio equo e solidale. Lo si fatto con un incontro, tenutosi nella sala vicina di Palazzo Locatelli sul tema “Economia di rete”. Hanno portato la loro esperienza Gigi Perinelli, Enrico Buttignon, Sara Ongaro, Matteo Jordan e Enrico Tuzzi: le loro sono stati voci a confronto e di esperienza di vita e di lavoro in sintonia con i principi del commercio equosolidale. Si è parlato di scarpe e di cammino a piedi, di farina e di filiere iblee dinanzi a un pubblico apparso molto interessato. Nei giardini di Palazzo Locatelli, poi, grazie anche da una calda giornata primaverile, si sono gustati i piatti preparati da due chef di eccezione, Alessandro Gavagna e Paolo Zoppolatti.

San Giorgio - Patrono di Brazzano

Guarda la galleria fotografica

San Giorgio uccide il dragoMercoledì 25 aprile la comunità di Brazzano si è riunita per festeggiare il Santo Patrono San Giorgio. Per l’occasione la santa messa è stata celebrata presso l’omonima chiesetta in cima al colle inaugurata e consacrata, appunto il 25 aprile.

Don Paolo che ha presieduto la liturgia assieme a don Fausto e padre Pierre ha voluto illustrare  ed aproffondire le quattro parole che contraddistinguono la figura di San Giorgio Patrono e Martire.

PATRONO. La figura del patrono è legato ad una comunità, collettività di fedeli. È importante che il senso di comunità sia aumenti, a tutti i livelli. Ognuno dovrebbe condividere le proprie capacità per il bene comune.

MARTIRE. Significa testimone. San Giorgio è stato testimone della fede in Cristo fino al dono della propria vita. Molte persone, nel mondo, muoiono per testimoniare la propria fede in Cristo. A noi, probabilmente, non verrà chiesto di offrire la vita, ma sarà importante testimoniare la bellezza della fede cristiana fatta di relazioni con il prossimo che dimostrino l’Amore di Dio.

Processione alla chiesa della B.V. del Soccorso

Processione alla chiesa della B.V. del SoccorsoDomenica prossima 29 aprile, nel pomeriggio, si rinnoverà la processione votiva dei Brazzanesi alla Chiesa della B.V. del Soccorso di Cormòns. Il Pellegrinaggio a piedi, sul Monte Quarin, inizierà alle ore 15.00 partendo dalla Chiesa Parrocchiale. Giunti nella Chiesa della B.V. del Soccorso, verrà celebrata (verso le ore 16.30) la S.Messa della V domenica di Pasqua; la S.Messa delle ore 11.00 viene sospesa.

Brazzano e Cormòns in festa

Festa Santo PatronoFesteggiare il Patrono per una Comunità, lo abbiamo ricordato tante volte, è riscoprire la bellezza di essere Chiesa dentro una storia... questa storia, questo tempo! È sentirsi parte viva di una Comunitàche abita un territorio. È, soprattutto, affidare al Signore, per intercessione dei nostri Santi Patroni, le nostre famiglie e con esse tutte le situazioni di difficoltà che viviamo.

A Cormòns la S.Messa Solenne, in onore di Sant’Adalberto, è stata celebrata lunedì 23 aprile alle ore 20.00 in Duomo. In questo anno importante per la Chiesa Universale, nel quale Papa Francesco ci chiede di mettere a tema “I giovani, la Fede e il discernimento vocazionale” (XV ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA DEL SINODO DEI VESCOVI), abbiamo chiesto a don Loris Della Pietra, Rettore del Seminario Interdiocesano “San Cromazio” di Castellerio, di aiutarci ad intraprendere la riflessione nelle nostre Comunità.

“Per noi cristiani – ricorda Papa Francesco – la paura non deve mai avere l’ultima parola, ma essere l’occasione per compiere un atto di Fede in Dio... e anche nella vita! Mai chiudersi! Nelle Sacre Scritture troviamo 365 volte l’espressione: ‘non temere’, con tutte le sue varianti. Come dire che ogni giorno dell’anno il Signore ci vuole liberi dalla paura”.

Sant' Adalberto - Patrono di Cormòns -

Guarda la 
galleria fotografica

sant adalberto

Lunedì sera, 23 aprile, nel giorno di sant’Adalberto, Patrono di Cormòns, messa solenne nel duomo per ricordare la figura del nostro patrono, Vescovo e martire.

Adalberto di Praga, in polacco Wojciech, in ceco Vojtěch, in tedesco Adalbert (Libice, 956 circa – Tenkitten, 997), è stato il secondo vescovo di Praga, alla fine del X secolo, ed è venerato come santo dalla Chiesa cattolica, che lo considera patrono di Boemia, Polonia, Ungheria e Prussia.

Fratellastro di Gaudenzio, fu ucciso mentre tentava di convertire le tribù baltiche della Prussia al Cristianesimo. La memoria è celebrata il 23 aprile

Sant'Adalberto nacque a Libice, nell'attuale Boemia, e studiò a Magdeburgo. Dopo l'ordinazione al sacerdozio venne inviato a Praga e posto al servizio del vescovo Titmaro, cui successe nella cattedra vescovile dopo la sua tragica morte. Nonostante l'impegno profuso per la cristianizzazione e la moralizzazione dei costumi degli abitanti della città, i modesti risultati raggiunti lo indussero a lasciare Praga una prima volta e a rifugiarsi a Roma, nel monastero benedettino dedicato ai santi Bonifacio ed Alessio sul colle Aventino.

Ritornò a Praga nel 992, sempre come vescovo della città, dedicandosi con intensità alla fondazione di monasteri e all'evangelizzazione delle popolazioni locali e di Ungheria in gran parte ancora pagane. Compì numerosi viaggi e la tradizione gli ha attribuito il battesimo di re Géza d'Ungheria e di suo figlio Stefano I.

Festa degli Anniversari: domenica 29 aprile 2018

Anche in quest’anno Pastorale faremo festa nella nostra Comunità per le coppie che durante il 2018 festeggiano l’anniversario “pieno” del loro matrimonio partendo dai 5 anni di nozze: 5, 10, 15, 20, 25, 30, 35, 40, 45, 50, 55, 60, 65... L’appuntamento è per DOMENICA 29 APRILE alle ore 18.30 in Duomo.

A presiedere la Celebrazione Eucaristica sarà don Sergio Ambrosi che, in questo 2018 (il 1° Settembre) ricorderà il 50° anniversario della sua ordinazione sacerdotale; sarà l’occasione per salutarlo e insieme a lui, ringraziare il Signore per il dono del sacerdozio ministeriale.

In questi giorni sono partiti via posta gli inviti per le Famiglie che nel 2018 vivono questo anniversario.

ATTENZIONE: in Ufficio Parrocchiale abbiamo solo i nominativi delle Famiglie che hanno celebrato il Matrimonio in Parrocchia per cui, coloro che in quest’anno ricordano l’anniversario “pieno” del proprio matrimonio ma lo hanno celebrato in altra Parrocchia, sono invitati gentilmente a darne comunicazione all’Ufficio stesso.

Cresime adulti

Guarda la 
galleria fotografica

cresime adulti

 I nostri occhi vedono i nostri figli diciassettenni accostarsi al sacramento della Cresima e vedere gli adulti per noi non sembra vero. Nelle nostre parrocchie, per vari motivi, diverse persone, specialmente in un età compresa fra i 20 e 30 anni, non hanno ancora ricevuto questo sacramento. Viste le numerose richieste, vengono fatti gli itinerari di catechesi per giovani adulti.

Ieri sera, nel duomo di Cormòns, si sono ritrovati 62 adulti accompagnati dai rispettivi padrini per ricevere il sacramento dal Vescovo Carlo. La nostra vita, spesso, per dire sempre, viene decisa dai genitori. Decidono loro per noi cosa è bene e cosa è male. Appena nati veniamo battezzati. Poi la comunione, ma nel momento della cresima, ecco che la nostra decisione esce. Finalmente siamo noi che possiamo veramente decidere se farla subito, se rimandarla, se non farla.

Ci lasciamo in tanti alla comunione e ci ritroviamo in meno alla cresima e ci chiediamo talvolta il perché. Anni dopo li ritroviamo davanti il Vescovo a riceverla. Questi ragazzi non si sono persi, non hanno perso la fede. Hanno maturato la loro decisione con calma, aspettando il tempo giusto.

Pagine

Diretta Streaming

 

 

 RadioInsieme 1: Duomo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 2: Rosa Mistica

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 3: Centro Cattolico

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 4: san Leopoldo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

Hai problemi di ascolto ?
Clicca qui.

Accesso utente

 

Calendario annuale

 

Il Vangelo della settimana

 

19-08-2018

Giovanni ha introdotto il grande discorso sul pane di vita, nel capitolo 6 del suo Vangelo, per spiegare la tradizione eucaristica della sua Comunità, quasi un’omelia sulla Cena. Il richiamo al banchetto eucaristico è testimoniato proprio dall’introduzione del «bere il sangue» accanto al «mangiare la carne». Indicando sangue e carne, Gesù fa allusione alla propria morte sulla croce, provocata dalla prepotenza del potere politico e religioso ed accettata per la vita del mondo. Sicché, nei doni eucaristici (cibo e bevanda) assunti dai credenti, Egli dà un’ulteriore prova del suo amore senza riserve «sino alla fine».
È questo il significato profondo della santa Cena che diventa dono di vita per tutti, comunione col Signore, viatico per il nostro pellegrinaggio, fermento di risurrezione ed epifania di quel Dio che «ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in Lui non muoia, ma abbia la vita eterna». In essa trovano pienezza creazione, esodo ed alleanza e, per mezzo di essa, gli uomini si sentono comporre in unità.
Ad essere sinceri, le parole di Gesù continuano tuttora a provocare scandalo dentro e fuori le chiese, per cui spesso si preferisce trincerarsi dietro un rito per evitare di immergersi nel sacramento della “vita donata” e del vincolo di fraternità tra gli uomini, ovunque abitino, a qualsiasi razza appartengano, in qualsiasi religione vivano la loro Fede. Infatti, l’Eucarestia non è offerta per qualcuno, ma per le moltitudini, in quanto Cristo non è proprietà di qualcuno, ma ha scelto di essere tutto in tutti.

La preghiera della settimana

 

19-08-2018

Ci portiamo dentro tanti tipi di fame:

fame di compagnia e di fraternità,

fame di comprensione e di sostegno,

fame di dignità e di successo,

fame di sicurezza e di protezione...

E, a modo nostro, cerchiamo

il pane che potrebbe soddisfarci:

il pane dell’affetto e dell’amicizia,

il pane della cultura e della competenza,

il pane della volontà

e della determinazione,

il pane della saggezza e dell’astuzia,

il pane della forma fisica e dell’energia.

Ma c’è solo un pane che può trasmetterci

una forza che viene da Dio,

la sua stessa vita che ha

il gusto dell’eternità e della pienezza:

sei tu, Gesù, questo pane

che solo può colmare il desiderio

che abita il profondo dell’esistenza

e strapparci all’illusione

di cercare ciò che è effimero

e prima o poi svanirà.

Siamo percorsi da tanti tipi di sete,

ai quali talvolta sacrifichiamo

una parte consistente della nostra vita:

sete di guadagno e di affermazione,

sete di potere e di carriera,

sete di riuscita e di ammirazione.

Solo tu, però, puoi donarci

la bevanda che estingue ogni sete,

la tua stessa vita,

il tuo sangue,

che ci sottrae alle lusinghe di ciò che è vano

e dilata il cuore con un ardore immenso.

(Roberto Laurita)

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2018

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Dana Sport articoli sportivi
  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato..
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.

Informazioni sul sito

Informazioni e statistiche riferite al sito chiesacormons.it

I numeri del sito al (19/5/2016)

7167
Pagine pubblicate
8007
Foto pubblicate
7200
Megabytes di dati inseriti
708
Utenti registrati

La redazione

Adalberto Chimera
Articolista

Responsabile dei contatti con la stampa.

Voce Isontina front man.

Alfredo Di Carlo
Fotografo ed articolista

Valente fotografo ed articolista.

Appassionato della tecnologia e prezioso supporto tecnico.

Anastasia Di Carlo
Redattrice ed fotografa

Entusiasta redattrice e promettente fotografa.

Abbiamo lei che abbatte la media d'età del sito.

Andrea Femia
Direzione operativa

Direzione operativa della redazione.

Chiesacormons evangelist.

Francesca Bortolotto
Redattrice ed articolista

Redattrice ed articolista.

Affronta le cose con un bel sorriso, lo fa in modo serio.

Francesco Marcon
Articolista, redattore

Redattore e informatico.

Fai un "fischio" ed arriva. Sempre disponibile.

Franco Femia
Articolista, redattore

Autorevole articolista.

Un giornalista vero, il pedigree della redazione.

Giorgio Abate
Fotografo ed articolista

Fotografo ed articolista.

Il nostro Jolly. Sempre sulla notizia.

Luciano Bozzini
Redattore ed informatico

Redattore ed informatico.

Giovane promessa. Sempre affidabile e disponibile.

Luciano Ventrella
Fotografo e redattore

Fotografo e redattore.

Si muove in discrezione con grande efficienza.

Lucio Iacolettig
Direzione tecnica

Direzione tecnica e riprese video.

E' quello che alza la media d'età alla redazione.

mons Paolo Nutarelli
Supervisore

Supervisore della redazione.

Il delicato tocco spirituale e grande motivatore del gruppo.

Partrik Bussani
Fotografo ed articolista

Fotografo ed articolista.

Tiene sempre il motore caldo per essere sulla notizia.

Roberto Tomat
Redattore

Responsabile sezione canzoniere liturgico.

Tutta l'Italia accede al materiale che pubblica.

Simone Cappello
Fotografo e redattore

Fotografo artista e redattore.

Oltre al resto, l'apporto artistico alla redazione.

Santina Odelli
Fotografa ed articolista

Valente fotografa ed articolista.

Il tocco di classe femminile alla redazione.

Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
RSS icon
e-mail icon