Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Dal 01/07 al 07/07 Campo “Uno Ric” a Fusine per i ragazzi della 1 e 2 media --- Mercoledì 25/07 il Ric Cormons organizza una giornata di svago a Gardaland, per informazioni e iscrizioni rivolgersi all'Ufficio Parrocchiale di Cormons ---
  • Le comunità
    Tutte le news da chiesacormons.it
    Gli orari delle sante messe
    La settimana insieme
    Il calendario annuale
  • In linea diretta
    Live da Rosa Mistica
    I 3 canali radio
    I podcast degli eventi principali
    I nostri video
    Gli album fotografici
  • I servizi
    Richieste alla parrocchia
    Domande frequenti
    Ufficio
    Chi siamo
  • La storia
    Le 20 chiese dell'unità pastorale
    I gruppi e le associazioni
    Briciole di storia nostra
    Cosa è successo negli anni scorsi

Galleria fotografica della settimana

Festa della Madomma del Carmelo a Borgnano e 80° compleanno di Don Fausto

 

Guarda qui le foto della settimana passate!

Guarda qui altri album fotografici!

Pellegrinaggio in Armenia: giorno #4 (20/7/2018)

Ecco il video appena arrivato del pellegrinaggio in Armenia.

Buona visione

 

Per altri video puoi consultare il canale dedicato YouTube del sito all'indirizzo: www.youtube.com/user/chiesacormons

Pellegrinaggio in Armenia: giorno #3 (19/7/2018)

Ecco il video appena arrivato del pellegrinaggio in Armenia.

Buona visione

 

Per altri video puoi consultare il canale dedicato YouTube del sito all'indirizzo: www.youtube.com/user/chiesacormons

A colloqui con don Fausto, testimone di speranza

Lunedì 16 luglio don Fausto Furlanut ha raggiunto il traguardo delle 80 primavera. Ottant’anni di vita e 55 di sacerdozio contrassegnati da numerosi impegni pastorali iniziati nel settembre don Fausto Furlanut1963 con il primo incarico come cappellano della parrocchia del Duomo di Gradisca; poi due anni Pieris e quattro, dal 1966 al 1970 alla parrocchia di Largo Isonzo, a Monfalcone. In quell’anno monsignor Pietro Cocolin gli affida la prima parrocchia, quella di Moraro dove rimane due anni.

Nel 1972 don Fausto si sposta di pochi chilometri, a Mossa, dove rimane per 15 anni, fino al 1987, anno in cui viene mandato a Gradisca per guidare la parrocchia di San Valeriano: sarà l’ultimo parroco perché nel 1994 la parrocchia viene aggregata a quella del Duomo. Don Fausto rifà le valigie destinazione San Pier d’Isonzo. Nel 2007 lascia la parrocchia per Cormons dove ancora svolge il compiuto di aiuto nella Collaborazione pastorale. In particolare ha preso cura delle comunità di Dolegna del Collio, quasi per un omaggio alla memoria di don Silvano Pozzar, che fu suo compagno di studi in seminario ma anche suo paesano (entrambi nati a Fiumicello). Tante parrocchie, molti legami che il tempo non ha cancellato.

Cosa sono stati i suoi 55 anni di sacerdozio?

Pellegrinaggio in Armenia: giorno #2 (18/7/2018)

Ecco il video appena arrivato del pellegrinaggio in Armenia.

Buona visione

 

Per altri video puoi consultare il canale dedicato YouTube del sito all'indirizzo: www.youtube.com/user/chiesacormons

Pellegrinaggio in Armenia: giorno #1 (17/7/2018)

Ecco il video appena arrivato del pellegrinaggio in Armenia.

Buona visione

 

Per altri video puoi consultare il canale dedicato YouTube del sito all'indirizzo: www.youtube.com/user/chiesacormons

Concerto mons. Marco Frisina a Cormòns: 07 Nada te turbe (14/10/2017)

Vogliamo ricordare lo straordinario concerto del Coro della Diocesi di Roma guidato da mons. Marco Frisina, proponendo i brani più significativi della serata.

La registrazione è stata eseguita presso il duomo di Cormòns il 14 ottobre 2017.

Buon ascolto e buona visione

 

E' possibile richiedere la registrazione completa facendo richiesta a: info@chiesacormons.it

Per altri video puoi consultare il canale dedicato YouTube del sito all'indirizzo: www.youtube.com/user/chiesacormons

Pellegrinaggio in Armenia - 1° giorno

Pellegrinaggio in Armenia - 1° giorno

E' partito domenica il Pellegrinaggio delle nostre Parrocchie in Armenia. il ritrovo dei Pellegrini è per le ore 10.00 presso la stazione ferroviaria di Cormòns da dove, con il pullman si raggiungerà, l’Aereoporto di Venezia. In serata, dopo uno scalo a Kiev, si raggiungerà Yerevan.

Perché andare in Armenia? Più volte è risuonata la domanda in questi mesi. Il nostro intento consiste nel riscoprire la vita e la storia della Chiesa apostolica armena, la sua dottrina ed i suoi santi, frequentemente incontreremo la figura di san Gregorio Illuminatore, il grande vescovo e martire che sta alle origini della Chiesa armena.

Con il passare dei secoli, questa terra ha visto invasioni ed incursioni, stragi e deportazioni, fino a quel tremendo genocidio (inizio del secolo scorso) che ancora oggi, in Turchia, non può neppure essere menzionato, a rischio della stessa vita. Questo è il volto nero del destino armeno. Ma c'è anche il volto luminoso: la Fede e la gioia di vivere, i canti ed i colori, la capacità di integrarsi serenamente con tante famiglia e la Comunità. E, nel fondo, la nostalgia per il paradiso perduto, con la certezza di un altroe etnie diverse, i riti magnifici e complessi, l'amore per i libri, il senso forte per la Paradiso che ci attende.

Festa della Madonna del Carmelo e 80° compleanno di don Fausto

Guarda la galleria fotografica

Festa della Madonna del Carmelo a BorgnanoDomenica 15 luglio 2018 la comunità di Borgnano ha voluto ritrovarsi presso la chiesa parrocchiale per ricordare la ricorrenza della festa della Madonna del Carmelo. Al termine della Santa Messa è stata portata in processione lungo le vie del paese la statua della Madonna quale gesto bene augurante affinchè la Sua presenza possa entrare nelle nostre case e portare sollievo alle famiglie che si trovino nella difficoltà ed alla comunità intera. All’evento ha partecipato la banda cittadina di Monfalcone che con le sue musiche ha allietato la processione.

A seguire la comunità ha voluto stringersi attorno a don Fausto e festeggiare assiemte il suo compleanno: 80 anni sono una tappa importante!

Caro don Fausto tanti auguri da tutta la comunità e dalla redazione di Web & Voce!

Il beato Carlo d'Austria dipinto da un detenuto messicano

Beato Carlo d'AustriaSu una finestra della casa Picech, in via Zorutti, a Cormons, si può scorgere un dipinto che raffigura il beato Carlo d’Asburgo, che fu l’ultimo imperatore della Casa d’Austria e che papa Giovanni Paolo II il 3 ottobre 2004 ha proclamato beato.  Il dipinto è stato eseguito da un detenuto del carcere di massima sicurezza di Islas Marías, un’isola messicana che si torva nell’Oceano Pacifico, dove da dieci anni è cappellano il gesuita cormonese Mario Picech. Ed è stato padre Mario a far conoscere, attraverso alcune immagini, il beato Carlo al detenuto che, amante della pittura, lo ha riportato su una tavola di legno. Carlo, come si può vedere nella foto, è dipinto con la divisa da imperatore; un elmetto infilato in una lancia ricorda la prima guerra mondiale che lo vide guidare l’impero nei suoi ultimi due anni e sullo sfondo il paesaggio di Cormons dove si intravedono il Quarin e le chiese del Duomo e di San Leopoldo.

Ermacora e Fortunato, patroni di Aquileia e della regione

Sarà il cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato di Papa Francesco, a presiedere quest’anno la celebrazione del 12 luglio ad Aquileia in occasione della Solennità dei Santi Ermacora e Fortunato, patroni della Diocesi di Gorizia e della Regione Friuli Venezia Giulia. L’appuntamento è per le ore 19.00 in Basilica.

Ermacora e Fortunato sono stati due Martiri (protomartiri, per la precisione), ad Aquileia. Della loro storia non si sa molto e la realtà si fonde con la leggenda. Di certo c’è – viste le testimonianze storiche – che con Ermagora (Ermacora) è cominciato il catalogo episcopale della Città Romana. Fortunato era il suo diacono. Pare che i due Santi siano vissuti attorno alla metà del III secolo (ma di fatto si trovano informazioni differenti in non pochi casi). Certo è che, dopo la consacrazione di Ermacora a Vescovo, nonostante qualche incertezza, l’elenco dei consacrati continua, senza interruzione, sino al 1751, data nella quale si registra la soppressione della Diocesi patriarcale e l’istituzione delle Arcidiocesi di Gorizia ed Udine. Il resto della storia, come detto, è leggenda, diffusasi attorno al VIII secolo.

La leggenda

Si narra che San Pietro dette incarico a San Marco di evangelizzare il nord dell'Italia. Raggiunta Aquileia, l’evangelista Marco incontrò Ermacora, un semplice cittadino. Convertitolo al Cristianesimo, più tardi lo consacrò Vescovo della città romana. È così che ebbe inizio l'evangelizzazione della Mitteleuropa. Più tardi – narra sempre la leggenda – venne perseguitato da Nerone e divenne martire assieme al suo diacono Fortunato.

Concerto mons. Marco Frisina a Cormòns: 06 Pacem in terris (14/10/2017)

Vogliamo ricordare lo straordinario concerto del Coro della Diocesi di Roma guidato da mons. Marco Frisina, proponendo i brani più significativi della serata.

La registrazione è stata eseguita presso il duomo di Cormòns il 14 ottobre 2017.

Buon ascolto e buona visione

 

E' possibile richiedere la registrazione completa facendo richiesta a: info@chiesacormons.it

Per altri video puoi consultare il canale dedicato YouTube del sito all'indirizzo: www.youtube.com/user/chiesacormons

Armenia

Armenia"Non è facile lasciare l’Armenia, non tornarvi più è ancora più difficile”


Con le parole di questo adagio armeno, ricordiamo il Pellegrinaggio in Armenia che si terrà nella terza settimana di luglio.

Il ritrovo dei Pellegrini è fissato per lunedì 16 luglio 2018 alle ore 10.00, presso la Stazione dei treni di Cormòns.

L'Armenia è una terra dal paesaggio affascinante. E’ la terra in cui la tradizione biblica colloca il Giardino dell’Eden. La terra da cui, nelle giornate limpide, si può perfino pensare di scorgere sull’Ararat la sagoma dell’Arca di Noè. Immersa tra i monti nel Sud del Caucaso, questo antico Paese è sempre stato testimone di avvenimenti storici, Paese che ha pagato lo scotto degli incontri e degli scontri tra civiltà diverse, naturale ponte tra l'Occidente e l'Oriente, tappa d’obbligo sulla via della seta.

L’Armenia è oggi un piccolo stato, grande circa come il Piemonte, con oltre tre milioni di abitanti.

Questo viaggio rappresenta un’opportunità per togliere un velo ma, soprattutto, per riscoprire un pezzo di storia dimenticata.

Caravaggio: Crocifissione di San Pietro

Crociffissione di San PietroA Roma, nella Basilica di Santa Maria del Popolo, possiamo trovare due opere straordinarie di Caravaggio, dedicate alle Colonne della Chiesa: Pietro e Paolo.
Questa settimana, brevemente, ci soffermeremo sulla Crocifissione di Pietro. Cosa rende questo Caravaggio così importante? Per prima cosa, l’artista realizza un quadro dal carattere antieroico, eliminando qualsiasi aspetto sacro dalla tortura della croce di san Pietro. Un particolare importante sono i carnefici dell’Apostolo: secondo la tradizione, dovrebbero essere dei soldati romani, ma guardando bene ci si accorge che sono, piuttosto, dei modesti operai intenti nel loro lavoro. I loro movimenti ci aiutano a capire che si tratta di individui che stanno solo seguendo gli ordini, senza capire effettivamente il perché lo stanno facendo, proprio come delle semplici pedine. In altri capolavori di Michelangelo Merisi, l’illuminazione giunge solo ed unicamente sul protagonista, al fine di renderlo riconoscibile rispetto al resto dei presenti; in questo lavoro, l’artista cambia direzione: la luce colpisce sia il santo che i suoi carnefici, quasi come se volesse esonerarli (e perdonarli) dalle proprie colpe. Significativo, inoltre, l’attimo che viene raffigurato: è il momento in cui l’Apostolo stende le mani sulla croce e guarda corrucciato, anche lo spettatore, quasi dubbioso dell’utilità del suo martirio ma, contemporaneamente, diventa un monito per chi, il Papa, è chiamato ad essere il suo successore: Tu es Petrus (Matteo, 16, 18) ed ancora: "ricordati che il tuo è il mio destino, sii degno della mia testimonianza”.

Concerto mons. Marco Frisina a Cormòns: 05 Fiamma viva d'amore (14/10/2017)

Vogliamo ricordare lo straordinario concerto del Coro della Diocesi di Roma guidato da mons. Marco Frisina, proponendo i brani più significativi della serata.

La registrazione è stata eseguita presso il duomo di Cormòns il 14 ottobre 2017.

Buon ascolto e buona visione

 

E' possibile richiedere la registrazione completa facendo richiesta a: info@chiesacormons.it

Per altri video puoi consultare il canale dedicato YouTube del sito all'indirizzo: www.youtube.com/user/chiesacormons

Gardaland 2018

GardalandRic Cormòns organizza, per mercoledì 25 luglio, una giornata di svago a Gardaland.

Ci si può iscrivere in Ufficio Parrocchiale a Cormòns.

La partenza sarà alle ore 06.30 dalla Stazione dei treni ed il rientro da Gardaland è previsto per le ore 21.30.

E’ necessaria l'iscrizione a Ric Cormòns (Anno 2018).

Concerto Rosa Mistica - Vivaldi ed il giovane Mozart

Guarda la 
galleria fotografica

Domenica sera, nel Santuario di Rosa Mistica risuanavano le musiche del coro Lis Vos dal Natison diretta Maria Francesca Gussetti. Inizia il quartetto d’archi vidolee composto

 da Daniele, Anna, Alberto, Federica che hanno rotto il ghiaccio intrattenendo il pubblico presente e meritandosi gli applausi di tutti. In seguito, il coro lis vos dal natison, con il loro canto hanno, ancora una volta fatto sentire quanto sia bello cantare in chiesa. In particolare in questo Santuario, bellissimo
.

Festa dei Santi Pietro e Paolo in Sant’Apollonia

Guarda la galleria fotografica

Festa dei Santi Pietro e Paolo in Sant'ApolloniaGiovedì 29 giugno, a Cormòns nella Chiesa di Sant’Apollonia, è stata celebrata la S.Messa Solenne per la ricorrenza dei Santi Apostoli Pietro e Paolo accompagnata dalla Corale “Sant’Adalberto”.

Pietro e Paolo sono due apostoli di Gesù molto diversi tra loro, ma molto importanti perché alla loro storia è legata la nascita e lo sviluppo del cristianesimo.

Pellegrinaggio notturno a Barbana

Guarda la 
galleria fotografica

Pellegrinaggio notturno a Barbana

Il pellegrinaggio notturno al santuario di Barbana ha visto la partecipazione di 150 fedeli delle comunità della Collaborazione pastorale. La gran parte ha raggiunto Grado con due pullman, mentre gli altri sono giunti con mezzi propri. Poi tutti con due traghetti  hanno raggiunto l’isola attraverso la laguna con il sole al tramonto che la colorava. Dalla  grande croce  poi in corteo, guidato dal parroco don Paolo Nutarelli, da don Fausto Furlanut e da don Pierre, i fedeli hanno fatto ingresso nella chiesa  r3ndendo prima omaggio alla statua della Madonna degli Angeli, tolta dall’altare maggiore e pronta per l’omaggio del Perdon di Barbana.

Dopo la recita del Rosario, i sacerdoti hanno celebrato la Messa. All’omelia don Paolo, collegandosi al brano del Vangelo che ricordava le nozze di Cana e il primo miracolo di Gesù, ha detto che bisogna seguire l’esempio di Maria che ha detto “fate  quello che Gesù vi chiede”.  “Il vino delle nozze di Cana e presente in ogni matrimonio è il segno della gioia – ha proseguito il parroco – non può esserci una Chiesa senza gioia, una gioia che significa serenità, quella serenità che ci permette di vivere la vita. Le nostre comunità siano luogo di gioia e di accoglienza”.

Concerto mons. Marco Frisina a Cormòns: 04 Laudi delle creature (14/10/2017)

Vogliamo ricordare lo straordinario concerto del Coro della Diocesi di Roma guidato da mons. Marco Frisina, proponendo i brani più significativi della serata.

La registrazione è stata eseguita presso il duomo di Cormòns il 14 ottobre 2017.

Buon ascolto e buona visione

 

E' possibile richiedere la registrazione completa facendo richiesta a: info@chiesacormons.it

Per altri video puoi consultare il canale dedicato YouTube del sito all'indirizzo: www.youtube.com/user/chiesacormons

Pagine

Diretta Streaming

 

 

 RadioInsieme 1: Duomo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 2: Rosa Mistica

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 3: Centro Cattolico

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 4: san Leopoldo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

Hai problemi di ascolto ?
Clicca qui.

Accesso utente

 

Calendario annuale

 

Il Vangelo della settimana

 

15-07-2018

La liturgia di questa domenica ci invita a riconoscerci discepoli del Signore, chiamati a fare esperienza Lui per essere nel mondo annunciatori miti e forti del Vangelo che salva. Gesù invia i suoi discepoli, la sua nuova famiglia, a diffondere il suo messaggio. Ha dato loro alcune linee guida, che avrebbero dovuto essere in accordo con lo stesso messaggio che trasmettevano. Sono due i presupposti fondamentali di questo “discorso della missione”.
Il primo elemento si riferisce agli inviati ed al loro modo di presentarsi. Devono portare con sé solo l’imprescindibile: bastone e sandali per il cammino ed un vestito indosso, ma nessuna provvista di denaro. Non è ascetismo né esemplarità ma fducia nella Buona Notizia. Il profeta Gesù ed i suoi fedeli, seguaci di tutti i tempi, incontrano il rifuto e la persecuzione dei potenti e dei loro vassalli. Anche oggi sono i martiri per la giustizia e le persone vicine a tutti gli emarginati del mondo i testimoni credibili della speranza di questo mondo diverso.
Il secondo presupposto è la fiducia nella buona volontà dei destinatari. Si spera che vi sia sempre tra loro chi li accolga. Lo slogan che riporta la “fonte comune” sarebbe il fondamento teorico di questa fducia: «l’operaio merita il suo salario». Anche oggi il cristianesimo più vivo e più credibile si trova nei missionari, rappresentati molte volte da gruppi di giovani, che condividono le proprie capacità con i più poveri, bisognosi ed emarginati. La nuova società che Gesù intende stabilire non si baserà sul dominio degli uni sugli altri. Le armi non serviranno più, come già sognavano i profeti e cantavano alcuni salmisti. Cambieranno radicalmente anche le relazioni economiche se gli esseri umani passeranno a formare una sola famiglia. Abbiamo spezzato la Parola ed il Pane: il Signore ci invia nel mondo confdando nell’esperienza della Sua presenza in mezzo a noi.
La nostra azione apostolica di annuncio e di testimonianza evangelica sia credibile e contagiosa.

La preghiera della settimana

 

15-07-2018

Tu li mandi in missione, Gesù:

disarmati e disarmanti,

senza denaro, senza provviste,

privi di tutto quello che garantisce

un minimo di sicurezza.

Sai di inviarli

in mezzo ai pericoli

eppure non concedi loro nulla

che permetta di far fronte

alle ostilità, alla penuria, agli insulti.

Chiedi loro solo di essere pronti

a fare strada perché il tuo Vangelo

raggiunga ogni persona.

Un bastone e un paio di sandali:

ecco la loro attrezzatura.

Ma perché esporli in questo modo

alle contrarietà che incontreranno?

Forse perché appaia

qual è veramente la loro forza,

la sorgente della missione ricevuta:

la tua parola che esige

cambiamento, conversione,

ed il potere che hai loro trasmesso,

potere di contrastare le forze del male,

di liberare, di sanare, di guarire.

Ancor oggi, Gesù,

tu esigi dai tuoi discepoli lo stesso stile,

un comportamento identico.

E quando ci attardiamo

a procurarci

mezzi sofisticati e costosi,

quando ci affanniamo a dotarci

di consensi, di appoggi, di sostegni,

tu destini tranquillamente al fallimento

tante preoccupazioni inutili.

Grazie, Gesù,

perché tu rimani accanto

agli operai del Vangelo

che si affidano a Te

e rendi fecondo il loro annuncio.

 

(Roberto Laurita)

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2018

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Dana Sport articoli sportivi
  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato..
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.

Informazioni sul sito

Informazioni e statistiche riferite al sito chiesacormons.it

I numeri del sito al (19/5/2016)

7167
Pagine pubblicate
8007
Foto pubblicate
7200
Megabytes di dati inseriti
708
Utenti registrati

La redazione

Adalberto Chimera
Articolista

Responsabile dei contatti con la stampa.

Voce Isontina front man.

Alfredo Di Carlo
Fotografo ed articolista

Valente fotografo ed articolista.

Appassionato della tecnologia e prezioso supporto tecnico.

Anastasia Di Carlo
Redattrice ed fotografa

Entusiasta redattrice e promettente fotografa.

Abbiamo lei che abbatte la media d'età del sito.

Andrea Femia
Direzione operativa

Direzione operativa della redazione.

Chiesacormons evangelist.

Francesca Bortolotto
Redattrice ed articolista

Redattrice ed articolista.

Affronta le cose con un bel sorriso, lo fa in modo serio.

Francesco Marcon
Articolista, redattore

Redattore e informatico.

Fai un "fischio" ed arriva. Sempre disponibile.

Franco Femia
Articolista, redattore

Autorevole articolista.

Un giornalista vero, il pedigree della redazione.

Giorgio Abate
Fotografo ed articolista

Fotografo ed articolista.

Il nostro Jolly. Sempre sulla notizia.

Luciano Bozzini
Redattore ed informatico

Redattore ed informatico.

Giovane promessa. Sempre affidabile e disponibile.

Luciano Ventrella
Fotografo e redattore

Fotografo e redattore.

Si muove in discrezione con grande efficienza.

Lucio Iacolettig
Direzione tecnica

Direzione tecnica e riprese video.

E' quello che alza la media d'età alla redazione.

mons Paolo Nutarelli
Supervisore

Supervisore della redazione.

Il delicato tocco spirituale e grande motivatore del gruppo.

Partrik Bussani
Fotografo ed articolista

Fotografo ed articolista.

Tiene sempre il motore caldo per essere sulla notizia.

Roberto Tomat
Redattore

Responsabile sezione canzoniere liturgico.

Tutta l'Italia accede al materiale che pubblica.

Simone Cappello
Fotografo e redattore

Fotografo artista e redattore.

Oltre al resto, l'apporto artistico alla redazione.

Santina Odelli
Fotografa ed articolista

Valente fotografa ed articolista.

Il tocco di classe femminile alla redazione.

Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
RSS icon
e-mail icon