Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Lunedì 19/06 ore 20:30 Chiesa di San Vito e Modesto a Ruttars "Concerto Spirituale" --- Lunedì 19/06 presso il Centro Pastorale a Cormòns tornei di calcio organizzati dal Leon Bianco --- Venerdì 23/04 ore 20:00 Chiesa di San Giovanni a Cormòns durante la S.Messa verrà celebrata la Vigilia della Natività di San Giovanni Battista --- Mercoledì 28/06 Pellegrinaggio Notturno al Santuario di Barbana a Grado ---
  • Le comunità
    Tutte le news da chiesacormons.it
    Gli orari delle sante messe
    La settimana insieme
    Il calendario annuale
  • In linea diretta
    Live da Rosa Mistica
    I 3 canali radio
    I podcast degli eventi principali
    I nostri video
    Gli album fotografici
  • I servizi
    Richieste alla parrocchia
    Domande frequenti
    Ufficio
    Chi siamo
  • La storia
    Le 20 chiese dell'unità pastorale
    I gruppi e le associazioni
    Briciole di storia nostra
    Cosa è successo negli anni scorsi

il Collio-Brda sbarca a Bruxelles

Mostra Collio-Brda 1917-2017Non poteva che iniziare da Bruxelles, capitale dell’Unione europea, il viaggio della mostra “Collio-Brda 1915-1917, soldati tra vigneti e ciliegi”, presentata per la prima volta a Cormons lo scorso novembre dall’Associazione Cormonese-Austria. Ed è la stessa associazione che ha curato la mostra a Bruxelles in collaborazione con la Regione. La rassegna è stata inaugurata mercoledì 10 maggio nella sede di rappresentanza della Regione da Franco Iacop, presidente del Consiglio regionale. Erano presenti, tra gli altri, il sindaco di Cormons Luciano Patat, l’assessore comunale Elena Gasparin e il presidente di Cormonese-Austria Giovanni Battista Panzera. Per l’occasione è stata presentata ai parlamentari europei italiani la candidatura del Collio-Brda a patrimonio dell’Unesco; a farlo è stata una rappresentanza del Comitato scientifico guidata dalla delegata Unesco per l’Isontino architetto Elisa Trani, dal sindaco di Dolegna Diego Bernardis, dal sindaco di Casteldobra-Dobrovo Franc Muzic.

Il Vescovo Carlo ai nuovi cresimati: la vita vera è l'amore

Nella domenica del Buon Pastore 36 giovani di diciasettenni, studenti della terza superiore, delle comunità della Collaborazione Pastorale cormonese Sacramento della Confermazione 2017hanno ricevuto il dono dello Spirito Santo grazie al Sacramento della Confermazione. Nell’omelia l’Arcivescovo Carlo si è rivolto ai giovani cresimandi quasi rispondendo alle lettere che personalmente i giovani hanno scritto a lui. Lettere che parlavano di temi importanti quali fede, amore, vita, morte, dubbi, domande, ricerca felicità, pianto, esclusione, amicizia, silenzio, preghiera. Riprendendo il brano evangelico proclamato nella liturgia “io sono venuto perché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza” l’Arcivescovo ha evidenziato che nelle lettere traspare il sogno di giovani cresimandi di vivere una vita che sia la continuazione di quello che stanno vivendo e la speranza di superare le fatiche e le difficoltà. “Ebbene c’è qualcuno che dà la vita e questo qualcuno è Gesù”.

Il Vescovo ha continuato ricordando che lo Spirito Santo ci dono la vita eterna già da ora non solo dopo la morte. Vita eterna che i giovani cresimandi l’hanno già ricevuta il giorno del Battesimo e con la Cresima vedono confermare questo dono.

Liturgia Battesimale

Liturgia BattesimaleGiovedì 18 maggio, alle ore 20.30 in Duomo, i bambini del primo Anno della Catechesi (Tappa del Battesimo) concluderanno l’itinerario catechistico con la Liturgia Battesimale. Con questa celebrazione, i bambini saranno invitati a riscoprire la gioia dell’essere stati immersi nell’Amore del Signore, così come è avvenuto, a partire dal giorno del loro Battesimo.

Il Battesimo è solo l’inizio, la porta d’ingresso nel cammino dell’iniziazione cristiana. Esso, passando attraverso la Cresima, trova il suo compimento nell’Eucarestia, il Sacramento che realizza il pieno inserimento, la piena comunione d’amore in Cristo e nella Chiesa.

Fate questo in memoria di me

Il mese di maggio, nelle nostre Parrocchie, ci invita a mettere al centro della nostra riflessione l’Eucarestia. Oggi 51 bambini, per la prima volta, hanno fatto la Comunione. Vivranno pienamente il memoriale (Domenica 28 maggio a Brazzano altri 5 bambini si accosteranno all’Eucarestia).

Cerchiamo di scoprire qualcosa di nuovo del mistero eucaristico, servendoci del concetto di memoriale: “Fate questo in memoria di me". La memoria è una delle facoltà più misteriose e più grandiose dello spirito umano. Senza memoria, cesseremmo di essere noi stessi, perderemmo la nostra identità. Chi è colpito da amnesia totale, vaga smarrito per le strade, senza sapere né come si chiama, né dove abita. Il ricordo, al suo affacciarsi alla mente, ha il potere di catalizzare tutto il nostro mondo interiore e convogliarlo verso il suo oggetto, specie se questo non è una cosa o un fatto, ma una persona viva.

Non solo l'individuo, ma anche il gruppo umano (famiglia, clan, tribù, nazione) ha la sua memoria. La ricchezza di un popolo non si misura tanto dalle riserve auree che conserva nelle sue casseforti, quanto dalle memorie che conserva nella sua coscienza collettiva. È proprio il condividere gli stessi ricordi che cementa l'unità del gruppo. Per conservare vivi tali ricordi, essi vengono legati ad un luogo, ad una festa. Gli americani hanno il Memorial Day, giorno in cui ricordano i caduti di tutte le guerre; gli indiani, il Gandhi memorial, un parco verde in New Delhi che deve ricordare alla nazione quello che egli è stato e ha fatto per essa. Anche noi italiani abbiamo i nostri memoriali: le feste civili ricordano gli eventi più importanti della nostra storia recente ed ai nostri uomini più illustri sono dedicate vie, piazze, aeroporti...

La prima Comunione a Cormòns

Guarda la 
galleria fotografica

La Prima Comunione a Cormòns

Stamane 51 bambini, per la prima volta, hanno incontrato Gesù nell’Eucarestia vivendo così pienamente il memoriale.

La Festa di Prima Comunione è festa delle comunità cristiane, famiglia di famiglie, ed ha senso se i genitori testimoniano con il loro esempio l’importanza di curare la dimensione spirituale vivendo la Celebrazione Eucaristica domenicale.

Nell’omelia della Celebrazione Eucaristica monsignor Paolo Nutarelli, ha regalato ai ragazzi e alle loro famiglie tre immagini. La prima è la Santa Messa, luogo in cui si vive il memoriale dell’Ultima Cena in cui Gesù si dona a noi. La seconda immagine, presa dal Vangelo domenicale, è Gesù via per raggiungere la vita vera dove possiamo accorgerci dei colori che abbelliscono il mondo. La terza immagine è la barca che rappresenta la comunità cristiana in cui, pur nelle difficoltà, possiamo con l’aiuto degli altri rimanere fedeli al Vangelo.

Al termine della Celebrazione i genitori hanno ringraziato donpi e i catechisti per l’impegno e la fatica offerta nei due anni di catechesi, perché, come hanno detto i genitori, l’ora di catechesi è lo “show” che va in onda, ma c’è tutto un lavoro di formazione, programmazione e preparazione che non si vede, ma occupa molto tempo e molte energie.

Beato Daniele d’Ungrispach

Beato Daniele d'UngrispachSabato prossimo, 13 maggio durante la S. Messa delle ore 18.30 in San Leopoldo, ricorderemo anche il Beato Daniele d’Ungrispach. Nella Festa di San Mattia (che cade il 14 maggio) del 1392, a Daniele fu concesso d’esser annoverato tra i “familiari” del monastero di San Mattia di Murano, rimanendo però laico senza emettere voti e senza obbligo della clausura. Infatti continuò, fino alla morte, ad esercitare la mercatura non per guadagno personale ma per aiutare i poveri e sostenere i monaci.

la chiesa di san Giorgio di Brazzano

Chiesa di san GiorgioIl 25 aprile è stata riaperta la chiesa di San giorgio doopo due anni di chiusura a causa di pericolosi distacchi di intonaci dalla torre campanaria. I lavori di manutenzione hanno interessato anche la revisione della copertura con la sistemazione dei coppi per prevenire infiltrazioni all’interno dell’edificio.

La chiesa di San Giorgio, che è il patrono di Brazzano e di cui la parrocchia porta il nome, è il simbolo del paese. Emerge con il suo biancore dal verde del colle con il suo robusto campanile alto 20 metri. È uno dei pochi campanili del Collio che terminano con una merlatura di tipo ghibellino, ma fino agli anni Venti il campanile terminava con una cuspide, che venne poi demolita.

La prima chiesa sorse circa 700 anni fa sulle rovine di un castello distrutto nel 1257 dal conte di Gorizia Mainardo in lotta contro il patriarca Gregorio. La chiesa subì nei secoli vari lavori di restauro e rifacimento quella che oggi ammiriamo risale al XVI secolo anche se sono stati effettuati successivamente interventi di restauro e di straordinaria manutenzione come riportano alcune iscrizioni che si trovano all’interno della chiesa. In particolare uno dei lavori di restauro fu effettuato nel 1881 come riporta la data che si trova sul pavimento all’ingresso del tempio. Altri lavori di consolidamento vennero effettuati nel 1979 dopo che la chiesa subì danni dal terremoto di tre anni prima.

Re Leone ci fa riflettere sul rapporto tra fratelli e la responsabilità

La Compagnia Teatrale Rompiscena del RicCormòns quest’anno si è cimentata con “Il Re Leone”, un musical in due atti ispirato al film di animazione della Walt Disney Company che ha debuttato 19 ottobre 1999 al Re Leone interpretato RompiscenaLyceum Theatre di Londra.

La storia riprende un elemento presente in molte storie raccontate fin dall’antichità: la rivalità tra i fratelli. Questa rivalità è presente anche nell’Antico Testamento nel rapporto tra Caino e suo fratello Abele e nella storia di Giuseppe, ultimo patriarca, venduto schiavo dai fratelli.

Re Leone, il Musical

Hanno debuttato la scorsa settimana “i Rompiscena”, il gruppo teatrale del Ric Cormons. La bellezza dello spettacolo è stato segnato dagli applausi scroscianti degli spettatori: “Il re Leone” è stato un susseguirsi di emozioni e di riflessioni. Ringraziamo i Rompiscena per aver voluto confrontarsi con un’opera dal grande impatto emotivo: non è stato facile, ma ciò rende ancora più bella e significativa l’esperienza del Teatro che come Ricreatorio, grazie alla passione di questi giovani, è giusto supportare.

La celebrazione della Cresima e della Prima Comunione

Le Cresime a CormònsMaggio, nelle nostre Comunità, è il mese in cui si celebra il Sacramento della Cresima e si vive la Prima Comunione. La Cresima e l’Eucaristia, unitamente al Battesimo, costituiscono i Sacramenti dell’iniziazione cristiana. Infatti ci rendono pienamente partecipi della morte e risurrezione di Cristo, ci trasformano in Lui e ci rendono parte del suo corpo che è la Chiesa, ci inseriscono nella sua vita e nella sua missione. Se è vero che, nella prassi pastorale, viviamo “separatemente” i tre Sacramenti, è anche altrettanto vero che dal punto di vista teologico, comunque, questi Sacramenti sono un tutto unico. Con il lavacro battesimale nasce l’uomo nuovo per mezzo dello Spirito Santo; con l’unzione crismale, lo Spirito conferma il nuovo rapporto con Dio, compie la conformazione a Cristo e rende partecipi della sua missione; tutto questo abilita a partecipare alla mensa eucaristica per diventare, come Cristo, pane spezzato e sangue versato per amore.

Il Re Leone. Ecco il backstage

Volevate sapere cosa si nasconde dietro allo spettacolo messo in campo dal gruppo teatrale dei Rompiscena il 30 Aprile 2017 ?

Dopo il grande successo riscosso ecco a voi il backstage de "Il Re Leone"

Buona visione

 

Per altri video puoi consultare il canale dedicato YouTube del sito all'indirizzo: www.youtube.com/user/chiesacormons

Giornata mondiale delle Vocazioni

Giornata mondiale delle VocazioniIeri domenica 7 maggio si è celebrata la Giornata Mondiale delle Vocazioni. Nel pomeriggio, alle ore 15.30 a Gorizia presso la Comunità Sacerdotale, l’Arcivescovo ha incontrato le Zelatrici del Seminario. Durante l’incontro, all’Arcivescovo Carlo è stata consegnata l’offerta di Cormòns, pari ad € 1450,00 per la gestione del Seminario Interdiocesano.

Martedì 9 maggio alle ore 17.30 in San Leopoldo vivremo l’Ora di Adorazione Eucaristica per le Vocazioni di Speciale Consacrazione. Sarà questo, per tutto il mese di maggio, un appuntamento settimanale

A sostegno dell'otto per mille

Guarda la 
galleria fotografica

 

otto per milleDomenica 30 aprile 2017, seconda domenica di Pasqua, le due parrocchie di san Giovanni Battista di Prepotto e di san Giuseppe di Dolegna del Collio hanno scelto di formare le comunità al sovvenire della Chiesa Italiana per l’otto per mille, il fondo finalizzato a sostenere le iniziative a favore dei poveri, dei sacerdoti e per l’annuncio del Vangelo.

L’evento ha avuto luogo in occasione della tradizionale festa degli Alpini.

Davanti a un pubblico attento e partecipe sono state presentate le molte opere di carità e di formazione cristiana sostenute dalla Chiesa nelle sue numerose istituzioni benefiche, con particolare attenzione ai poveri e ai giovani.

Tre i relatori: il parroco p. Elvio Battaglia, l’avv. Elena Specogna e sr. Maria Casalicchio delle suore Pastorelle.

Molto attivi i ragazzi del paese: hanno collaborato per preparare la manifestazione e lo svolgimento. Hanno percorso le strade del paese, la piazza, sono entrati nei bar e negli altri locali pubblici, per incontrare le persone e distribuire volantini.

La loro collaborazione insieme all’attiva partecipazione dei parrocchiani ha determinato la buona riuscita della manifestazione.

Cresime

Domenica prossima 7 maggio, durante la S.Messa delle ore 10.00 in Duomo a Cormòns, l’Arcivescovo Carlo amministrerà il Sacramento della Confermazione a 36 giovani delle nostre Comunità che, in questi anni, hanno vissuto il cammino di preparazione alla Cresima. Mons. Redaelli incontrerà i cresimandi mercoledì 3 maggio, alle ore 18.30 in Ricreatorio: una bella occasione per conoscersi da vicino e prepararsi al meglio alla Celebrazione di domenica prossima. Tutte le Comunità sono invitate a pregare per questi nostri giovani: “Signore Gesù, che hai promesso ai tuoi Apostoli il tuo Spirito consolatore, e hai garantito lo Spirito Santo a coloro che lo chiederanno con Fede, ti preghiamo di mandare su questi giovani le virtù della sapienza, dell’intelletto, del consiglio e della fortezza, della scienza e della pietà e del santo timore di Dio. Te lo chiediamo per poter raccoglierne i frutti, in noi e attorno a noi: la gioia, la pace, la benevolenza, l’amore”.

Raccolta Alimentare

Borsa della spesaSabato 6 maggio 2017 verrà vissuta, presso la Coop di v.le Venezia Giulia - Cormons, una RACCOLTA ALIMENTARE a favore della Caritas Parrocchiale che contribuirà a sostenere le distribuzioni mensili delle "BORSE DELLA SPESA" con alimenti per circa 90 nuclei familiari. Grazie anticipatamente a tutti!!!

Mons. Radaelli incontra i cresimandi delle nostre Comunità

Guarda la galleria fotografica

Mercoledì 3 maggio, in Ricreatorio, Mons. Radaelli ha incontrato i 36 giovani delle nostre Comunità a cui domenica 7 maggio amministrerà il Sacramento della Confermazione: una bella occasione per conoscersi da vicino e prepararsi al meglio al Sacramento che sigilla e rafforza la nostra fede in Cristo Gesù.

Brazzano

Martedì scorso 25 aprile, dopo oltre un anno di chiusura, è stata riaperta la Chiesa di San Giorgio. I lavori della Chiesa (appartenente al Comune di Cormòns), realizzati in sinergia tra Parrocchia ed Amministrazione Comunale, sotto la supervisione dell’architetto Valentini, sono serviti per la riparazione (consolidamento parziale) della Torre campanaria danneggiata dalle perduranti infiltrazioni di acqua piovana. La Parrocchia di San Giorgio si è assunta l’onere per la messa in sicurezza di quasi tutte Chiese di Brazzano (tutte di proprietà del Comune): Chiesa di Santo Stefano in Giassico; Chiesa di San Lorenzo in Brazzano; Chiesa di San Giorgio sul colle. Questa ad oggi è la situazione economica degli interventi:

LAVORI ESEGUITI pari a: Euro 33.860,00 INTROITI dal Comune di Cormòns: Euro 30.385,00

A carico della Parrocchia di San Giorgio: Euro 3475,42 (passivo).

Chi volesse dare il proprio contributo alla Parrocchia di Brazzano, può farlo attraverso un bonifico bancario (causale San Giorgio): IBAN PARROCCHIA SAN GIORGIO IT 30 Z 08622 64550 003000 175614 oppure portando la propria offerta presso il Negozio BON ANTONIO FRUTTA E VERDURA in Via XXIV Maggio 73 a Brazzano. Fin d’ora un grazie a quanti daranno il proprio contributo.

Con "Il Re Leone" i Rompiscena hanno superato loro stessi

Guarda la galleria fotografica

I Rompiscena presentano "Il Re Leone"

Grande consenso riscosso da parte del pubblico per il nuovo lavoro teatrale dei Rompiscena: "il Re Leone".

I commenti al termine delle due serate proposte sono stati a dir poco entusiastici.

Il gruppo dei Rompiscena è riuscito a stupire i presenti con uno spettacolo che sicuramente resterà nella storia delle produzioni sino ad ora presentate.

Uno spettacolo che è riuscito ad emozionare, commuovere e divertire grandi e piccini accorsi in un teatro completamente riempito nelle due giornate di programmazione previste.

E' stato sicuramente il coronamento ad un grande lavoro preparato con cura in tutti questi mesi dai registi, dagli scenografi, dai responsabili delle musiche e del canto e dagli stessi attori.

Come le mirofore

Come le mirofore, cioè donne che sono andate a onorare la tomba di Gesù quando ancora faceva buio quel giorno dopo il sabato, anche le comunità Veglia Pasquale 2017cristiane della Collaborazione pastorale si sono radunate nelle chiese parrocchiali per celebrare la Veglia di Pasqua. Forse come le mirofore anche i fedeli della Collaborazione si sono domandati chi sposterà la grossa pietra, non quella che chiude il sepolcro di Gesù, ma quella che impedisce di essere veramente felici in questo tempo pieno di ansie e preoccupazioni.

Nella omelia monsignor Nutarelli ha detto che “Gesù risorto è l’impossibile che diventa possibile. Ed io, te noi in Cristo possiamo trovare la forza di rendere possibile ciò che è impossibile”. Ha aggiunto che anche nelle nostre comunità ci sono tanti cristiani che hanno reso possibile l’impossibile mettendosi a disposizione della comunità nei servizi, aprendosi all’accoglienza e accettando la sofferenza propria o di un familiare.

La contemplazione dell'Amore

Venerdì con le Vie Crucis e la Liturgia della Memoria della Passione si è contemplato l’Amore di Gesù nella sua Passione e Morte. Donpi nella sua breveVenerdì Santo 2017 riflessione ha ripreso le parole di padre Cantalamessa che nella Basilica di San Pietro si è domandato se ogni giorno ascoltiamo notizie delle morti di tanti innocenti come mai ci ricordiamo di quel Gesù di Nazareth che è stato crocefisso 2000 anni fa. La risposta di padre Cantalamessa è stata questa: la morte di Gesù “ha cambiato per sempre il volto della morte” e “ha dato un senso nuovo alla morte di ogni essere umano”.

Pagine

Diretta Streaming

 
  Diretta Video Live dalla chiesa di san Leopoldo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 1: Duomo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 2: Rosa Mistica
Sospesa fino a giugno 2017
Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 3: Centro Cattolico

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 4: san Leopoldo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

Hai problemi di ascolto ?
Clicca qui.

Accesso utente

 

Calendario annuale

 

Il Vangelo della settimana

 

18-06-2017

Per capire cosa è e come ci dobbiamo nutrire del Corpo di Gesù, basta domandarsi come Gesù si nutre del Padre. Gesù vive per il Padre e c'invita a vivere per Lui. Il Padre è sempre vicino a Gesù ed è sempre pronto ad ascoltarlo per aiutarlo. Gesù si nutre di Lui pregando ed ascoltandolo. Se s'incarnato è per stare vicino a noi. Ci dona la sua presenza, la disponibilità, gli insegnamenti, gli esempi e le lezioni di vita. Se mi nutro di tutto ciò, diventeranno per me cose molto importanti ed avrò voglia di vivere in comunione con Lui. Ma abbiamo bisogno anche del pane consacrato come segno tangibile della sua presenza, anche se allo stesso tempo rimane misteriosa ed invisibile agli occhi di chi non vuol vederla. Ne abbiamo bisogno per collocarlo nello spazio, per poterlo guardare, ma soprattutto ne abbiamo bisogno per concretizzare il nostro incontro con Lui manifestando fisicamente e pubblicamente il nostro desiderio di nutrirci di Lui. Per questo la comunione si riceve alla S.Messa, in mezzo all'assemblea pubblica. Alzarsi ed andare a prendere il pane consacrato davanti a tutti, è come confessare pubblicamente che la comunione con Gesù m'interessa, e questo chiaramente implica, per inciso, che m'interessa la comunione anche con tutti i presenti. Ed è bello anche fare le processioni eucaristiche per fare vedere a tutti che questo Gesù è importante per noi. Qualcuno si domanda se ne è degno, ma nessuno ne è degno. Forse qualcuno è più preparato, qualcuno ha una consapevolezza maggiore del dono ricevuto, qualcuno si lava, si veste e si profuma per bene come si fa per andare ad un incontro importante, ma nessuno è degno. Gesù, però, ci dice in ogni Eucarestia: "Prendete e mangiatene tutti", perché sa che tutti ne abbiamo bisogno e Lui si dona a tutti come pane spezzato, vivo e vero per una sempre nuova ed eterna alleanza.

La preghiera della settimana

 

18-06-2017

Sei tu, Gesù, il pane vivo:

pane fragrante che reca

il profumo di una comunione

profonda ed indicibile

che ti unisce al Padre

e allo Spirito Santo.

È mangiando di te che

noi partecipiamo alla vita divina

e le nostre povere, limitate esistenze,

ricevono un gusto di eternità.

Sei tu, Gesù, il pane vivo:

pane disceso dal cielo,

dono di Dio ad un’umanità

affamata di amore e di misericordia,

umiliata nella sua dignità

e grandezza, isterilita dall’egoismo

e dalla durezza di cuore.

È mangiando di te che noi

veniamo risanati e diventiamo

capaci di compassione e di perdono,

di generosità e di fedeltà.

Sei tu, Gesù, il pane vivo:

pane che trasmette

la bellezza e la bontà

dei tuoi gesti e delle tue parole.

Sì, perché tu ti sei fatto uomo

per cambiare il nostro modo

di essere uomini e donne

e per far nascere una terra nuova.

Sei tu, Gesù, il pane vivo:

pane spezzato, esistenza donata

per fermare il potere del male

e farci sperimentare

una capacità inaudita

di costruire la giustizia e la pace.

 

(Roberto Laurita)

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2014

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato..
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.

La violenza non è forza ma debolezza (Benedetto Croce)

Gianfranco Ravasi, Cardinale

L'incontro personale con i rifugiati dissipa paure e ideologie distorte e diventa fattore di crescita in umanità.

Francesco, Papa

Corpus Domini a Lonzano Grazie don Fausto. Sei unico. Grazie di esserci

Donpi, mons

Notizie del SIR

Cerca un Sito Cattolico

Informazioni sul sito

Informazioni e statistiche riferite al sito chiesacormons.it

I numeri del sito al (19/5/2016)

7167
Pagine pubblicate
8007
Foto pubblicate
7200
Megabytes di dati inseriti
708
Utenti registrati

La redazione

Adalberto Chimera
Articolista

Responsabile dei contatti con la stampa.

Voce Isontina front man.

Alfredo Di Carlo
Fotografo ed articolista

Valente fotografo ed articolista.

Appassionato della tecnologia e prezioso supporto tecnico.

Anastasia Di Carlo
Redattrice ed fotografa

Entusiasta redattrice e promettente fotografa.

Abbiamo lei che abbatte la media d'età del sito.

Andrea Femia
Direzione operativa

Direzione operativa della redazione.

Chiesacormons evangelist.

Francesco Marcon
Articolista, redattore

Redattore e informatico.

Fai un "fischio" ed arriva. Sempre disponibile.

Franco Femia
Articolista, redattore

Autorevole articolista.

Un giornalista vero, il pedigree della redazione.

Giorgio Abate
Fotografo ed articolista

Fotografo ed articolista.

Il nostro Jolly. Sempre sulla notizia.

Luciano Bozzini
Redattore ed informatico

Redattore ed informatico.

Giovane promessa. Sempre affidabile e disponibile.

Luciano Ventrella
Fotografo e redattore

Fotografo e redattore.

Si muove in discrezione con grande efficienza.

Lucio Iacolettig
Direzione tecnica

Direzione tecnica e riprese video.

E' quello che alza la media d'età alla redazione.

Marianna Braida
Redattrice ed articolista

Redattrice ed articolista.

Affronta le cose con un bel sorriso, lo fa in modo serio.

mons Paolo Nutarelli
Supervisore

Supervisore della redazione.

Il delicato tocco spirituale e grande motivatore del gruppo.

Partrik Bussani
Fotografo ed articolista

Fotografo ed articolista.

Tiene sempre il motore caldo per essere sulla notizia.

Roberto Tomat
Redattore

Responsabile sezione canzoniere liturgico.

Tutta l'Italia accede al materiale che pubblica.

Simone Cappello
Fotografo e redattore

Fotografo artista e redattore.

Oltre al resto, l'apporto artistico alla redazione.

Santina Odelli
Fotografa ed articolista

Valente fotografa ed articolista.

Il tocco di classe femminile alla redazione.

Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
RSS icon
e-mail icon