Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Martedì 25/04 alle ore 10:45 riapre la Chiesa di San Giorgio alle ore 11:00 S.Messa solenne --- Mercoledì 26/04 ore 17:30 in Ric incontro dei catechisti del Primo Anno di Catechesi --- Giovedì 26/04 ore 20:30 in Duomo a Cormòns incontro dei genitori dei bambini che vivranno la Festa di Prima Comunione --- Venerdì 28/04 ore 18:00 nella Sala Civica del Comune di Cormòns incontro con il Prof. Francesco Pira - sociologo --- Domenica 30/04 ore 20:30 presso il Teatro Comunale di Cormòns prima del musical "Il Re Leone"--- Lunedì 01/05 ore 17:00 presso il Teatro Comunale di Cormòns replica del musical "Il Re Leone" ---
  • Le comunità
    Tutte le news da chiesacormons.it
    Gli orari delle sante messe
    La settimana insieme
    Il calendario annuale
  • In linea diretta
    Live da Rosa Mistica
    I 3 canali radio
    I podcast degli eventi principali
    I nostri video
    Gli album fotografici
  • I servizi
    Richieste alla parrocchia
    Domande frequenti
    Ufficio
    Chi siamo
  • La storia
    Le 20 chiese dell'unità pastorale
    I gruppi e le associazioni
    Briciole di storia nostra
    Cosa è successo negli anni scorsi

Memoriale dell'amore di Dio

L’inizio della “Settimana Santa” accosta due momenti fondamentali del mistero cristiano: da una parte, l’accoglienza trionfale di Gesù in Gerusalemme allude alla sua missione messianica, dall’altra risuona già il racconto della sua passione e morte, nel quale Gesù appare come vittima dell’ignoranza e dell’ingiustizia umana.

Solo una lettura di Fede dunque, permette di riconoscere in questi due momenti il “Salvatore” inviato da Dio all’umanità e di benedirlo come «Colui che viene nel nome del Signore». La lettura della passione è tratta dal Vangelo di Matteo che tende a prepararci all’umiliazione del Messia: il Signore viene non nella sua gloria ma nell’umiltà della condizione umana, come ad avvisare il credente che non si lasci ingannare dal trionfo che precede questo percorso.

Orari della Settimana Santa nelle nostre Comunità

Giovedì Santo
Cormons

ore 07:10 Rosa Mistica: Lodi del Mattino
ore 20:30 Duomo Solenne Celebrazione Eucaristica segue l’Adorazione Notturna presso la “Tenda dell’Eucarestia” (sala a finaco il Duomo)

    Borgnano: ore 20:00 Solenne Celebrazione Eucaristica

    Brazzano: ore 20:00 Solenne Celebrazione Eucaristica

    Dolegna: ore 20:00 Chiesa di Dolegna Solenne Celebrazione Eucaristica

    Venerdì Santo
    Cormons

    • ore 07:00 Rosa Mistica: Lodi del Mattino
    • ore 15:00 Chiesa della Subida Via Crucis
    • ore 20:30 Duomo Solenne Celebrazione della Passione del Signore
    • ore 22:00 Monte Quarin Via Crucis

    Borgnano: ore 20:30 Solenne Celebrazione della Passione del Signore (la Celebrazione si concluderà nella Chiesa di Santa Fosca sul colle)

    Brazzano: ore 20:00 Solenne Celebrazione della Passione del Signore

    Dolegna: ore 20:00 Oratorio di Mernico Via Cruci segue Solenne Celebrazione della Passione del Signore

    Sabato Santo
    Cormons

    • ore 06:50 Rosa Mistica Ufficio delle Letture
    • ore 07:10 Rosa Mistica: Lodi del Mattino
    • ore 21:00 Duomo Solenne Veglia Pasquale

    Borgnano: ore 21:00 Solenne Veglia Pasquale

    Brazzano: ore 21:00 Solenne Veglia Pasquale

    Dolegna: ore 20:00 Chiesa di Dolegna Solenne Veglia Pasquale

    Domenica di Pasqua
    Cormons

    Per la Celebrazione della Riconciliazione

    Per la Celebrazione della RiconciliazioneDomenica 9 aprile dalle ore 16.30 alle ore 18.00 (don Paolo)

    Lunedì 10 aprile dalle ore 16.00 alle ore 18.30 (don Fausto);                   dalle ore 20.00 alle ore 21.30 (don Pierre)

    Martedì 11 aprile dalle ore 09.00 alle ore 12.00 (don Fausto);                   dalle ore 16.00 alle ore 18.30 (don Pierre)

    Mercoledì 12 aprile dalle ore 09.00 alle ore 12.00 (don Fausto);               dalle ore 16.00 alle ore 18.30 (Padre Zeno - don Pierre)

    Giovedì 13 aprile dalle ore 09.00 alle ore 12.00 (Padre Zeno).                     Nel pomeriggio il Santuario rimane chiuso.

    Venerdì 14 aprile dalle ore 09.00 alle ore 12.00 (Padre Zeno - don Pierre); dalle ore 16.30 alle ore 18.30 (Padre Zeno)

    Sabato 15 aprile dalle ore 09.00 alle ore 12.00 (Padre Zeno - don Fausto);   dalle ore 10.00 alle ore 12.00 (don Paolo); dalle ore 15.00 alle ore 18.30 (Padre Zeno - don Pierre)

     

    Durante la Settimana Santa sarà presente, in Santuario, Padre Zeno della Comunità dei frati di Barbana: è un grande dono per il quale fin d’ora ringraziamo.

    La domenica delle palme nelle nostre comunità

    Guarda la  galleria fotografica

    La domenica delle palme nelle nostre comunità

    Quest'anno abbiamo voluto riunire tutte le foto della Domenica delle Palme in un unico articolo. Troverete quindi le foto di don Paolo in processione verso il Duomo di Sant'Adalberto, don Franco che benedisce gli ulivi fuori Santa Fosca, don Fausto che conduce la comunità a Brazzano e don Pierre che celebra a Dolegna del Collio. Una grande Domenica delle Palme per una grande comunità.

    A Borgnano, la domenica delle Palme, è stata celebrata da don Franco Gismano.

    La meravigliosa giornata ha permesso di eseguire la benedizione dei ramoscelli di ulivo sul bel sagrato della chiesa.

    Don Franco nella sua omelia ha voluto ricordare come la magnificenza di Dio, per noi cattolici, nasce dal racconto della passione di Gesù.

    Un racconto che ci parla di un fallimento percepito, dove ancora la dimensione del mistero non viene compiutamente compreso.

    L'augurio che ci viene fatto è quello di poter partecipare ai riti della settimana santa con la volontà di volerci avvicinare a questo mistero.

    Ringraziamento

    Caritas ParrocchialeGli Amici, alla memoria di Piero Pascoletti, hanno raccolto la somma di € 525,00 devoluta interamente alla Caritas Parrocchiale: ringraziamo, anche anome della Famiglia, quanti hanno voluto onorare Piero.

    Via Crucis cittadina a Cormòns

    Guarda la galleria fotografica

    Come tradizione il venerdì che precede la domenica delle Palme a Cormòns la Comunità cristiana ha vissuto la Via Crucis cittadina che quest’anno si è snodata dalla Chiesa di Sant’Apollonia fino a Piazza XXIV Maggio.

    Mons. Paolo ha ringraziato tutti quelli che in questi giorni hanno messo a disposizione il loro tempo ed entusiasmo per impostare il percorso e le riflessioni per far vivere alla numerose persone presenti una serata “alternativa” di Fede.

    Prepariamo la Pasqua

    Vivere la Settimana Santa è entrare sempre più nella logica di Dio, nella logica della Croce, che non è prima di tutto quella del dolore e della morte, ma quella dell’amore e del dono di sé che porta vita. E’ entrare nella logica del Vangelo. Seguire, accompagnare Cristo, rimanere con Lui esige un “uscire”. Uscire da se stessi, da un modo di vivere la Fede stanco ed abitudinario, dalla tentazione di chiudersi nei propri schemi che finiscono per chiudere l’orizzonte dell’azione creativa di Dio. Fin d’ora ricordiamo la bellezza del Triduo Pasquale, un’unica grande celebrazione che abbraccia più giorni; non sono tre celebrazioni distinte come, spesso si pensa (erroneamente), ma è un unico grande avvenimento al quale come Comunità cristiana siamo invitati!

    9 APRILE 2017
    DOMENICA DELLE PALME - INIZIO DELLA SETTIMANA SANTA
    NELLE COMUNITÀ: MEMORIA DELL’INGRESSO DI GESÙ A GERUSALEMME - BENEDIZIONE DELL’ULIVO

    A Cormòns:
    ore 08.30 – Rosa Mistica, Santa Messa
                     (attenzione: domenica 9 e domenica 16 aprile la S.Messa di Rosa Mistica sarà celebrata alle ore 08.30)

    ore 09.40 – Piazzale antistante Rosa Mistica: BENEDIZIONE dell’ULIVO
                      segue Processione verso il Duomo dove si terrà la S.Messa Solenne

    ore 16.00 Rosa Mistica: Canto dei Vespri
    ore 18.30 – Duomo, Santa Messa

    A Dolegna:
    ore 10.00 – Piazzale del Municipio, segue Processione verso la Chiesa dove si terrà la S.Messa

    Prepariamo l'ulivo

    Prepariamo l'ulivoCome ormai tradizione, in Parrocchia a Cormòns sabato prossimo 8 aprile alle ore 14.30 in Ric, sotto il Tendone, invitiamo le persone di buona volontà a preparare i rametti di ulivo che serviranno per la benedizione nel giorno delle Palme: fin d’ora il grazie più sentito per questo prezioso servizio

    La Via Crucis cittadina a Cormons

    Venerdì 7 aprile 2017 alle ore 20.30 a Cormòns, verrà vissuta la Via Crucis cittadina che quest’anno si snoderà dalla Chiesa di Sant’Apollonia proseguendo per Via San Giovanni, Via Patriarchi, sosta nel cortile dell’ex scuola “Feltre” e Riva della Torre per concludersi in Piazza XXIV Maggio. In queste settimane sono stati impostati il percorso e le riflessioni: ringraziamo di cuore quanti hanno messo a disposizione tempo ed entusiasmo per far vivere alla Comunità una bella serata di Fede! Confidiamo nella partecipazione di tutta la Comunità.

    A Borgnano si festeggia l'arrivo della primavera

    A Borgnano si festeggia l'arrivo della primaveraLa primavera è arrivata e nell'aria c'è un inebriante profumo di fiori appena sbocciati: viole, primule e biancospini che spiccano candidi in mezzo al bosco ancora leggermente addormentato. Le giornate si sono allungate, si sente il cinguettio degli uccellini che sembra un concerto di flauti e violini e l'allegria dei bambini che corrono felici sui prati fioriti.

    L'arrivo della bella stagione è sempre un momento di festa a Borgnano.

    Ogni anno la Scuola Steiner-Waldorf saluta la primavera proponendo una domenica all'insegna dei giochi all'aperto e dei laboratori artistici e creativi. L'evento quest'anno si terrà domenica 9 aprile presso la scuola a partire da mezzogiorno dove un ricco buffet e caffetteria allieteranno i palati di grandi e piccini. Alle 14.30 si apriranno le iscrizioni per la caccia al tesoro che si terrà dopo il teatrino delle pupette il quale inizierà alle 15.00 e rappresenterà la fiaba dei fratelli Grimm intitolata "La signora Holle".

    A seguire martedì 11 aprile alle ore 17.00 la sala parrocchiale si riempirà di bambini e ragazzi per dipingere le uova pasquali e decorare a festa il pozzo adiacente alla Chiesa. L'ormai tradizionale laboratorio è organizzato dall'associazione Chei Dal Poz in collaborazione con la Parrocchia di Santa Fosca e la Scuola Steiner-Waldorf.

    Memoria di Suor M. CECILIA

    Suor M.CeciliaMEMORIA di

    Suor M. CECILIA dell’Addolorata
    (Savina LISANDRO)

    nata a Portogruaro (Venezia) il 1° febbraio 1930

    morta a Cormòns (Gorizia) il 31 marzo 2017

    67 anni di Consacrazione Religiosa

    Nelle tue mani, Signore, è la mia vita: di questo gioisce il mio cuore ed esulta la mia anima…
    (Salmo 16)

    La nostra cara suor Cecilia, che nel lontano 1945 aveva iniziato la sua prima formazione nella nostra Congregazione con grande fervore e gioia di spirito, proprio qui ai piedi di Rosa Mistica, era ritornata tra noi poco più di due anni fa, nel gennaio 2015, contenta di avere la grazia di terminare la propria vita religiosa dove l’aveva iniziata, presso la Vergine Santa, di cui è sempre stata assai devota.

    A pochi mesi dalla sua prima professione religiosa, emessa nel maggio 1950, suor Cecilia lasciava Cormòns con destinazione Roma: nella Città Eterna rimase ininterrottamente per ben 64 anni, offrendo il proprio servizio nelle quattro diverse nostre Comunità, alternandosi in esse secondo le necessità. Docile all’obbedienza, fervente nella propria donazione al Signore e sempre pronta al sacrificio, con tanta serenità ha saputo passare da un luogo all’altro con la disponibilità e lo spirito buono che aveva assorbito dal Noviziato, dallo scorrere della vita e dagli insegnamenti ed esempi del nostro santo Fondatore Padre Luigi. Così a Roma fu all’Istituto Sant’Agnese dal 1950 al 1971 e dal 1071 al 1973 alla Casa Generale nella sua sede provvisoria di Viale Vaticano. Ritornò poi a Sant’Agnese, ove rimase fino al 1992, passando quindi ancora alla Casa Generale aperta in Via dei Damasceni e poi trasferita in Via Innocenzo IV. Da qui suor Cecilia partì per l’ultimo tratto del suo viaggio di esistenza terrena nel 2015.

    Festa della Famiglia a Brazzano

    Guarda la galleria fotografica

    Festa della Famiglia a BrazzanoIn occasione della quarta Domenica di Quaresima la comunità di Brazzano ha voluto porre al centro dell’attenzione la famiglia, punto di forza fondamentale per lo sviluppo della comunità quale “Famiglia di Famiglie”.
    In quest’occasione le famiglie del borgo si sono riunite per rendere grazie a Dio per il dono della vita.
    Gesù, nel Vangelo di questa domenica, chiama Lazzaro ad uscire dal sepolcro, dal buio alla luce, dalla morte alla vita. Vuole che ognuno di noi realizzi pienamente se stesso donando le proprie capacità per il bene della comunità intera. Una vita vale la pena di essere vissuta quando questa diventa dono per gli altri: questa è l’Eucarestia, questo è il significato della Croce.
    La celebrazione della santa Messa è stata presieduta da don Paolo e don Fausto ed è stata allietata dai canti dei due cori di Brazzano: quello dei bambini e quello degli adulti. A seguire un momento di agape fraterna.
    Si ringraziano tutti coloro che si sono adoperati per la buona riuscita della festa.

    Un'esperienza straordinaria

    Un'esperienza straordinariaSono rientrati lunedì scorso i pellegrini delle nostre Parrocchie in terra di Portogallo e Spagna. Sul sito parrocchiale www.chiesacormons.it si possono trovare il Diario quotidiano del viaggio e le immagini che fissano nel tempo questi giorni intensi ed indimenticabili. Il pellegrinaggio, a Fatima e Santiago di Compostela, non riguarda solo coloro che hanno vissuto l’esperienza ma tutte le Comunità che, dai pellegrini, sono state rappresentate ai piedi di Maria, Madonna del Rosario e sulla tomba di San Giacomo il Maggiore.

    In particolare, Fatima ci invita a rileggere la storia contemporanea del mondo, ed in particolare l’Europa, con le guerre mondiali e l’ateismo diffuso ma, soprattutto, apre anche i cuori ad una invincibile speranza nel futuro della Chiesa e della società intera. L’ azione di Dio nella storia e la corresponsabilità dell'uomo, nella sua drammatica e feconda libertà, sono i due perni sui quali si costruisce la storia dell'umanità. La Madonna, apparsa a Fatima, ci richiama a questi valori dimenticati, a questo avvenire dell'uomo in Dio, di cui ognuno di noi è parte attiva e responsabile.

    Assemblea del Ric Cormòns

    Lunedì 3 aprile 2017, alle ore 20.30, presso la Sala del Centro Pastorale “Mons. Trevisan”, è convocata l’Assemblea Annuale dei Soci del Ric Cormòns per l’approvazione del bilancio e la presentazione delle linee guida dell’anno. Ricordiamo che con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormòns, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare, nell’apposita casella del riquadro del 5Xmille, il

    CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318

    ed apporre la firma. Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

    La "Festa della Famiglia" a Brazzano

    La "Festa della Famiglia" a BrazzanoDOMENICA 2 APRILE 2017 desideriamo celebrare insieme la FESTA DELLA FAMIGLIA. Come Comunità di Brazzano, sentiamo l’importanza di rendere grazie a Dio per il DONO della VITA, dal concepimento all’incontro definitivo con LUI. L’appuntamento è per le ore 11.00 nella Chiesa di San Lorenzo per la S.Messa a cui seguirà, in casa canonica, un momento conviviale aperto a tutti. In particolare sono invitate le Famiglie dei bambini nati o battezzati nella Comunità.

    Via Crucis decanale nelle pietraie che piangono i morti della Grande Guerra

    Passo dopo passo, nel silenzio della notte, illuminata dalle stelle e dalle torce tascabili, dietro il crocifisso. Donne e bambini, uomini e ragazzi, sacerdoti e giovani con in testa l’arcivescovo Carlo Maria Redaelli. Si è Via Crucis decanalesnodata così la Via crucis del decanato Cormons-Gradisca, che ha portato i fedeli da San Martino del Carso al monte San Michele. Un percorso suggestivo ma anche significativo tra le pietraie del Carso che ancora piangono le migliaia di morti di quella guerra che cento anni fa papa Benedetto XV definì “un’inutile strage”. Non è un caso che sia stato scelto San Martino e il Carso per questa liturgia quaresimale, un paese immortalato da pochi ma profondi di Giuseppe Ungaretti: “Di queste case /non è rimasto/ che qualche brandello di muro/Di tanti che mi corrispondevano/non è rimasto/ neppure tanto/ Ma nel cuore/ nessuna croce manca / È il mio cuore/ il paese più straziato”.

    Gruppo liturgico

    In prossimità delle Celebrazioni Pasquali, chi lo desiderasse è invitato ad un incontro preparatorio delle liturgie; in particolare sono invitati i Lettori. L’appuntamento è per giovedì 30 marzo alle ore 20.30 nelle sale a fianco il Duomo.

    Come più volte abbiamo ricordato, è nei giorni del Triduo che è racchiuso il cuore e l’essenza di tutta la Fede Cristiana. E’ nelle celebrazioni di questi misteri la radice della Fede in Gesù Cristo, che è morto e risorto per la salvezza dell’umanità. Caratteristica delle celebrazioni del Triduo è che sono organizzate come un’unica liturgia; infatti la S.Messa in Coena Domini non termina con l’ite missa est (”la Messa è finita”), bensì in silenzio con l’adorazione; l’azione liturgica del venerdì non comincia con l’usuale saluto e con il Segno della Croce e termina anch’essa senza saluto, in silenzio; infine la solenne Veglia comincia in silenzio e termina finalmente con il saluto finale. Il Triduo Pasquale costituisce pertanto un’unica solennità, la più importante di tutto l’Anno liturgico cattolico; dal Gloria della S.Messa del Giovedì a quello della Veglia, le campane devono stare in liturgico silenzio; anticamente anche gli strumenti musicali dovevano tacere il Venerdì ed il Sabato Santo, fino alla Veglia Pasquale, per meglio esprimere il senso penitenziale proprio di questi giorni; per questo molte composizioni di autori antichi, per il Venerdì Santo, furono scritte per solo coro. Oggi tuttavia è permesso l’uso degli strumenti musicali durante le celebrazioni di queste giornate, anche se solo per sostenere il canto.

    Pellegrinaggio a Fatima, Portogallo e Santiago di Compostela – Giorno 6

    Guarda la galleria fotografica

    Il Pellegrinaggio volge al termine. Sono stati giorni intensi caratterizzati sia da grande spiritualità ma anche da grande fraternità tra i pellegrini.

    In questo ultimo giorno i pellegrini hanno potuto visitare Santiago de Compostela, meta di grandi pellegrinaggi.

    La tomba di San Giacomo il maggiore ha portato a riflettere i pellegrini sul tema del viaggio.

    Durante la S.Messa don Paolo ha usato l'immagine di Santiago "all'incontrario": per molti Santiago è stata meta di un pellegrinaggio... per noi invece sia un punto di partenza: torniamo a casa con l'impegno ad annunciare agli altri la bellezza della Fede e dell'essere Comunità".

    Un grande grazie va alla guida portoghese Isa e all'autista del bus, Carlo: hanno reso unico e meraviglioso questo Pellegrinaggio.

    Don Paolo, in questi giorni, ad alcuni ha ricordato che "non siamo andati a Fatima per avere miracoli ma per fare della nostra vita un miracolo per gli altri: un segno di speranza per le persone che incontriamo".

    Dopo Pasqua, probabilmente il 13 maggio, i pellegrini si ritroveranno a celebrare l'Eucarestia di ringraziamento per questi splendidi giorni.

    Pellegrinaggio a Fatima, Portogallo e Santiago di Compostela - Giorno 5

    Guarda la galleria fotografica

    Pellegrinaggio in PortogalloI pellegrini con tanta gioia ma anche malinconia lasciano Fatima. La meta del cammino sarà Santiago di Compostela con una sosta a Braga per dormire. Durante il viaggio due tappe: COIMBRA e PORTO.

    Arroccata sopra il fiume Mondego, Coimbra è famosa per la sua prestigiosa università, una delle più antiche d’Europa insieme a Salamanca, Bologna, Parigi e Oxford. Le sue ripide stradine e le piazzette medievali hanno incantato i nostri pellegrini per il loro fascino antico, ricco di storia e di arte. Occasionalmente Porto viene chiamata anche la cidade invicta ("Città invitta") poiché respinse sia l'attacco dei Mori sia l'esercito imperiale di Napoleone, e non è mai stata sconfitta militarmente dalla sua creazione durante l'Impero Romano.

    Meravigliosa l'ex Chiesa di San Francesco per la bellezza. Alla sera arrivo a Braga dove i pellegrini hanno potuto celebrare la S.Messa nel Santuario del Bom Jesu.

    Pellegrinaggio a Fatima, Portogallo e Santiago di Compostela - Giorno 4

    Guarda la galleria fotografica

    Pellegrinaggio in PortogalloAnche questa mattina i pellegrini hanno avuto la possibilità di poter vivere una mattinata di spiritualità. Dopo aver riflettuto sulla Via Crucis e celebrato l'Eucarestia nella Solennità dell'Annunciazione, chi lo desiderava ha potuto accostarsi al Sacramento della Riconciliazione e prendersi del tempo per la propria interiorità. Prima del pranzo i pellegrini hanno visitato i luoghi natali del tre Pastorelli e potuto pregare l'Angelus nel luogo in cui l'Angelo della Pace è apparso a Lucia, Giacinta e Francesco.

    Nel pomeriggio una visita culturale a Tomar a visitare il convento dell'Ordine di Cristo (portoghese: convento de Cristo), o più semplicemente convento di Cristo a Tomar. Fu originariamente una fortezza appartenente ai cavalieri templari costruita nel XII secolo. In seguito alla dissoluzione dell'Ordine dei templari, avvenuta nel XIV secolo, il ramo portoghese dell'ordine si trasformò nell'Ordine del Cristo che finanziò le grandi scoperte del quindicesimo secolo.

    Pagine

    Diretta Streaming

     
      Diretta Video Live dalla chiesa di san Leopoldo

    Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

     

     RadioInsieme 1: Duomo

    Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

     

     RadioInsieme 2: Rosa Mistica
    Sospesa fino a giugno 2017
    Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

     

     RadioInsieme 3: Centro Cattolico

    Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

     

     RadioInsieme 4: san Leopoldo

    Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

     

    Hai problemi di ascolto ?
    Clicca qui.

    Accesso utente

     

    Calendario annuale

     

    Il Vangelo della settimana

     

    23-04-2017

    Toccare e vedere, per credere. Ma credere è un atto ben diverso dal toccare e dal vedere! Che bisogno c’è di credere una volta che si è avuta la prova inconfutabile di qualcosa? Che necessità c’è di chiamare in campo la Fede quando tutto è stato dimostrato per via sperimentale, in modo inequivocabile? Toccare e vedere... Chi di noi non ha chiesto al Signore Gesù di farlo passare per questa esperienza, che giudicava risolutiva? Ma quello che chiedevamo era motivato proprio dal fatto che la nostra Fede vacillava, che non riuscivamo più a metterci nelle sue mani, a credere nel suo progetto, a contare sulla sua presenza. Toccare e vedere… Per avere una garanzia, sicura. Per avere la certezza di non sbagliarsi, di essere dalla parte del giusto, dalla parte di quelli che alla fine “vincono”, non dalla parte dei perdenti, dei visionari, degli illusi. Ce ne sono già tanti in giro per il mondo! E fanno sempre un po’ di tenerezza, muovono alla compassione. Ma nulla di più. Toccare e vedere... Perché non c’è nulla di più difficile di una presenza che non può essere afferrata, bloccata, una presenza di cui in qualche modo impossessarsi, per trascinarsela dietro. Toccare e vedere... Non era lo stesso bisogno che avvertiva Israele, ai piedi del Sinai, quando Mosè sembrava ormai inghiottito dalla montagna e Dio così terribilmente lontano? Toccare e vedere... Ora, senza dover fare sempre appello alla fiducia, alla speranza, a ciò che solo un giorno potrà essere contemplato. Le nostre prove le viviamo nell’oggi, nell’esistenza quotidiana troppo spesso costellata di fallimenti, di dubbi, di ostacoli dall’aspetto insormontabile. Come fare ad andare avanti sempre così, a forza di Fede? Toccare e vedere... E non solo dei segni, delle tracce, ma delle prove indubitabili, che tutti devono – non solo possono – accettare. Senza margini di dissenso, senza ombre che giungono da interpretazioni discordanti. In modo chiaro, nitido, preciso. Solo Tommaso, però, ha potuto toccare e vedere. A noi, discepoli di Gesù a distanza di 2000 anni, non è data questa possibilità. E tuttavia proprio a noi è offerta una beatitudine: la gioia di credere in Lui, senza aver visto. Come un innamorato, che esce da se stesso per gettarsi nelle braccia della persona amata. Come un amico che si fida ciecamente dell’amico, senza cercare prove e senza misurare quello che dà. Come un volontario che si mette al servizio di un fratello, senza farsi troppe domande, senza esigere garanzie. Gesù, in fondo, non qualifica come beato Tommaso, che è arrivato finalmente alla Fede. È a noi, suoi discepoli di oggi, che riserva questa parola, a noi che della Fede vediamo troppe volte solo il lato oscuro, e non la luminosa, rasserenante forza.

    (Roberto Laurita)

    La preghiera della settimana

     

    23-04-2017

    Anche a me tu domandi,

    Signore Gesù,

    di percorrere lo stesso itinerario

    che ha condotto Tommaso alla Fede,

    ma senza poter – come lui –

    vedere e toccare.

    Mi chiedi di accogliere

    la testimonianza di quelli

    che mi hanno preceduto:

    la loro gioia, le loro certezze,

    il loro entusiasmo, le loro parole.

    Mi inviti ad accogliere

    il dono dello Spirito, soffio rigeneratore,

    che mi hanno trasmesso perché la mia

    vita acquisti uno slancio nuovo.

    Certo, anch’io, come Tommaso,

    mi porto dentro dubbi

    che vorrei fugati per sempre,

    desideri che attendono

    di essere presi sul serio.

    E mi accade di non poter

    sperimentare una presenza fisica,

    che dovrebbe offrirmi

    una sicurezza assoluta.

    Tu, però, non mi lasci solo

    con la mia fatica,

    metti sul mio cammino tanti segni

    che mi rincuorano e mi spingono

    a non fermarmi, ad andare avanti.

    E, soprattutto,

    mi fai considerare questo mio avanzare

    senza timore come una vera beatitudine

    che abita ogni credente.

    Fidarmi di te, a questo punto,

    diventa uno slancio che cancella

    di colpo ogni reticenza

    e anch’io ti dico:

    Mio Signore e mio Dio!

    (Roberto Laurita)

    Post it

    AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

    5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

    Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

    Convenzioni RIC 2014

    Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

    • Abbigliamento Melaverde
    • Cartolibreria Vecchiet
    • Cicli Cappello
    • Mediatech Computer
    • Pizzeria "Alla Pergola"
    • Teatro comunale di Cormòns
    • The Space Cinema a Pradamano

    Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

    Registrazione utente

    La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
    Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
    Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
    L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato..
    Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

    Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

    Da Internet

    Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.

    Salve, a Dio cara, terra santissima, terra sicura ai buoni, temibile ai superbi. (Petrarca, Saluto all'Italia, #25aprile)

    Gianfranco Ravasi, Cardinale

    Se avessimo la Parola di Dio sempre nel cuore, nessuna tentazione potrebbe allontanarci da Dio.

    Francesco, Papa

    San Giorgio, Brazzano http://fb.me/90EEzxzDr

    Donpi, mons

    Notizie del SIR

    Cerca un Sito Cattolico

    Informazioni sul sito

    Informazioni e statistiche riferite al sito chiesacormons.it

    I numeri del sito al (19/5/2016)

    7167
    Pagine pubblicate
    8007
    Foto pubblicate
    7200
    Megabytes di dati inseriti
    708
    Utenti registrati

    La redazione

    Adalberto Chimera
    Articolista

    Responsabile dei contatti con la stampa.

    Voce Isontina front man.

    Alfredo Di Carlo
    Fotografo ed articolista

    Valente fotografo ed articolista.

    Appassionato della tecnologia e prezioso supporto tecnico.

    Anastasia Di Carlo
    Redattrice ed fotografa

    Entusiasta redattrice e promettente fotografa.

    Abbiamo lei che abbatte la media d'età del sito.

    Andrea Femia
    Direzione operativa

    Direzione operativa della redazione.

    Chiesacormons evangelist.

    Francesco Marcon
    Articolista, redattore

    Redattore e informatico.

    Fai un "fischio" ed arriva. Sempre disponibile.

    Franco Femia
    Articolista, redattore

    Autorevole articolista.

    Un giornalista vero, il pedigree della redazione.

    Giorgio Abate
    Fotografo ed articolista

    Fotografo ed articolista.

    Il nostro Jolly. Sempre sulla notizia.

    Luciano Bozzini
    Redattore ed informatico

    Redattore ed informatico.

    Giovane promessa. Sempre affidabile e disponibile.

    Luciano Ventrella
    Fotografo e redattore

    Fotografo e redattore.

    Si muove in discrezione con grande efficienza.

    Lucio Iacolettig
    Direzione tecnica

    Direzione tecnica e riprese video.

    E' quello che alza la media d'età alla redazione.

    Marianna Braida
    Redattrice ed articolista

    Redattrice ed articolista.

    Affronta le cose con un bel sorriso, lo fa in modo serio.

    mons Paolo Nutarelli
    Supervisore

    Supervisore della redazione.

    Il delicato tocco spirituale e grande motivatore del gruppo.

    Partrik Bussani
    Fotografo ed articolista

    Fotografo ed articolista.

    Tiene sempre il motore caldo per essere sulla notizia.

    Roberto Tomat
    Redattore

    Responsabile sezione canzoniere liturgico.

    Tutta l'Italia accede al materiale che pubblica.

    Simone Cappello
    Fotografo e redattore

    Fotografo artista e redattore.

    Oltre al resto, l'apporto artistico alla redazione.

    Santina Odelli
    Fotografa ed articolista

    Valente fotografa ed articolista.

    Il tocco di classe femminile alla redazione.

    Facebook icon
    YouTube icon
    Google+ icon
    Twitter icon
    Instagram icon
    Pinterest icon
    RSS icon
    e-mail icon