Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Lunedì 20/11 dalle ore 15:30 alle ore 17:30 nelle sale del Ricreatorio riparte l'esperienza "AiutoCompiti" che si svolgerà tutti i lunedì, mercoledì e venerdì --- Lunedì 20/11 ore 20:30 presso la Casa Canonica di Brazzano convocazione dell'Assemblea Parrocchiale --- Martedì 21/11 ore 20:30 nella Sala Basso del Centro Pastorale "Mons. Trevisan" incontro del Consiglio Pastorale Parrocchiale di Cormons --- Venerdì 24/11 ore 11:00 presso l'ex "Casa Keber" in via Udine inaugurazione del Mercatino Missionario di Natale --- Venerdì 24/11 ore 18:30 presso la Chiesa del Preval nel Comune di Mossa "Giovani in Cammino verso il Sinodo su Giovani, Fede e discernimento vocazionale --- Domenica 26/11 ore 11:00 a Brazzano S.Messa e a seguire benedizione dei trattori e degli strumenti agricoli --- Domenica 26/11 Festa del "Cristo Re" nell'Infermeria delle Suore della Provvidenza ore 15:00 Processione lungo i corridoi e, a seguire, ore 16:15 Canto dei Vespri nel Santuario di Rosa Mistica ---

Gli anni in cui si diceva: "Ci vediamo al Ric"

Il ricreatorio di via Pozzetto è stato fin da subito un centro di aggregazione giovanile. Già nel primo anno dopo la guerra, favorito anche dalla disponibilità di nuovi spazi, il cappellano don Rino Cocolin si rimboccò le maniche Prima pietra Rice diede vita a due associazioni: la prima più di carattere ecclesiale fu la nascita dell’Asci (associazione scout cattolici italiani) di cui abbiamo diffusamente scritto nelle scorse settimane; quasi contemporaneamente nacque l’Unione sportiva Alba, che nei primi anni dedicò le sue forze al gioco del calcio per ampliare, nei primi anni Cinquanta grazie sotto la guida di don Cesco Plet. le attività della pallavolo e dell’atletica leggera con spirito più amatoriale che agonistico. Al ricreatorio era stato il nome “Centro di giovinezza monsignor Margotti” e la scritta, stinta dal tempo, è rimasta sull’edificio centrale fino a quando nel 1993 non c’è stata la sua ristrutturazione.

Ma il ricreatorio, al di là della partecipazione alla vita associativa, è stato per decenni un centro di incontro per i ragazzi cormonesi. Il campo di calcio è stato in particolare il collante negli anni Cinquanta e Sessanta: un appuntamento fisso pomeridiano per calci a un pallone. Partite infinite che duravano fino all’imbrunire. Ma non solo. Era anche l’unico luogo dove i giovani potevano incontrarsi anche solo per chiacchierare. Erano gli anni in cui i ragazzi dicevamo “Ci troviamo al Ric”. Che era aperto a tutti, non c’erano cancelli e portoni. Alla fine degli anni Sessanta l’offerta ricreativa aumentò con la creazione dei campi di basket e pallavolo.

La parrocchia era venuta incontro anche alle esigenze della comunità dando i propri spazi per ospitare alla fine degli anni Cinquanta alcune aule della scuola media e gli alunni della scuola materna di viale Roma quando si è trattato di ampliare quell’edificio e, ancora un paio di anni fa, per rispondere all’emergenza nata per la messa in sicurezza dell’edificio della scuola media “Pascoli” dove si era staccati intonaci dai soffitti.

Una nuova importante pagina della storia del ricreatorio è stata scritta nei primi anni Settanta quando la parrocchia decise di realizzare una nuova struttura al posto della vecchia sala cinematografica, chiusa da alcuni anni: era quello che è stato definito “Nuovo ricreatorio” con l’obiettivo di accorpare in un unico posto, chiamato Centro cattolico cormonese, oltre la sede delle associazioni, anche l’abitazione dei sacerdoti e l’Ufficio parrocchiale. Pagina importante perché non si è trattato solo di costruire un nuovo immobile, ma per realizzarlo è stato istituito, con decreto arcivescovile, quello che è stato il primo Consiglio degli affari economici della di diocesi con la partecipazione fattitiva dei laici. Ne risultarono componenti, oltre al parroco monsignor Giuseppe Trevisan, Giorgio Zoppolatti, che assunse la presidenza, Antonio Ferlat, Aldo Braida, Paolo Benetti e Maria Bertoli.

Compito del Comitato era quello di raccogliere i fondi necessari per la realizzazione del nuovo ricreatorio e per farlo alienarono tutta le proprietà terriere che la parrocchia possedeva e che, sono parole di monsignor Trevisan, “la rendeva troppo simile ai tanti padroni ‘nobili e non’ del posto con grave detrimento della Fede. E ciò senza realizzare un sensibile reddito: la Chiesa era allora davvero un’ministro senza portafoglio’”. Si attuava così anche lo spirito del Concilio Vaticano II che invitava la Chiesa di spogliarsi dei beni superflui, farsi più povera e a dedicarsi esclusivamente all’evangelizzazione.

La prima pietra del nuovo ricreatorio venne benedetta nella ricorrenza del patrono Sant’Adalberto, il 23 aprile 1974, dall’arcivescovo monsignor Pietro Cocolin, quel don Rino che meno di trent’anni prima aveva animato assieme a monsignor Magrini il nuovo oratorio. I lavori, con qualche interruzione, durarono poco più di tre anni, affidati dalla Curia diocesana, che vigilava strettamente sull’opera con alla supervisione dell’architetto Guglielmo Riavis che si avvaleva anche dell’arch. Scandellari. I costi del nuovo ricreatorio furono coperti interamente dalla vendita dei beni parrocchiali e dai contributi dei cormonesi. Non una lira venne chiesta agli enti pubblici.

L’inaugurazione del nuovo ricreatorio avvenne domenica 9 ottobre 1977. Fu una mattina di festa con la presenza, oltre che delle autorità e delle associazioni ecclesiali e civili, di molti cormonesi. La benedizione Inaugurazione Ricvenne impartita ancora da monsignor Cocolin. Una parte del nuovo edificio venne occupato dalle associazioni, l’altra dalla canonica e dall’ufficio parrocchiale che si trasferirono un anno dopo, l’11 luglio 1978, lasciando lo storico edificio di via Patriarchi. La ristrutturazione puntò più su attività pastorali pur non trascurando l’aspetto ricreativo. L’Alba basket, nata nel 1966 per volontà della parrocchia di accogliere un’esigenza nata da un gruppo di giovani, lascia l’oratorio nel 1974, ma anche le esigenze dei giovani stavano mutando e il Ric non era più la sola opzione che avevano per il loro tempo libero.

Il ricreatorio cambiò nome in quello attuale, “Centro pastorale monsignor Giuseppe Trevisan” nel dicembre 2017 quando il parroco di allora monsignor Sergio Ambrosi, a pochi giorni dalla morte dell’anziano arciprete, volle perpetuarne la memoria intitolandogli quel complesso oratoriale per il quale molto si era speso nei suoi 38 anni di guida spirituale della parrocchia.

Oggi il Centro pastorale monsignor Giuseppe Trevisan prosegue lungo quella strada tracciata tanti anni fa anche non sono mancati ammodernamenti come la ristrutturazione nel 1993 del vecchio edificio, la realizzazione nei primi anni Duemila del campo sintetico di calcio e quello di basket con gli annessi (chiosco e spogliatoi). È nata anche l’associazione “Ric Cormons” che cura le iniziative ricreative, sociali e culturali che ogni anno si svolgono nel centro a favore di tutta la comunità. I tempi sono cambiato rispetto a quel lontano 1946, ma il ricreatorio rimane ancora un importante punto di riferimento per l’intera comunità cormonese.

Diretta Streaming

 

 

 RadioInsieme 1: Duomo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 2: Rosa Mistica

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 3: Centro Cattolico

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 4: san Leopoldo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

Hai problemi di ascolto ?
Clicca qui.

Accesso utente

 

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2017

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato..
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.

Il Signore è mio pastore, non manco di nulla; in pascoli di erbe fresche mi fa riposare, ad acque tranquille mi conduce. (Sal 22,1-2)

Gianfranco Ravasi, Cardinale

Niente e nessuno può oscurare la luce che Cristo mette nel cuore e sul volto dei suoi amici.

Francesco, Papa

Ricorre oggi l’anniversario di Mons Trevisan 2007 15 novembre 2017 Questa sera alle ore 18.30 in Rosa Mistica...

Donpi, mons

Notizie del SIR

Cerca un Sito Cattolico