Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Lunedì 21/09 alle ore 20:30 presso il Centro Pastorale "Mons. Trevisan" riparte l'esperienza del Gruppo della Parola --- Lunedì 21/09 dalle ore 15:30 alle ore 17:30, nelle sale del Ricreatorio, riprende l'esperienza "AiutoCompiti" --- Mercoledì 23/09 alle ore 20:30 in Duomo incontro con i giovani che a fine ottobre riceveranno il Sacramento della Cresima --- Giovedì 24/09 alle ore 20:30 in Duomo incontro con i genitori dei bambini di Prima Comunione --- Sabato 26/09 alle ore 18:00 nella Chiesa di San Giuseppe si incontrerà l'Assemblea di Dolegna --- Domenica 27/09 alle ore 10:00 in Ricreatorio all'aperto celebrazione della Prima Comunione --- Domenica 27/09 tutte le Sante Messe saranno celebrate in San Leopoldo in devozione della Madonna del Rosario --- Martedì 29/09 alle ore 20:30 nella Chiesa di Santa Fosca si incontrerà il Consiglio Pastorale di Borgnano --- Domenica 04/10 tutte le Sante messe saranno celebrate in San Leopoldo in devozione della Madonna del Rosario --- Domenica 25/10 alle ore 09:30 e alle ore 11:00 celebrazione delle Cresime ---
  • Le comunità
    Tutte le news da chiesacormons.it
    Gli orari delle sante messe
    La settimana insieme
    Il calendario annuale
  • In linea diretta
    Live da Rosa Mistica
    I 3 canali radio
    I podcast degli eventi principali
    I nostri video
    Gli album fotografici
  • I servizi
    Richieste alla parrocchia
    Domande frequenti
    Ufficio
    Chi siamo
  • La storia
    Le 20 chiese dell'unità pastorale
    I gruppi e le associazioni
    Briciole di storia nostra
    Cosa è successo negli anni scorsi

Attività e Momenti Sacramentali

Riportiamo in sintesi alcuni dati che ci fanno intravedere l’attività delle nostre comunità parrocchiali e i momenti sacramentali: dietro questi numeri ci sono persone e famiglie che vivono momenti di festa e di gioia, ma anche momenti difficili e di dolore.

Attività e Momenti Sacramentali

Il presepe di Eno Sartori a Brazzano di Cormòns (6/1/2011)

A Brazzano di Cormòns il signor Eno Sartori ha realizzato un presepe animato molto curato e suggestivo.

Ecco il video che riprende tutto il ciclo di animazione del presepe.

Buona Visione.

Per altri video puoi consultare il canale dedicato YouTube del sito all'indirizzo: www.youtube.com/user/chiesacormons

PresepeWeb: I Vincitori

Concorso Presepe WEB: Vincitore 2010-2011Si sono concluse le votazioni del 1° Concorso PresepeWeb.

La competizione è stata veramente avvincente con un testa a testa costante fra i due vincitori finali che sono:

Vittorio Pagnutti ed i lupetti del Branco della Letizia del Cormòns 1°, ognuno dei quali ha ottenuto 31 voti.

Da segnalare anche il buon secondo posto di Davide Goretti con 29 voti.

Da parte sua, la giuria di qualità, ha assegnato il proprio unanime riconoscimento al presepe di Michela Russian.

La struttura del presepe, la cura dei dettagli ed il rispetto della tradizione sono stati gli aspetti considerati nella valutazione finale (peraltro non semplice ne immediata, vista la bellezza e l'originalità di tanti presepi in competizione)

A breve verrà pubblicato il servizio fotografico del presepe vincitore.

Ecco di dettagli dei Risultati delle votazioni espresse

I 103 anni di Amabile Pellos

I 103 anni di Amabile PellosSia pur con ritardo pubblichiamo le foto della festa fatta alla casa di riposo di Cormòns ad Amabile Pellos per i suoi 103 anni.

Mercoledi 29/12/2010 grande festa nella casa di riposo "La Ciase" di Cormons: Amabile Pellos ha compiuto 103 anni.

Nata a Fratta di Romans il 29/12/1907 tredicesima di 14 fratelli sposata il 25 novembre 1932 con il sig. Gino Zanon agricoltore in Villaorba presso Borgnano, parrocchia di Cormons.

Lucida, sanissima non assume medicine, ci tiene ad essere pulita, ama vestirsi bene e cantare e ballare con la fisarmonica.

Per la sua festa di compleanno ha espresso il desiderio che la giornata venga rallegrata da un comlesso di danzerini.

Alleghiamo la galleria fotografica dell'evento.

Un grazie di cuore a Dino per averci fatto conoscere questo evento tramite le sue foto.

Buon 2011...

Ci benedica il Signore e ci custodisca.

Il Signore faccia risplendere per noi il suo volto e ci faccia grazia.

Il Signore rivolga a noi il suo volto e ci conceda pace

 

Buon 2011

Felice Anno Nuovo
Bon An Gnûf
Srečno Novo Leto
Gutes Neues Jahr

I Magi

L’iconografia cristiana della rappresentazione scenica della nascita di Cristo accolse i Magi fin da subito per significare l’universalità della salvezza.

I MagiQuelli che mai furono se non la primizia delle Genti?” scrive, infatti, Sant’Agostino a proposito dei Magi.

I Vangeli non ce ne tramandano né il numero, né i nomi e di essi ci parla solo Matteo al capitolo 2 del suo Vangelo, affermando che “alcuni Magi giunsero da oriente a Gerusalemme e domandavano: dov’è il re dei Giudei che è nato? Abbiamo visto sorgere la sua stella e siamo venuti per adorarlo”. Indirizzati a Betlemme a seguito del responso dei sacerdoti, il racconto evangelico continua dicendo che “essi partirono. Ed ecco la stella, che avevano visto nel suo sorgere, li precedeva, finchè giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava il bambino. Al vedere la stella, essi provarono una grandissima gioia. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre e, prostratisi, lo adorarono.”

Nel Vangelo armeno si parla di loro come di tre fratelli che “giunsero a destinazione nel momento in cui la vergine diveniva madre”.

La parola “magio” indicava l’appartenenza a una casta sacerdotale e la stessa radice della parola “mag” significa “dono” con allusione ai doni divini “dell’illuminazione, della conoscenza e della sapienza”.

A Maria Rosa Muhli

Invito Maria RosaIl prossimo 6 gennaio ricorre il decimo anniversario dell'ingresso di Maria Rosa nel mistero di Dio. L'Azione Cattolica di Cormons, raccogliendo un “sentire comune”, in accordo con il Consiglio Pastorale Parrocchiale, promuove una giornata in ricordo della sua figura, a testimonianza della sua vita si servizio gioioso e di dedizione incondizionata all'annuncio della Parola nella nostra Chiesa locale. Annuncio rivolto in particolare alle nuove generazioni di ragazzi e di giovani, che tanto ha amato, rispetto ai quali ha sempre avvertito la responsabilità della proposta educativa per la loro crescita umana e cristiana, mettendo a frutto le sua doti con fermezza e creatività.

Il programma della giornata prevede alle ore 10.00 presso il Duomo di Sant'Adalberto la Celebrazione Eucaristica animata dal coro dei Giovani, alle ore 11.00 presso il Centro Pastorale “Mons. Trevisan” intitolazione della sala polifunzionale a Maria Rosa Muhli a cui seguirà il dibattito incontro “Affinchè la vita diventi memoria”, a seguire momento di convivialità fraterna. Al termine verrà distribuito un segno come ricordo della giornata.

L'invito è rivolto a tutto coloro che hanno condiviso con lei “un tratto di strada” e a tutti coloro che desiderano raccogliere la sua semplice testimonianza di fedeltà a Dio e all'Uomo.

 

 

 

Roberto Bianchi ci ha lasciati

Roberto BianchiIeri Roberto Bianchi ci ha lasciati. Una breve, ma evidentemente crudele malattia, ce l’ha portato via in un baleno.

La sua bontà d’animo, la sua voglia di vivere, la sua allegria, resterà sempre nei nostri ricordi più preziosi.

Validissimo basso del coro parrocchiale di Brazzano e della corale Mont Quarin, ha dedicato la sua vita al lavoro, alla famiglia e soprattutto al volontariato.

Tutti lo ricordano col suo perenne sorriso mentre caricava il camion per gli amici della missione in Romania; mentre distribuiva arance, mele, azalee, per raccogliere fondi per le svariate ONLUS che trovavano in lui un punto di riferimento insostituibile.

Il suo affetto per il coro di Brazzano e per l’intera comunità Brazzanese era tale che, pur con notevoli dolorosi sacrifici, ha voluto farci il più bel regalo di Natale facendosi accompagnare alla messa della notte e alla messa di S. Stefano a Giassico.

Era troppo buono e forse il Signore ha voluto risparmiargli il calvario di quella crudele malattia e lo ha voluto con sé.

Grazie Roberto, grazie per aver condiviso con noi tanti bei momenti.

Grazie per la tua solarità, per la tua allegria, per i tuoi tanti scherzi, per la tua affettuosa amicizia, per il tuo costante impegno, nel coro e nel sociale.

Ora ti toccherà assisterci da lassù, ma, ti preghiamo, continua a starci vicino.

Ciao

I tuoi amici del coro e l’intera comunità di Brazzano

 

Incontro delle Catechiste

Catechisti

 

Martedì 04/01 nel pomeriggio, presso la Casa Canonica, s’incontrano le catechiste degli itinerari di catechesi dei bambini di III e IV elementare.  

Alle ore 15.45 le catechiste della Prima Comunione;  

alle ore 16.45 le catechiste della Riconciliazione.
 

Gli incontri di catechesi dei bambini riprenderanno la settimana successiva con la ripresa della scuola.

 

 

 

 

 


L'albero della vita

[wysiwyg_imageupload:35:]In molte delle nostre case, accanto al presepe, o in solitaria maestà, spesso risplende, pieno di luci e ricco di variopinti pendagli, anche l’albero di Natale.

I più ritengono, ma a torto, che sia un simbolo solo pagano e che mal si accosta al presepe, unica vera icona del Natale cristiano.

Ma così non è.

Già nel IV secolo, il siriano padre Ephrem riferisce che le case dei cristiani, durante i festeggiamenti dell’Epifania, erano decorate con corone di verdi fronde. Nel medioevo, poi, si era soliti ornare con rami, ramoscelli ed anche alberi le dimore durante le festività natalizie.

Antiche leggende ancor vive fino al X secolo narravano come le piante rifiorissero d’inverno il giorno della nascita del Cristo e come il verde perenne del bossolo o dell’abete simboleggiassero l’immortalità e la vita nuova che rinvigorisce nel mezzo del freddo inverno.

Il significato cristiano dell’albero di Natale, dunque, è originario e non deriva affatto dalle credenze celtiche legate al solstizio d’inverno o ad usi pagani.

In antichi calendari medievali alla data del 24 dicembre vengono non di rado associati i nomi di “Adamo” ed “Eva”.

L’albero era il protagonista delle rappresentazioni dette “Misteri”, nelle quali durante il periodo natalizio si rappresentavano i nostri progenitori nel Paradiso terrestre, il diavolo tentatore, l’Angelo Cherubino che li scaccia e si pone a guardia del “giardino” con la spada fiammante.

L’usanza di tagliare abeti e di adornarli all’interno delle case nel periodo natalizio si è molto sviluppata, specie nei paesi nordici, a partire dal XV secolo. Una cronaca della città tedesca di Schlettstadt risalente alla fine del cinquecento descrive un albero adornato con mele ed ostie appese.

Capodanno

[wysiwyg_imageupload:36:]Non sembra vero, ma che l’anno cominci ovunque sulla terra il 1° gennaio non è cosa ancora condivisa da ogni popolo.

Infatti, questo fondamentale segmento di tempo, che i latini hanno chiamato, per l’idea della sua circolarità e ripetibilità, “annus”, cioè “anulum” (= anello), nel corso dei secoli è stato variamente calcolato e misurato, dando origine a “tanti calendari” a seconda del punto cronologico di inizio del calcolo del tempo.

Se in Italia, nell’Europa occidentale, nel mondo anglosassone, nel Nord e Sud America l’anno che abbiamo appena salutato come “nuovo” porta il numero 2011, (perché tanti sono gli anni trascorsi dalla nascita di Cristo), per gli Ebrei esso è l’anno 5771, (perché tanti sono gli anni passati dalla presunta creazione del mondo), mentre per gli arabi siamo appena al 1432, (perché tale è il numero degli anni che ci separano dalla fuga di Maometto dalla Mecca verso Medina).

D’altronde i Romani calcolavano il trascorrere degli anni partendo dalla fondazione di Roma e gli antichi Greci dalla prima Olimpiade.

Anche la data di inizio di un nuovo anno propone infinite varietà.

Nell’antica Roma originariamente si faceva cominciare l’anno con l’ingresso dei Consoli nella loro carica, che coincideva con le Idi di Marzo; in seguito alla riforma del calendario operata da Giulio Cesare negli 46-47 a.c. l’anno fu fatto iniziare al 1° gennaio (calende di gennaio).

L’anno giuliano era stato fissato, sulla base delle conoscenze dell’epoca, in 365 giorni e 6 ore, con una differenza in più rispetto alla realtà astronomica, mal calcolata, di circa 11 minuti e 13 secondi.

TE DEUM LAUDEMUS

Pubblichiamo alcuni pensieri tratti dall'omelia del nostro parroco pronunciata venerdì 31 dicembre 2010 nella Celebrazione Eucaristica del Te Deum per il ringraziamento per la conclusione dell'anno civile:

 MONS PAOLO NUTARELLITe Deum Laudamus. Ti lodiamo Signore, ti vogliamo dire grazie non tanto per ciò che abbiamo fatto, ma il grazie perché nelle vicende liete e tristi abbiamo sentito la Tua presenza. Mi piacerebbe tanto che questa sia la chiave di lettura del nostro ringraziamento.

Grazie Signore che mi sei vicino attraverso la comunità cristiana di cui io faccio parte. Una comunità il cui centro non sono i preti, ma la fede in Gesù Cristo!

Oggi quindi il nostro grazie deve andare a quelle persone che rendono bella la nostra vita di comunità. Nella nostra comunità ci sono tre chiese (il Duomo di sant'Adalberto, la Chiesa di san Leopoldo e il Santuario di Rosa Mistica). Sembra scontato che ci sia chi lava, pulisce, ordina e abbellisce.... Il nostro grazie va, quindi, alle persone che gratuitamente rendono belle le tre chiese.

Ci sono coloro che rendono viva la nostra comunità annunciando il Vangelo e impegnandosi nell'educazione delle nove generazioni: penso ai catechisti, agli educatori Azione Cattolica, ai capi scout e agli animatori del GREST.

Buon 2011...ricomporre il puzzle della nostra vita

Bandiera della PaceAll’inizio di un nuovo anno, tutti quanti ci stringiamo la mano e ci auguriamo un felice anno nuovo… Razionalmente sappiamo che forse i giorni che verranno saranno simili ai precedenti eppure avvertiamo in noi il bisogno di sperare in un futuro migliore, diverso, alternativo. La speranza, ricordiamolo, è una virtù teologale che oggi siamo chiamati a far nostra. Mi piace citare un autore contemporaneo che scrive: “Non aspettatiamoci che Dio ci risolva i problemi, né che ci appiani la vita o ce la semplifichi. La vita è mistero e come tale va accolta e rispettata. Ma se Dio ci sorride, sempre, significa che esiste un trucco che non vediamo, una ragione che ignoriamo, un orizzonte oltre, altro, e allora ci fidiamo. Qualunque succeda nella nostra vita, quest’anno, che Dio ci sorrida.”

Festa dell'Epifania

[wysiwyg_imageupload:34:]Giovedì 6/01 la Liturgia c’invita a ritrovarci insieme per celebrare la Solennità dell’Epifania. La parola “epifania” significa “manifestazione”. La Chiesa celebra il Signore che si manifesta al mondo e riscopre la propria vocazione universale. La stella, che ha guidato i Magi ad adorare il Signore, invita anche noi a incontrarlo nell’Eucaristia e dall’Eucarestia riprendere il cammino annunciando Cristo al mondo.

In questo contesto, a Cormons, durante la Celebrazione Eucaristica delle ore 10.00, verranno ricordati due persone molto importanti per la nostra comunità: Aldo Braida e Maria Rosa Muhli, per la quale ricorre il decimo anniversario della sua “entrata” nella Vita di Dio (6 gennaio 2001). Al termine della Messa, presso il Centro Pastorale “Mons. Trevisan” ci sarà un momento di ricordo di Maria Rosa e l’intitolazione a lei della Sala Polifunzionale. Abbiamo già ricordato che la sua passione per l’educazione delle giovani generazioni, il suo impegno costante e gioioso nel Ricreatorio possano essere di esempio per gli Adulti della Comunità Cormonese.

Santa Madre di Dio

Oggi, 1 Gennaio 2011, l’orario delle Celebrazioni è festivo e durante l’Eucarestia si invoca lo Spirito Santo all’inizio di un nuovo anno.

Nel pomeriggio, alle ore 15.30, nel Santuario di Rosa Mistica il Canto Solenne dei Vespri della Madonna.

I Presepi di Borgnano

Presepe di Franco FancelloBorgnano mantiene da anni la tradizione di presentare i suoi numerosi presepi aperti al pubblico.

Presentiamo una galleria di foto relative ai presepi che potete visitare.

C'è il presepe presente nella sala attigua alla chiesa che merita di essere visitato perchè ricchissimo di particolari.

E' un presepe ambientato nella società contadina del '900 che riprende con gran dettaglio le case stesse della frazione di Borgnano.

Il presepe è opera dell'artista Franco Fancello che ogni hanno aggiunge nuovi particolari alla sua opera.

Quest'anno anche RAI3 ha fatto un servizio per il TG Regionale del presepe di Borgnano mandandolo in onda il giorno successivo al Natale.

A questo presepe se ne aggiungono altri presenti lungo le vie di Borgnano e visibili facendo una salutare passeggiata alla scoperta della frazione.

Guardate le foto, ma ancor di più venite a trovarci. Occhiolino

Presepe Tour

Presepe Tour (26/12/2010)Alleghiamo la galleria fotografica del Pellegrinaggio dei presepi tenutasi a Cormòns il 26 Dicembre 2010.

Il tour dei presepi è stato fatto su questo percorso:

  • Rosa Mistica
  • Viale Friuli, dalla signora Moretti Ada
  • San Leopoldo,
  • Chiesa di San Giovanni
  • Duomo di Cormòns

Grazie di cuore a Giorgio per il servizio fotografico.

Capire la liturgia...

Corona dell'avento, Natale

Di fronte ad un bambino ci si ferma estasiati.

Così sia anche davanti a Gesù, che oggi ci accoglie, a braccia spalancate.

È il Dio-con-noi, il Figlio di Dio che si è fatto persona umana per ognuno di noi, per donarci il suo cuore, la sua vita, la sua gioia.

Lasciamoci raggiungere, come i pastori, dall’annuncio che ha percorso la Notte Santa, perché questo Natale doni a ciascuno pace, luce e speranza.

 

 

 

 


Di fronte ad un bambino ci si ferma estasiati. Così sia anche davanti a Gesù, che oggi ci accoglie, a braccia spalancate. È il Dio-con-noi, il Figlio di Dio che si è fatto persona umana per ognuno di noi, per donarci il suo cuo- re, la sua vita, la sua gioia. Lasciamoci raggiungere, come i pastori, dall’annuncio che ha percorso la Notte Santa, perché questo Natale  doni a ciascuno pace, luce e speranza.

Concorso PresepeWeb: Quale presepe ti piace di più ?

 

[wysiwyg_imageupload:15:]

Per esprimere la propria votazione basta:

  1. Essere un utente registrato. Se non lo sei puoi farlo cliccando qui
  2. Consultare la galleria dei presepi e prendere nota del numero relativo
  3. Votare il presepe preferito in base al numero scelto
  4. Se si cambia idea è possibile rimuovere il proprio voto ed assegnarlo ad un altro numero
  5. Se ci sono dubbi è possibile richiedere un chiarimento inviando una email all'indirizzo: presepe@chiesacormons.it
  6. Al vincitore verrà dedicata una pagina del sito con una galleria di foto del suo presepe

Visto l'alto, ma non altissimo, numero dei partecipanti la giuria ha deciso di ammettere alla votazione tutti i presepi pervenuti.

Ringraziamo di cuore i 30 partecipanti che con il loro presepi mantengono viva la tradizione più autentica del Natale.

Verrà assegnato il premio decretato dal voto popolare ed uno valutato dalla giuria di qualità.

Allora, che aspettate?  Sotto con le votazioni !!! Sorridente

Si può votare dal 27 dicembre (ore 20) al 5 gennaio (ore 20).


Natale in Casa di Riposo

Natale in casa di riposo (25/12/2010)

 

Il Natale in Casa di riposo è stato celebrato da Don Fausto che invia a tutta la comunita un affettuoso augurio.

Molti ricoverati con i relativi parenti hanno partecipato alla S.Messa di Natale.

Ringraziamo Dino per le foto.

 

 

 

Pagine

Calendario annuale

 

Diretta Streaming

 

 

 RadioInsieme 1: Duomo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 2: Rosa Mistica

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 3: Centro Pastorale

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 4: san Leopoldo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

Hai problemi di ascolto ?
Clicca qui.

Accesso utente

 

Il Vangelo della settimana

 

13-09-2020

La liturgia odierna ci ricorda il dono smisurato del perdono di Dio per la vita del cristiano. Il perdono nasce dal cuore di Dio e trova dimora in quello dell’uomo, per riversarsi poi in abbondanza verso i fratelli. In particolare, la parabola di Gesù fa emergere la sovrabbondanza della misericordia che Dio usa verso il peccatore, il quale deve, a sua volta, praticarla verso il proprio fratello. Tra i tanti aspetti possiamo evidenziarne uno.
Avere pazienza: chi può fare l’esperienza di questo lusso in un mondo velocizzato? Eppure, la recente situazione di emergenza dovuta al Covid-19, nella quale abbiamo con-patito (anche a livello globale) la diffusa situazione di vulnerabilità, di paura, di malattia e di morte ci ha fatto esercitare proprio in tale direzione: l’avere pazienza, il saper attendere, lo stare in attesa senza sapere fino a quando. L’esercizio della pazienza rivela la nostra vera forza, genera in noi un senso di soddisfazione “a lungo termine”, ci fa (ri)scoprire la bellezza dell’altro che ci sta di fronte e, finalmente, ci apre alla dimensione divina della misura senza misura. Quanto risulta breve, invece, la via dell’impazienza, che genera ira, vendetta, sdegno, separazione e morte (cfr. anche la prima lettura) tra fratelli, compagni così come tra gli uomini e Dio! Tanto la pazienza ci decentra da noi stessi, tanto il suo contrario fa del nostro “ego” l’asse attorno al quale si sviluppa il nostro pensare ed il nostro agire…

La preghiera della settimana

 

13-09-2020

La misericordia del Padre
è del tutto smisurata:
lo è in modo inaudito
e addirittura imprevedibile.
Diecimila talenti
non sono una somma qualsiasi,
ma una vera e propria fortuna,
una quantità di denaro spropositata.
Eppure quel re non solo pazienta,
ma addirittura condona
quel debito enorme.
E tuttavia, Gesù,
tu ci lanci un avvertimento:
il Padre è disposto a perdonarci
solo se noi siamo pronti
a fare altrettanto
con i piccoli debiti contratti
con i nostri fratelli.
Ecco perché la tua parabola,
cominciata all’insegna
della misericordia,
si chiude in modo triste, amaro.
La grazia è revocata perché quel servo
non ha avuto pietà del suo compagno.
Gesù, trasforma il mio cuore
e rendilo tenero e pieno di compassione.
Non permettere
che continui ad essere duro
ed intransigente con i miei debitori:
insegnami non solo a perdonare,
ma a continuare a farlo
anche quando un nuovo torto
riporta a galla quello precedente.
Gesù,
dammi il senso delle proporzioni.
Che cosa sono i piccoli debiti
di cui sono creditore
a confronto con quelli che ho aperto
con la mia fragilità,
con la mia debolezza,
nei confronti del Padre tuo? 

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              

(Roberto Laurita)

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2018

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Dana Sport articoli sportivi
  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato..
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.

Nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la mette sotto un letto, ma la pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce (Lc 8,16)

Gianfranco Ravasi, Cardinale

Siamo chiamati ad essere testimoni e messaggeri della misericordia di Dio, per offrire al mondo luce dove sono le tenebre, speranza dove regna la disperazione, salvezza dove abbonda il peccato.

Francesco, Papa

Il Grest alla festa dell'uva 2019 | Unità Pastorale di Cormòns chiesacormons.it/node/9183

Donpi, mons

Notizie del SIR

Cerca un Sito Cattolico

Informazioni sul sito

Informazioni e statistiche riferite al sito chiesacormons.it

I numeri del sito al (19/5/2016)

7167
Pagine pubblicate
8007
Foto pubblicate
7200
Megabytes di dati inseriti
708
Utenti registrati

La redazione

Adalberto Chimera
Articolista

Responsabile dei contatti con la stampa.

Voce Isontina front man.

Alfredo Di Carlo
Fotografo ed articolista

Valente fotografo ed articolista.

Appassionato della tecnologia e prezioso supporto tecnico.

Anastasia Di Carlo
Redattrice ed fotografa

Entusiasta redattrice e promettente fotografa.

Abbiamo lei che abbatte la media d'età del sito.

Francesca Bortolotto
Redattrice ed articolista

Redattrice ed articolista.

Affronta le cose con un bel sorriso, lo fa in modo serio.

Andrea Femia
Direzione operativa

Direzione operativa della redazione.

Chiesacormons evangelist.

Francesco Marcon
Articolista, redattore

Redattore e informatico.

Fai un "fischio" ed arriva. Sempre disponibile.

Franco Femia
Articolista, redattore

Autorevole articolista.

Un giornalista vero, il pedigree della redazione.

Giorgio Abate
Fotografo ed articolista

Fotografo ed articolista.

Il nostro Jolly. Sempre sulla notizia.

Luciano Bozzini
Redattore ed informatico

Redattore ed informatico.

Giovane promessa. Sempre affidabile e disponibile.

Luciano Ventrella
Fotografo e redattore

Fotografo e redattore.

Si muove in discrezione con grande efficienza.

Lucio Iacolettig
Direzione tecnica

Direzione tecnica e riprese video.

E' quello che alza la media d'età alla redazione.

mons Paolo Nutarelli
Supervisore

Supervisore della redazione.

Il delicato tocco spirituale e grande motivatore del gruppo.

Partrik Bussani
Fotografo ed articolista

Fotografo ed articolista.

Tiene sempre il motore caldo per essere sulla notizia.

Roberto Tomat
Redattore

Responsabile sezione canzoniere liturgico.

Tutta l'Italia accede al materiale che pubblica.

Santina Odelli
Fotografa ed articolista

Valente fotografa ed articolista.

Il tocco di classe femminile alla redazione.

Simone Cappello
Fotografo e redattore

Fotografo artista e redattore.

Oltre al resto, l'apporto artistico alla redazione.

Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
RSS icon
e-mail icon