Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Lunedì 19/06 ore 20:30 Chiesa di San Vito e Modesto a Ruttars "Concerto Spirituale" --- Lunedì 19/06 presso il Centro Pastorale a Cormòns tornei di calcio organizzati dal Leon Bianco --- Venerdì 23/04 ore 20:00 Chiesa di San Giovanni a Cormòns durante la S.Messa verrà celebrata la Vigilia della Natività di San Giovanni Battista --- Mercoledì 28/06 Pellegrinaggio Notturno al Santuario di Barbana a Grado ---

il Collio-Brda sbarca a Bruxelles

Mostra Collio-Brda 1917-2017Non poteva che iniziare da Bruxelles, capitale dell’Unione europea, il viaggio della mostra “Collio-Brda 1915-1917, soldati tra vigneti e ciliegi”, presentata per la prima volta a Cormons lo scorso novembre dall’Associazione Cormonese-Austria. Ed è la stessa associazione che ha curato la mostra a Bruxelles in collaborazione con la Regione. La rassegna è stata inaugurata mercoledì 10 maggio nella sede di rappresentanza della Regione da Franco Iacop, presidente del Consiglio regionale. Erano presenti, tra gli altri, il sindaco di Cormons Luciano Patat, l’assessore comunale Elena Gasparin e il presidente di Cormonese-Austria Giovanni Battista Panzera. Per l’occasione è stata presentata ai parlamentari europei italiani la candidatura del Collio-Brda a patrimonio dell’Unesco; a farlo è stata una rappresentanza del Comitato scientifico guidata dalla delegata Unesco per l’Isontino architetto Elisa Trani, dal sindaco di Dolegna Diego Bernardis, dal sindaco di Casteldobra-Dobrovo Franc Muzic.

La rassegna, attraverso le fotografie, alcune anche inedite, provenienti da archivi statali e collezioni private, vuole raccontare come un territorio sia stato sconvolto dalla guerra. Tutto iniziò quando, il 24 maggio 1915, il Collio venne occupato da soldati che si insediarono in quello che era il retro fronte dell’Isonzo. Vi installarono baracche, depositi, ospedali da campo occupando le case ed estirpando vigneti e frutteti per le postazioni di artiglieria che dovevano colpire il nemico austriaco oltre l’Isonzo. A sua volta i cannoni austriaci rispondevano con le loro bocche da fuoco seminando distruzioni e distruggendo interi paesi soprattutto quelli più vicino al fronte. La mostra vuole dimostrare in particolare che la guerra non era solo al fronte ma colpiva soprattutto il suo retroterra. Le macerie e le rovine di castelli, case della povera gente, chiese completamente distrutte con intatti solo qualche crocefisso o statue della Madonna. Cormons, Medana, Dobra, Vipulzano, Quisca, San Martino, Cosana, San Floriano, Lucinico, Piedimonte-Podgora e altre località. “Si tratta certamente di una importante e utile operazione della memoria - ha scritto Iacop nella presentazione del catalogo -, che è ricostruzione storica e culturale, in equilibrio tra storia e microstoria, con uno sguardo sulla vita della gente e delle comunità, purtroppo non solo sul fronte ma anche nell’entroterra” -

La mostra si accompagna a un elegante catalogo plurilingue che, oltre a riportare immagini esposte, vuol far conoscere anche la storia e le tradizioni di un territorio dove ora si percorrono le vecchie strade di sempre, non più interrotte dalle sbarre di confine. Gli abitanti del Collio, e in particolare i turisti che sempre più numerosi vi accedono da tutta Europa, possono percorrerlo senza limitazioni riappropriandosi di un magnifico territorio che, per la dolcezza delle colline, per il colpo d’occhio dei vigneti coltivati con ordine, per i contenuti di cultura e tradizioni, per le chiese, per i castelli e la storia che le loro possenti mura raccontano, per l’amenità e per l’armonia del suo paesaggio rimane davvero un “unicum”.

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2014

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato..
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.

La violenza non è forza ma debolezza (Benedetto Croce)

Gianfranco Ravasi, Cardinale

L'incontro personale con i rifugiati dissipa paure e ideologie distorte e diventa fattore di crescita in umanità.

Francesco, Papa

Corpus Domini a Lonzano Grazie don Fausto. Sei unico. Grazie di esserci

Donpi, mons

Notizie del SIR

Cerca un Sito Cattolico