Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
In seguito al D.P.C.M. 08/03/2020 e alle disposizione dell'Arcivescovo Carlo, tutte le celebrazioni e le attività programmate in parrocchia vengono sospese fino al 3 aprile 2020. --- Le celebrazioni possono essere seguite in streaming su questo sito o sul canale You Tube. --- Le chiese restano aperte per le preghiere personali. ---

Chiesa Parrocchiale di Santa Fosca

Borgnano - Chiesa di Santa FoscaLa chiesa è realizzata nel 1825. L'attuale pavimento in cocciopesto lo ricorda con una scrizione che riporta al 1864. L'altare maggiore è in stile neoclassico iniziato nel 1879 ed ultimato ed inaugurato nel 1883. La consacrazione avviene nel 1889.

Nella costruzione della chiesa entrano in campo i Locatelli, nella persona di Ernesta, nata a Strassoldo, vedova del Barone Giorgio Locatelli, che aveva donato il fondo per la chiesa.

Era stata Ernesta ad aver contribuito alla costruzione dell'altare, così come aveva contribuito all'acquisto del convento per le Suore della Provvidenza di Cormòns.

I Cormonesi, memori dell'antico legame, contribuiscono ad arricchire la nuova Chiesa di Borgnano, donando alcuni quadri raffiguranti la Natività, Maria Maddalena, la morte di San Giuseppe e le stazioni della via crucis.

Gli altari laterali, lignei, confermano devozioni universalmente diffuse nei dintorni: La Madonna e un Sant'Antonio da Padova collegato al vicino santuario sul Monte di Medea.

All'ingresso si trovano il fonte battesimale ed una pregevole pila d'acqua santa che la tradizione vuole sia stata trovata nei campi, ma forse sono dei recuperi delle chiesette campestri di San Giovanni e Sant'Atanasio a Medea demolite nel settecento.

La storia dell' indipendenza Borgnanese, così fortemente voluta attraverso i secoli, si conclude con l'erezione in parrocchia del 1936 da parte dell'arcivescovo Carlo Margotti e il riconoscimento civile del 1963.

Galleria di immagini: 
Altare della chiesa parrocchiale di santa Fosca
Fonte battesimale della chiesa parrocchiale di santa Fosca
Pila acquasantiera della chiesa parrocchiale di santa Fosca
Affresco di sant'Antonio nella chiesa parrocchiale di santa Fosca
Iscrizione della fondazione della chiesa.
Prima processione con la statua di santa Fosca (1947)
Cartolina di Borgnano del 1920
Cartolina del 1906 da Borgnano con la chiesa parrocchiale di santa Fosca

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2018

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Dana Sport articoli sportivi
  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato..
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.

Nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la mette sotto un letto, ma la pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce (Lc 8,16)

Gianfranco Ravasi, Cardinale

Siamo chiamati ad essere testimoni e messaggeri della misericordia di Dio, per offrire al mondo luce dove sono le tenebre, speranza dove regna la disperazione, salvezza dove abbonda il peccato.

Francesco, Papa

Il Grest alla festa dell'uva 2019 | Unità Pastorale di Cormòns chiesacormons.it/node/9183

Donpi, mons

Notizie del SIR

Cerca un Sito Cattolico