Facebook icon
YouTube icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Da lunedì 08/04 al giovedì 11/04 si svolgerà a Grado il 44° Convegno nazionale delle Caritas diocesane --- Sabato 13/04 dalle ore 16:00 alle ore 21:00 presso la Basilica di Aquileia si terrà la festa diocesana dei cresimandi --- Sabato 13/04 alle ore 17:45 presso la chiesa di San Leopoldo si terrà l'adorazione eucaristica per le vocazioni di speciale consacrazione --- Domenica 14/04 Festa della famiglia: ore 10:00 celebrazione della S.Messa in Duomo a Cormons e a seguire attività per adulti e bambini presso il Ricreatorio ---

Pellegrinaggio in Terra Santa 2012

Image preview Testimonianza del sig. Soini sul viaggio in Terra Santa:

Dopo tanta attesa finalmente un viaggio in Terra Santa, che non ha disatteso le aspettative, anzi, esaurientemente, abbiamo ammirato le bellezze naturali, artistiche, monumentali ed archeologiche e sciolto molti misteri interreligiosi e della vita civile di quella popolazione.

La visita ai luoghi sacri è stata resa comprensibile ed interessante grazie ad un programma minuzioso e ben articolato che ci ha permesso di ripercorrere tutti i luoghi della vita di Gesù, vedendo e toccando con mano quanto narrato dai Vangeli.

Pellegrini composti ed attenti siamo  stati condotti con grande spiritualità da un pastore, Don Paolo, la cui sicurezza, serenità e dedizione  alla preghiera ci ha fatto dimenticare tutti gli impegni della vita quotidiana ed i timori dei  preannunciati controlli e discipline di quel Paese.                                            La guida Samuele invece, cittadino israeliano, arabo cristiano, ci ha illustrato esaurientemente la parte storica, artistica e la situazione di una forzata convivenza interreligiosa e civile degli abitanti d’ Israele di origine araba, palestinese, ebraica ed africana,  ancora molto lontani da una soluzione per una convivenza pacifica.

Le giornate sono trascorse intensamente, cadenzate dalle Letture fatte sullo stesso luogo citato dal Vangelo, seguite dalle celebrazioni Eucaristiche  che facevano vivere momenti emozionanti di riflessione e commozione e rafforzavano la Parola e la Fede, fino al punto di rivivere il Battesimo e riconfermare il Sacramento del Matrimonio.

Commoventi sono state le visite ai luoghi della casa di Maria e Giuseppe a Nazareth, della nascita di Gesù a Betlemme, del Calvario e del Santo Sepolcro a Gerusalemme dove, sul posto, emozionati, abbiamo potuto proclamare la Parola durante la celebrazione Eucaristica.                                                                             Ripercorrendo la via della Crocifissione si veniva distratti dalla babele dei mercati e confusione dei mercanti  che induceva a fare inutili discussioni e critiche  o ancor peggio inopportuni  giudizi sul modo di vivere di quelle genti; quindi era necessario guardare e pensare oltre ed immedesimarsi negli Eventi misteriosi di allora e comprendere così la situazione attuale di questo Popolo.

Emozionante è stata la visita sul Monte delle Beatitudini dove regna la vita, la tranquillità, la bellezza del posto e la libertà,  dove si respira ancora  la presenza di Gesù che ha infuso con il Suo discorso la speranza per il rispetto del Prossimo. Questo luogo pieno di vita contrastava invece fortemente con la visita fatta sul  monte a Masada, dove per conservare il potere e sottomettere il Prossimo, si era costruita una città strategica inespugnabile in mezzo al deserto, che invece si è rivelata sterile ed è stata distrutta seminando la morte e lasciando il Nulla.

Toccante l’escursione in battello sul lago di Tiberiade dove si riviveva la calma  e la pace dopo la tempesta, come successo a Gesù e agli Apostoli, mentre noi, dopo lo spegnimento dei motori e dei canti goliardici,  ascoltando  le parole del Vangelo si riviveva la pace: cambiava la forma ma non la sostanza; in quel momento di preghiera risuonavano in noi le parole del successore di Pietro, il Santo Padre Giovanni Paolo II : non abbiate paura aprite le porte a Cristo.

 

Galleria di immagini: 
Cliccare sull'immagine per ingrandirla

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2018

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Dana Sport articoli sportivi
  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato.
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.

Stillate, cieli, dall’alto, le nubi facciano piovere il Giusto; si apra la terra e germogli il Salvatore. (Cf. Is 45,8)

Gianfranco Ravasi, Cardinale

Esprimo la mia vicinanza alle popolazioni delle Filippine, colpite da un forte tifone che ha provocato molti morti e distrutto tante abitazioni. Che il Santo Niño porti consolazione e speranza alle famiglie più colpite. #PreghiamoInsieme.

Francesco, Papa

Notizie del SIR

Cerca un Sito Cattolico