Facebook icon
YouTube icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Durante la Quaresima la Via Crucis con i seguenti orari: ogni giovedì a Brazzano alle ore 18:00 nella chiesa di San Rocco, ogni venerdì a Cormons alle ore 15:00 nella Chiesa della Subida, alle ore 17:50 nel Santuario di Rosa Mistica e alle ore 18:30 a Borgnano nella di Santa Fosca --- Durante la Quaresima sarà attiva l'oasi delle ascolto il venerdì dalle ore 09:30 alle ore 11:00 nel Santuario di Rosa Mistica e il sabato dalle ore 17:30 alle ore 18:15 nella chiesa di San Leopoldo --- La Caritas Parrocchiale nell'ambito dell'iniziativa "Una Pasqua per tutti" invita la Comunità a donare un dolce pasquale alle famiglie assistite: questi doni possono essere posti nelle ceste che si trovano in Duomo e nella chiesa di San Leopoldo --- Dal 16 al 22 giugno la Parrocchia di Cormons propone per adulti e famiglie una settimana in montagna a Fusine. Per iscrizioni rivolgersi entro il 17 marzo alla segreteria parrocchiale o alle suore Pastorelle --- Martedì 5 e 12 marzo alle ore 20:30 presso la chiesa parrocchiale San Valentino Martire di Fiumicello si terranno due incontri di formazione per lettori --- Mercoledì 06/03 alle ore 20:15 presso l'oratorio San Michele di via Mazzini 2 a Monfalcone si incontreranno i Consigli Pastorali delle Unità Pastorali --- Venerdì 22/03 alle ore 20:00 a Brazzano Via Crucis cittadina: la celebrazione partirà e si concluderà nella chiesa di San Lorenzo, percorrendo le strade del paese ---

Oggi in questi tempi difficili siamo chiamati a vivere da risorti

Nell'omelia della Veglia Pasquale monsignor Paolo Nutarelli ha detto che questa epidemia “fa venire in mente le tante persone colpite dal virus non sono Veglia di Pasqua 2021riuscite a venirne fuori; penso a chi ha lottato e sta lottando negli ospedali penso a chi, vivendo la via crucis di altre patologie, a causa di questa situazione emergenziale non ha accesso alle cure che in altri tempi avrebbe avuto. C’è poi la conseguenza economica, educativa, relazionale che ci porterà come singoli e come comunità cristiana a trovare strade e percorsi nuovi per riscoprire la solidarietà tra noi”. E in questi tempi la solidarietà non è mancata e lo ha sottolineato don Paolo ringraziando “le tante persone che, in modi diversi e peculiare, hanno dato il loro contributo per aiutare chi è nel bisogno”.
Abbiamo bisogno tutti di questa Luce e la Veglia, che attraverso i suoi simboli e le sue letture ci ha fatto ripercorrere la storia della salvezza, se non cambia miracolosamente la nostra vita, ci indica però un percorso. “Ci ricorda che il calvario è una dimensione della nostra sofferenza – ha detto don Paolo -. Non è l’ultima, perché l’ultima dimensione è la Vita. Il simbolo del cristianesimo è una croce, non perché Gesù è morto in croce, ma perché la sua resurrezione ha dato un senso a quella croce. La Pasqua non è una questione di sentimentalismo - ha proseguito il parroco -, la croce non sparisce e le nostre ferite non scompaiono, ma è l’ottica della Resurrezione che dà loro un senso. La croce di Cristo è il segno della speranza che non delude”.
Ma la resurrezione non è per il domani, è già qui oggi, in questa prima parte della nostra esistenza “è in questo primo tempo del nostro vivere che siamo chiamati a vivere da risorti”. Ma come si vive da risorti? “Significa fare nostro lo stile del Crocifisso - ha suggerito don Paolo - e cioè usare la pazienza, smorzare i litigi, portare avanti piccoli gesti di gentilezza e di attenzione verso gli altri. Vivere da risorti non significa stare zitti di fronte alle piccole o grandi ingiustizie ma portare avanti le proprie idee senza cattiveria. Papa Francesco più volte ci ha chiesto di fare nostro lo stile di Madre Teresa, lo stile della non violenza che non è resa, disimpegno e passività ma un esserci con lo stile di Gesù. Per me oggi dire ‘vivi da risorto’ significa anche sogna, rischia, impegnati per cambiare il mondo, riaccendi i tuoi desideri, contempla il cielo, le stelle, il mondo intorno a te, alzati e diventa ciò che sei. Solo così il mondo, il mio piccolo mondo cambierà”.

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2018

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Dana Sport articoli sportivi
  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato.
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.

Stillate, cieli, dall’alto, le nubi facciano piovere il Giusto; si apra la terra e germogli il Salvatore. (Cf. Is 45,8)

Gianfranco Ravasi, Cardinale

Esprimo la mia vicinanza alle popolazioni delle Filippine, colpite da un forte tifone che ha provocato molti morti e distrutto tante abitazioni. Che il Santo Niño porti consolazione e speranza alle famiglie più colpite. #PreghiamoInsieme.

Francesco, Papa

Notizie del SIR

Cerca un Sito Cattolico