Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Ogni Lunedì ore 20:30 gli appuntamenti serali del Gruppo della Parola saranno unicamente on-line sulla piattaforma Google Meet al seguente link: https://meet.google.com/pys-dnjq-zuu --- Nei giorni di mercoledì e venerdì dalle ore 16:00 alle ore 18:00 e il sabato dalle ore 09:00 alle ore 11:00 riprenderà nelle sale del Ricreatorio l'esperienza formativa di "AiutoCompiti" --- Giovedì 21/01 dalle ore 20:30 l'Azione Cattolica Diocesana propone una serie di incontri online, trasmessi in diretta sui canali social della Diocesi, dal titolo "Una crisi da non sprecare: Orientarsi nel tempo dell'incertezza" ---

Memoria di Suor M. VITTORIANA

Suor M. VITTORIANAMEMORIA diSuor  M. VITTORIANA

della Sacra Famiglia (MENEGUZZI  Girolama)

nata a San Quirino (Pordenone) il 15 dicembre 1921

morta a Cormòns (Gorizia) il 27 gennaio 2017

69 anni di Consacrazione Religiosa

“Signore, che io riabbia la vista!”
“Abbi di nuovo la vista! La tua fede ti ha salvato”. (Luca 18, 41.42)

Non in questa vita, ma nello splendore dei cieli suor Vittoriana ha ricevuto ora dal suo Sposo il dono di poterlo vedere, di contemplare “ciò che occhio non vide…” perché “questo ha preparato Dio per coloro che lo amano”, come affermava san Paolo (1Cor 2,9). Infatti da diversi anni suor Vittoriana era stata colpita da cecità, una prova veramente forte, ma che ella ha saputo accogliere ed offrire come olocausto nella quotidianità della vita.
Era giunta nella nostra Infermeria da Belvedere di Tezze nell’ottobre 2013, dopo 24 anni che si trovava in quella Comunità, tanto ammalata ma fortemente unita a Gesù, aderendo con amore alla sua Volontà. La sua missione apostolica, prima della malattia che l’aveva colpita, si era svolta in diverse opere ospedaliere. Diplomata nella Scuola Infermieri di Gorizia, aveva iniziato il proprio servizio nell’Ospedale di quella città, dove si era dedicata con passione al servizio degli ammalati dal 1947 al 1952. Ammalatasi lei stessa, dovette essere ricoverata per un anno nel Sanatorio di Arco (Trento), dove poté riprendersi presto e quindi dedicarsi alla cura degli ammalati del medesimo Sanatorio. Fu pure a Codroipo, a Pergine Valsugana ed a Roncegno, ove è rimasta dal 1976 al 1989, anno in cui venne accolta a Belvedere, data l’infermità che le impediva di continuare il proprio servizio come  infermiera. Così, dopo un ricovero ospedaliero a Bassano del Grappa, e sempre più bisognosa di aiuto, giunse nella nostra Infermeria.
Venne volentieri all’ombra di Rosa Mistica e fu sempre riconoscente per l’assistenza e le premurose cure che le venivano prestate. Suor Vittoriana è stata una religiosa buona, umile, paziente e amante della propria vocazione, felice di essere tutta del Signore e, nella sua infermità, paziente, senza lamenti, in una offerta e preghiera che si allargava ad ogni necessità della Famiglia religiosa e del mondo intero, vera missionaria orante per il bene della Comunità e di ogni fratello, così come quando nell’attività donava tutta se stessa. Era una suora di fede, abbandonata in Dio, vera figlia del nostro santo Fondatore Padre Luigi, di cui è stata sempre assai devota. Anche tra noi è passata serenamente, nel silenzio, carica di vita interiore e di una grazia che scaturiva dal suo vivere sempre più abbandonata con fiduciosa umiltà al disegno d’amore che Dio aveva su di lei. La sua pazienza e la certezza di fede che ogni cosa rientra nel piano amorevole di Dio, hanno riempito la sua solitudine esteriore, mentre attendeva con vivo desiderio il momento in cui finalmente i propri occhi si sarebbero aperti su quanto di più bello una creatura può desiderare, come ha affermato l’apostolo Giovanni: “Quando il Padre si sarà manifestato, noi saremo simili a lui, perché lo vedremo così come egli è.” (1Gv 3, 2).

La Comunità di Cormòns

Diretta Streaming

 

 

 RadioInsieme 1: Duomo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 2: Rosa Mistica

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 3: Centro Pastorale

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 4: san Leopoldo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

Hai problemi di ascolto ?
Clicca qui.

Accesso utente

 

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2018

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Dana Sport articoli sportivi
  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato.
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.

Nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la mette sotto un letto, ma la pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce (Lc 8,16)

Gianfranco Ravasi, Cardinale

Siamo chiamati ad essere testimoni e messaggeri della misericordia di Dio, per offrire al mondo luce dove sono le tenebre, speranza dove regna la disperazione, salvezza dove abbonda il peccato.

Francesco, Papa

Il Grest alla festa dell'uva 2019 | Unità Pastorale di Cormòns chiesacormons.it/node/9183

Donpi, mons

Notizie del SIR

Cerca un Sito Cattolico