Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Ogni Lunedì ore 20:30 per tutto il mese di novembre gli appuntamenti serali del Gruppo della Parola saranno unicamente on-line sulla piattaforma Google Meet al seguente link: https://meet.google.com/pys-dnjq-zuu --- Ogni venerdì dall'apertura del Santuario di Rosa Mistica (08:30) fino alle ore 11:00 (il terzo sabato del mese in San Leopoldo dalle ore 17:45) viene vissuta la Preghiera Silenziosa di Adorazione per le vocazioni di speciale consacrazione --- Domenica 29/11 vivremo l'iniziativa "Dona una Borsa della Spesa" ---

Memoria di suor M. TamarMEMORIA
di
Suor  M. TAMAR
di Gesù Agonizzante
(Elena  SANT)

nata a Eraclea (Venezia)
il 13 marzo 1925

morta a Trieste
il 14 novembre 2020

76 anni di Consacrazione Religiosa

“Bene, serva buona e fedele,
prendi parte alla gioia del tuo Signore.”
(cfr. Matteo 25, 23)

La fede ci dice che queste parole, pronunciate da Gesù in una delle sue parabole, sono ora rivolte alla cara suor Tamar, che è stata veramente buona e fedele, attenta a trascorrere ogni istante della propria vita in unione allo Sposo, compiendo tutto per suo amore. Una vita lunga, quella della nostra sorella, molto densa nel suo contenuto più bello, espressa nella dedizione incondizionata al prossimo nello scorrere delle sue giornate. Infatti era una persona mite e buona, sempre pronta all’aiuto fraterno, generosa nel sacrificio, disponibile ad offrire la propria collaborazione quando e dove c’era bisogno.

Suor Tamar emise la sua prima Professione Religiosa nel 1944, ma quasi subito si ammalò, per cui dovette trascorrere alcuni anni in cura qui nella nostra Infermeria. Appena ristabilita e recuperate le forze, dopo la frequenza alla Scuola per Infermieri di Gorizia, passò in alcune Comunità sia come aiuto infermiera, sia come assistente ai bambini delle Scuole Materne; fu così presso l’Ospedale Psichiatrico di Pergine Valsugana, nelle Case di Riposo di Predazzo e di Monfalcone; poi nelle Scuole Materne di Soraga, Crosano, Fiera di Primiero, Cusignana, Orzano ed Udine. Ovunque suor Tamar portò il proprio spirito buono, la sua laboriosità, la disposizione volonterosa di adattamento alle situazioni più diverse, il senso pratico che l’aiutò a compiere sempre con diligenza tutto quanto era richiesto dalle varie attività. Operò sempre con amore, espressione di un’anima tutta donata a Dio; cercava di minimizzare le difficoltà che la vita comunitaria a volte può presentare, per fomentare il più possibile l’armonia e la pace.

Arrivò qui a Cormòns nel 1984 e subito fu un’infermiera attenta e solerte per le nostre sorelle ammalate. Poi, secondo le necessità della Comunità, venne occupata in altri settori, per i quali si rese sempre disponibile, sapendo accettare con generosa disinvoltura il passaggio dalla sacrestia ai cucinini dei reparti dell’Infermeria, dal lavoro in lavanderia e stireria alla preparazione delle verdure, sempre volentieri e con il sorriso, segno di un cuore aperto, umile, disinteressato. Cercava rettamente il Signore, mentre concretamente amava la Famiglia Religiosa attraverso la sua filiale obbedienza e la sua dedizione. Una caduta ed il necessario ricovero nell’ospedale di Gorizia, con il trasferimento successivo a quello di Trieste, segnarono questi ultimi giorni. A causa della pandemia in atto, a nessuno era possibile entrare nelle strutture ospedaliere; tuttavia la comunicazione tramite telefono cellulare e l’interessamento quotidiano attraverso il personale dell’ospedale ha favorito il rapporto e l’informazione: il massimo che si poteva raggiungere in questo tempo. Anche le nipoti, sia quelle da Eraclea che suor Rita da Gorizia, si mantenevano sempre informate sul decorso dell’infermità, spiacenti, come noi, di non poter visitare l’ammalata. Ma lo Sposo l’ha visitata e l’ha risanata con l’accoglierla nel suo amplesso e rendendola ora partecipe della sua gioia.

La Comunità di Cormòns 

Diretta Streaming

 

 

 RadioInsieme 1: Duomo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 2: Rosa Mistica

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 3: Centro Pastorale

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 4: san Leopoldo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

Hai problemi di ascolto ?
Clicca qui.

Accesso utente

 

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2018

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Dana Sport articoli sportivi
  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato..
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.

Nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la mette sotto un letto, ma la pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce (Lc 8,16)

Gianfranco Ravasi, Cardinale

Siamo chiamati ad essere testimoni e messaggeri della misericordia di Dio, per offrire al mondo luce dove sono le tenebre, speranza dove regna la disperazione, salvezza dove abbonda il peccato.

Francesco, Papa

Il Grest alla festa dell'uva 2019 | Unità Pastorale di Cormòns chiesacormons.it/node/9183

Donpi, mons

Notizie del SIR

Cerca un Sito Cattolico