Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Ogni lunedì alle ore 20:30 presso la Sala Caminetto del Centro Pastorale "Mons. Trevisan" incontro "Gruppo della Parola" --- Iniziano i percorsi di Catechesi per la Comunione (I e II anno) Dopo Comunione e Cresima --- La domenica sera, una volta al mese inizieranno gli incontri del Gruppo dei ragazzi di I superiore --- Sabato 12/10 presso la Coop di V.le Venezia Giulia in Cormons Raccolta Alimentare a favore della Caritas Parrocchiale --- Domenica 13/10 Festa delle Madonna del Rosario per la Comunità di Dolegna: dalle ore 09:45 alle ore 10:30 XV Rassegna Campanaria; ore 10:30 S.Messa nella Chiesa di San Giuseppe a cui seguirà la Processione ---

Festa di Prima Comunione 2012Domenica 11 maggio 54 bambini dell'Unità Pastorale di Cormòns hanno incontrato per la prima volta Gesù Eucarestia vivendo la loro Festa di Prima Comunione.

Il parroco, mons Paolo Nutarelli, nell'omelia si è rivolto ai bambini comunicandi dicendo che Gesù ha voluto restare sempre con noi donandoci l'Eucarestia. In un pezzo di pane e in un calice di vino noi incontriamo Gesù Risorto. Donpi, come solitamente avviene nelle omelie della Santa Messa delle 10.00, si fa aiutare da immagini che proietta sullo schermo. In questa riflessione è stata proiettata una diapositiva con due immagini: in una Gesù in croce e risorto e nell'altra i calice e il pane. Pane e vino sono due alimenti semplici, ma ricchi di significato: sono frutto della terra, ma anche del lavoro dell'uomo. Dio sceglie l'uomo per portare avanti la sua alleanza con noi. Sia il pane che il vino sono prodotti che nascono mettendo insieme più elementi: servono più chicchi di grano macinati per fare l'impasto, servano più acini d'uva per produrre il vino: solo assieme possiamo fare grandi cose.

Donpi conclude la sua riflessione citando un passo dell'Apocalisse: “Ecco io sto alla porta è busso: se qualcuno ascolta a mia voce e mi apre la porta io entrerò da lui e cenerò con lui, ed egli con me” (Ap. 3,20) Sullo schermo è stato proiettata un icona in cui si vede Gesù che bussa ad un uscio chiuso. Dio non dà spallate per sfondare le porte, ma bussa ad ognuno di noi e noi siamo liberi di aprire o meno. Sta a noi cristiani decidere se accettare la sua visita e il suo invito a partecipare al banchetto Eucaristico.

 La Celebrazione Eucaristica è continuata con l'offertorio, che sostituiva anche le preghiere dei fedeli. All'offertorio i bambini che festeggiavano la loro Prima Comunione hanno portato sull'altare oltre al pane e al vino, anche i libri e l'astuccio di scuola per ringraziare il Signore degli insegnanti e dei catechisti, ma anche per chiedergli l'entusiasmo nello scoprire il mondo. Hanno offerto dei fiori per chiedere a Gesù di far sì che possano sorprendersi sempre della bellezza del creato. I genitori hanno portato all'altare una foto dei loro figli, che si avvicinavano per la prima volta a ricevere la Comunione. Nella foto i loro bambini si stringevano intorno al mondo, perché figli di Dio. Assieme alla foto hanno consegnato le loro offerte a favore del progetto del Centro Giovani Jigi Seme in Burkina dove opera la nostra compaesana Marta Sodano, volontaria in servizio civile del CVCS.

La Festa di Prima Comunione è una festa, non solo dei bambini che si sono accostati per la prima volta per ricevere l'Eucarestia e delle loro famiglie, ma anche per tutte le comunità parrocchiali, perché è una tappa importante dell'iniziazione cristiana di questi ragazzi. La Prima Comunione è una tappa del cammino di crescita di un discepolo: non si fa la catechesi in funzione della Celebrazione di un Sacramento ma la Celebrazione di un Sacramento è una tappa del percorso di vita cristiana. Per questo è fondamentale il ruolo dei genitori, ma per educare i propri figli a vivere la dimensione comunitaria dopo la Prima Comunione, sarebbe bello che i bambini continuassero a “frequentare” la catechesi nelle Associazioni (Acr e Scout) o nel DopoComunione.

Diretta Streaming

 

 

 RadioInsieme 1: Duomo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 2: Rosa Mistica

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 3: Centro Cattolico

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 4: san Leopoldo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

Hai problemi di ascolto ?
Clicca qui.

Accesso utente

 

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2018

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Dana Sport articoli sportivi
  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato..
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.

Nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la mette sotto un letto, ma la pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce (Lc 8,16)

Gianfranco Ravasi, Cardinale

Siamo chiamati ad essere testimoni e messaggeri della misericordia di Dio, per offrire al mondo luce dove sono le tenebre, speranza dove regna la disperazione, salvezza dove abbonda il peccato.

Francesco, Papa

Il Grest alla festa dell'uva 2019 | Unità Pastorale di Cormòns chiesacormons.it/node/9183

Donpi, mons

Notizie del SIR

Cerca un Sito Cattolico