Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Lunedì 21/09 alle ore 20:30 presso il Centro Pastorale "Mons. Trevisan" riparte l'esperienza del Gruppo della Parola --- Lunedì 21/09 dalle ore 15:30 alle ore 17:30, nelle sale del Ricreatorio, riprende l'esperienza "AiutoCompiti" --- Mercoledì 23/09 alle ore 20:30 in Duomo incontro con i giovani che a fine ottobre riceveranno il Sacramento della Cresima --- Giovedì 24/09 alle ore 20:30 in Duomo incontro con i genitori dei bambini di Prima Comunione --- Sabato 26/09 alle ore 18:00 nella Chiesa di San Giuseppe si incontrerà l'Assemblea di Dolegna --- Domenica 27/09 alle ore 10:00 in Ricreatorio all'aperto celebrazione della Prima Comunione --- Domenica 27/09 tutte le Sante Messe saranno celebrate in San Leopoldo in devozione della Madonna del Rosario --- Martedì 29/09 alle ore 20:30 nella Chiesa di Santa Fosca si incontrerà il Consiglio Pastorale di Borgnano --- Domenica 04/10 tutte le Sante messe saranno celebrate in San Leopoldo in devozione della Madonna del Rosario --- Domenica 25/10 alle ore 09:30 e alle ore 11:00 celebrazione delle Cresime ---

Dio si è fatto uomo per salvarci dall'odio, dall'egoismo e dalle paure

Questo primissimo scorcio dell’anno non ha cambiato lo scenario di guerre, attentati, timori e preoccupazioni che ci hanno accompagnato durante il 2016. Un contesto che è riecheggiato anche nell’omelia del parroco Dio si è fatto uomomonsignor Paolo Nutarelli nell’omelia della Notte di Natale. Un’omelia forte, carica di significati, che è bene sottolineare anche a giorni di distanza dell’evento proprio perché la nostra coscienza non dimentichi. “È difficile per me attualizzare la nascita di Gesù - ha affermato il sacerdote -. Sento sentimenti contrastanti. E mi convinco che la bellezza di questa solenne Liturgia, il suo canto, i suoi segni, la contemplazione del Mistero non possono ignorare il contesto, il nostro oggi, non si può far finta di nulla. Nel mondo ma anche nel nostro piccolo, si avverte più la sensazione di paura che di gioia. La cronaca parla di morte, di terrorismo, di bombe. E la paura genera chiusura. Nel mondo si costruiscono muri fisici ma, tra noi, muri morali quali la diffidenza dagli altri, il disinteresse della cosa comune, l’egoismo. si respira aria di delusione.

“Questo è il nostro oggi – ha continuato - non possiamo far finta di niente… ma in questo oggi risuona l’annuncio di Natale- No, non possiamo far finta di niente… Ci diremo Buon Natale ma non possiamo dimenticare le bombe di Aleppo, la sofferenza dei familiari di coloro che, in nome di un dio falso, uccidono e mietono terrore, l’arroganza di chi in nome del dio quattrino calpesta valori, tradizioni e sfrutta le persone”.

Il parroco ha ricordato che “per molti di noi questo è un Natale triste, la mancanza fisica di una persona cara, la lotta con la malattia, una frustrazione che è presente in tante persone a causa del non-lavoro, a causa di piccoli o grandi fallimenti: la fine una relazione, la difficoltà a vivere rapporti in famiglia, sul lavoro”. Non è mancato spazio nell’omelia a fatti di cronaca e da questi trarre spunto per invitare famiglie ed educatori a essere è più vicini ai ragazzi. “L’altro giorno, leggendo il giornale, sono rimasto colpito dalla banda di una decina di minorenni che a Gorizia acquistava droga e la spacciava tra coetanei e ragazzi più piccoli ha affermato don Paolo - Quali insegnamenti stiamo dando come Comunità, come famiglie, come società alle nuove generazioni? Alla tristezza di queste notizie ho invece provato una specie di rabbia verso alcuni genitori che giustificavano la cosa come una bravata. Se costruiamo la vita su ciò che è effimero, sull’immagine, sull’esteriorità si creano vuoti interiori che i più deboli (che spesso sono i preadolescenti) coprono con altro. Desidero ringraziare tutti coloro che svolgono un ruolo educativo nei confronti dei nostri ragazzi: insegnanti, allenatori, dirigenti sportivi, educatori, capi scout, e tutti coloro che sono a contatto con le nuove generazioni: aiutiamoli a non essere superficiali, spingiamoli a lavorare su di sé, insegniamo loro a avere obiettivi, il gusto della ricerca e della conquista di una meta.

C’è ancora speranza? “Dentro questo oggi noi tutti abbiamo bisogno di speranza – ha detto don Paolo - di qualcuno o qualcosa che ci spinga ad alzare lo sguardo oltre le difficoltà, oltre gli ostacoli, oltre la paura. Dentro questo oggi è possibile vivere la speranza. Se voi in questa notte siete qui è perché qualcosa dentro il vostro cuore vi ha spinto, abbiamo bisogno di speranza, di coraggio. Natale è una bella occasione per riprendere in mano la nostra esistenza… Dio si è fatto uomo per salvarci, per condurci a salvezza che è la pienezza della vita. Che la nostra vita, allora, pur segnata dalle difficoltà e talvolta da tanta amarezza, sia comunque e sempre una vita piena, gustosa, luminosa.”

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2018

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Dana Sport articoli sportivi
  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato..
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.

Nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la mette sotto un letto, ma la pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce (Lc 8,16)

Gianfranco Ravasi, Cardinale

Siamo chiamati ad essere testimoni e messaggeri della misericordia di Dio, per offrire al mondo luce dove sono le tenebre, speranza dove regna la disperazione, salvezza dove abbonda il peccato.

Francesco, Papa

Il Grest alla festa dell'uva 2019 | Unità Pastorale di Cormòns chiesacormons.it/node/9183

Donpi, mons

Notizie del SIR

Cerca un Sito Cattolico