Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Nei mesi estivi e fino al 14 settembre ad affiancare i sacerdoti nelle Celebrazioni è giunto in mezzo a noi don Vijayan Joseph --- Venerdì 26/07, Festa dei Nonni --- Fino al 27/07, la sera, presso il Ric, proseguiranno i tornei di Basket, organizzati dall’Alba --- Il Ric Cormons organizza per mercoledì 31/07 una giornata a Gardaland: informazioni e iscrizioni presso l'Ufficio Parrocchiale a Cormons ---

Campo ad Assisi: chi sei Tu e che cosa sono io?

Da mercoledì 19 giugno a domenica 23 giugno 43 giovani di seconda e terza superiore dell'Unità Pastorale di Cormòns, delle Parrocchie Crocefisso di San Damianodi Grado e Sagrado hanno partecipato ad un campo scuola ad Assisi organizzato dall'associazione RicCormòns. I giovani hanno visto i luoghi in cui ha vissuto Francesco e hanno incontrato dei testimoni che affascinati dalla sua vita hanno deciso di imitarlo. La Verna, il Santuario di San Damiano, le Basiliche di San Francesco e Santa Chiara e la Porziuncola sono stati le mete di questi giovani pellegrini sulle orme di San Francesco. C'è stato tempo anche per svagarsi con una meritata escursione alle cascate delle Marmore.

 

 

Un'immagine che li ha seguiti in questo viaggio è stato il Crocefisso di San Damiano, che ha chiesto al giovane Francesco “Va e ripara la mia casa”. Un crocefisso con gli occhi aperti, perché è vivo e risorto. Un dono per tutti noi, nonostante i nostri rifiuti lui ama e non torna indietro. Il cartello che Pilato ha messo sopra la croce INRI può essere letto come “Io non ritorno indietro”. Cinque parole possono sintetizzare il campo. La prima è interiorità: preghiera, ricerca, incontro con se stessi e con Dio. Per vivere questa dimensione l'invito ai giovani è di trovare un adulto di riferimento. La seconda è connessione: mettere in connessione mente e cuore, in altre parole, trovare un equilibrio tra emozione e riflessione. La terza è “sfacciarsi”, anche se il vocabolario italiano non la riconosce come corretta, significa non usare maschere, ma essere se stessi. La quarta è rialzarsi dai fallimenti e dalle sconfitte che sicuramente ognuno sperimenterà. Infine non accontentarsi di una vita mediocre cioè di un'esistenza egoista, ma aspirare alla gioia piena che si trova nel donarsi.

La domanda che è stata chiesta ai giovani di rivolgere al Padre è “chi sei Tu e che cosa sono io?”, le due domande che San Francesco si è posto nel suo cammino vocazionale.

La redazione Web&Voce dell'Unità Pastorale di Cormòns ha voluto intervistare un educatore del campo scuola, Stefano. Prossimamente pubblicheremo anche alcune riflessioni dei giovani pellegrini sulle orme di Francesco.

1) Stefano, quale progetto educativo avete pensato per questo campo?

Il progetto educativo parte dall'idea di servizio che da due anni proponiamo a questi ragazzi. Il servizio inteso non solo come un impegno nella propria comunità, ma come stile di vita: una vita vissuta come servizio al prossimo.

Il campo ad Assisi è una tappa fondamentale per vedere incarnati nei luoghi e nelle persone l'insegnamento e la vita di Francesco.

2) Qual è la verifica del campo?

Per i ragazzi il campo è stata un'esperienza molto intensa vissuta con impegno e fatica, perché la proposta che abbiamo fatto era molto “alta”. Hanno visto molti luoghi e ascoltato molte testimonianze. L'attenzione, l'ascolto e il silenzio non sono azioni semplici per sedicenni e diciassettenni. La risposta che abbiamo avuto da questa proposta impegnativa è stata magnifica. Hanno saputo vivere il campo seriamente e hanno colto la bellezza di ciò che vedevano e ascoltavano. Il campo è riuscito benissimo. Rimane a noi educatori un dubbio: quanto di ciò che hanno scoperto sapranno viverlo durante la loro vita? Per noi educatori l'impegno più grosso e non lasciarli dimenticare ciò che hanno provato durante il campo.

3) Tu sei stata loro educatore anche quando erano più piccoli. Cosa puoi dirci riguardo al loro percorso di crescita?

Questo è un gruppo di ragazzi straordinario, perché hanno una grande disponibilità ed entusiasmo di accogliere le proposte che li venivano offerte, già da quando erano ragazzini. Le attività educative cercavano di farli crescere in uno spirito di amicizia e impegno. Queste proposte educative stanno dando i suoi frutti: alcuni di loro hanno manifestato il desiderio di iniziare un servizio come animatori del GREST e nelle associazioni parrocchiali. Desiderio non comune a tutti i loro coetanei.

In loro ho visto crescere il senso di appartenenza ad una comunità cristiana, la disponibilità ad impegnarsi, la responsabilità e la grande serietà.

Diretta Streaming

 

 

 RadioInsieme 1: Duomo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 2: Rosa Mistica

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 3: Centro Cattolico

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 4: san Leopoldo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

Hai problemi di ascolto ?
Clicca qui.

Accesso utente

 

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2018

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Dana Sport articoli sportivi
  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato..
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.