Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Nei mesi estivi e fino al 14 settembre ad affiancare i sacerdoti nelle Celebrazioni è giunto in mezzo a noi don Vijayan Joseph --- Martedì 16/07, con partenza alle ore 06:15 dalla Stazione dei Treni, inizierà il Pellegrinaggio in Terra Santa --- Fino al 27/07, la sera, presso il Ric, proseguiranno i tornei di Basket, organizzati dall’Alba --- Il Ric Cormons organizza per mercoledì 31/07 una giornata a Gardaland: informazioni e iscrizioni presso l'Ufficio Parrocchiale a Cormons ---

Accordo di 16 comuni per valorizzare il fiume Judrio

Un altro passo in avanti è stato compiuto per valorizzare lo Judrio, questo fiume carico di storia e di bellezze paesaggistiche ma anche per troppi anni fiume Judriodimenticato. I 16 comuni rivieraschi del suo bacino, che appartengono alle province di Udine e Gorizia, hanno siglato un patto per dare il via al progetto che porterà, con un iter che bene precisare non sarà breve, alla stipula del Contratto di fiume. Ciò significa che tutti i Comuni, da Drenchia a Romans cioè dalla sorgente alla foce, dovranno condividere e armonizzare gli interventi a tutela e alla conservazione del fiume.
Questo patto è stato siglato in un incontro svoltosi a Palazzo Locatelli, a Cormons, che è il Comune capofila, presenti l’assessore regionale all’Ambiente Fabio Scoccimarro, il vice presidente del Consorzio di bonifica della pianura isontina Fabio Coser, gli amministratori dei Comuni rivieraschi e rappresentanti dell’Associazione Judrio che da alcuni anni si batte per la tutela e la valorizzazione del fiume. La Regione, che già con la precedente Giunta si era impegnata per la salvaguardia dello Judrio investendo anche dei soldi, ha confermato il suo appoggio, L’assessore Scoccimarro ha sottolineato come tutte le amministrazioni comunali sono portatrici di interessi e quindi c’è la volontà di mettere in sicurezza il fiume e le popolazioni che vi vivono e valorizzarlo sotto il profilo ambientale, turistico e storico.
Come primo passo operativo è stato concordato di dare vita a due tavoli tematici, come ha sottolineata Raffaella Foscolini dell’Associazione Judrio: il primo affronterà la biodiversità e la sicurezza idraulica e il secondo le ricadute turistiche che lo Judrio e i suoi affluenti potranno ricevere dal Contratto di fiume,
Braccio operativo sarà il Consorzio di bonifica della pianura isontina, al quale la Regione ha affidato anche la regia degli interventi sull’asta del fiume, che va da Prepotto a Cormons, Il vicepresidente del Consorzio Fabio Coser ha sottolineato come il Contratto di fiume sia “un progetto partecipato”, ma che vede impegnati non solo gli Enti locali, ma anche cittadini e associazioni civiche che dovranno avere un ruolo di stimolo propositivo per migliore l’ambiente in cui vive il fiume.
Mettere in rete i vari soggetti interessati e fare squadra è la prima risposta positiva per rilanciare un fiume che per secoli ha diviso le genti che abitavano sulle due rive. Oggi il suo primo tratto fa ancora da confine tra Italia e Slovenia, ma è un confine che non ha sbarre, non ha guardie a controllare e la gente è libera di passare in un clima del tutto pacificato. A Cormons è stato siglato il primo e importante passo, al quale dovranno seguire tanti altri perché i propositi diventino realtà e lo Judrio venga valorizzato per le sue tantissime ricchezze ancora poco conosciute. Solo in campo turistico le potenzialità sono enormi: già l’alta valle dello Judrio, quello che va da ponte di Mernico alla sorgente, è già meta di escursionisti amanti della natura perché l’ambiente è ancora incontaminato e il fiume offre scorci paesaggistici di incomparabile bellezze, sentieri per passeggiate a piedi o in mountain bike.
Ma il fiume va valorizzato per l’intero suo corso e per farlo è necessario metterlo in sicurezza anche per salvaguardare popolazioni e territorio. In questi mesi qualche intervento è stato compiuto come la riparazione di alcune roste e la pulitura e messa in sicurezza della roggia di Trussio, che un tempo movimentava le pale del mulino, e che negli anni scorsi per la scarsa manutenzione - stata fonte di esondazioni. E attenzione va tenuta anche perla salubrità delle sue acque in particolare in quel tratto di fiume dove maggiori sono gli insediamenti abitativi e produttivi.

Diretta Streaming

 

 

 RadioInsieme 1: Duomo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 2: Rosa Mistica

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 3: Centro Cattolico

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 4: san Leopoldo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

Hai problemi di ascolto ?
Clicca qui.

Accesso utente

 

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2018

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Dana Sport articoli sportivi
  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato..
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.