Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Domenica 26/07 Santi Gioacchino e Anna, i nonni di Gesù: S.Messa alle ore 11:00 Chiesa di San Giorno a Brazzano e alle ore 18:30 Chiesa della B.V. del Soccorso sul Monte Quarin presieduta da don Piero Facchinetti ---

Vai al sepolcro di Cristo: quella pietra è stata ribaltata. FIDATI di CRISTO

Pubblichiamo alcuni passaggi dell'omelia di mons. Paolo Nutarelli nella Santa Messa del giorno della Pasqua di Risurrezione:

Icona della Resurrezione a Mezzojuso“Il vangelo di Pasqua ci presenta tre figure: Pietro, Giovanni (l'altro discepolo) e Maria Maddalena. Tutti e tre vanno al sepolcro. La Maddalena per prima, gli altri accorrono dopo l'annuncio della donna. Bisogna andare al sepolcro, questo è il primo messaggio della resurrezione. Nel sepolcro tu credi di trovare la morte, la fine, la rottura, il marciume, il buio, invece...

Ecco allora la prima bellissima interpretazione: Il sepolcro è una pietra. Pietra è l'incapacità di provare sentimenti profondi e intensi e così non provare gioia vera dentro di sé. Pietra è la paura di mostrarsi per quello che si è e così far vedere sempre una maschera e una facciata. Pietra è il timore della propria vulnerabilità o del pianto. Pietra è ogni paura che ci attanaglia (paura di parlare, di sbagliare, di dire cose stupide, di fare). Pietra è la sofferenza di chi c'è stato portato via. Pietra è il freddo e la solitudine che ci sentiamo dentro (sentirsi distante da tutti);

Oggi la parola ci dice… vai al sepolcro di Cristo: quella pietra è stata ribaltata. FIDATI di CRISTO

Ci vengono in aiuto stamattina Pietro e Giovanni: corrono entrambi.

Innanzitutto corrono e questo è fondamentale, decisivo. Se tu ti rassegni, se tu ti immobilizzi, se tu ti paralizzi, se tu ti fermi e decidi che non c'è più niente da fare, che non ha più senso vivere, allora non è più possibile nulla. Se tu non vuoi neppure metterti in gioco, allora hai già perso!

Pietro e Giovanni rappresentano due modalità con cui noi ci possiamo avvicinare alla Vita e alla fede. I loro nomi dicono già tutto. Pietro, infatti, Cefa', significa appunto pietra, duro, ostinato. E' colui che vuol capire solo con la testa, con la forza dei principi, che è solo razionalità. Giovanni, che non si nomina mai nel vangelo di Giovanni ma di cui si dice "quello che Gesù amava" (20,2) è, come dice il nome, l'amore, l'intuizione, il sentimento, la parte emotiva, l'interiorità, la vibrazione. La Risurrezione può essere compresa solo partendo dal cuore: l'amore, la vitalità, lo stupore, la fede, la conoscenza di Dio, si percepiscono, si "sentono", si sperimentano. Per fare tutto questo serve il cuore/anima; la mente spiega cos'è successo. La fede in Cristo dobbiamo trasformarla in relazione: allora riusciremo a crescere nella fede. La fede nel Risorto deve farci vivere da Risorti, senza aver paura della morte, di dire la verità… di impegnarsi nel servire l’uomo

Dietrich Bonhoeffer, pastore protestante, nell'aprile del 1945 viene giustiziato dai nazisti. Quando si apre la porta per andare verso la morte dice: "Vado verso la vita". Era un pazzo? No, era un innamorato di Gesù Cristo. Viveva con gusto la sua vita senza paura di morire perché Cristo morendo ci dice che la Vita continua.”

Diretta Streaming

 

 

 RadioInsieme 1: Duomo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 2: Rosa Mistica

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 3: Centro Pastorale

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 4: san Leopoldo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

Hai problemi di ascolto ?
Clicca qui.

Accesso utente

 

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2018

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Dana Sport articoli sportivi
  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato..
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.

Nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la mette sotto un letto, ma la pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce (Lc 8,16)

Gianfranco Ravasi, Cardinale

Siamo chiamati ad essere testimoni e messaggeri della misericordia di Dio, per offrire al mondo luce dove sono le tenebre, speranza dove regna la disperazione, salvezza dove abbonda il peccato.

Francesco, Papa

Il Grest alla festa dell'uva 2019 | Unità Pastorale di Cormòns chiesacormons.it/node/9183

Donpi, mons

Notizie del SIR

Cerca un Sito Cattolico