Facebook icon
YouTube icon
Google+ icon
Twitter icon
Instagram icon
Pinterest icon
e-mail icon
Accesso utente
Mercoledì 20/06 alle ore 16:00 nella cappella al IV piano della casa di riposo "La Classe" incontro sul tema "Uno sguardo che cambia la realtà" --- Giovedì 21/06 alle ore 18:30 nel Santuario di Rosa Mistica S.Messa per la ricorrenza del ventesimo dell'Ordinazione del Diacono Marco Braida --- Giovedì 21/06 alle ore 20:15 presso il Centro Pastorale "Trevisan" incontro dei Consigli Pastorali delle nostre Parrocchie --- Domenica 24/06 alle ore 18:30 nella Chiesa di San Giovanni S.Messa solenne per la ricorrenza della nascita del Battista, l'Eucarestia sarà celebrata da Don Mauro Belletti per la ricorrenza dei suoi 40 di sacerdozio --- Dal 24/06 al 01/07 Campo “Oratoriamo in Montagna N. 2” a Fusine per i ragazzi delle scuole medie + superiori --- Lunedì 25/06 alle ore 20:30 presso la Chiesa di Ruttars concerto di musica classica proposta da "I Solisti di Trieste" --- Mercoledì 27/06 Pellegrinaggio notturno al Santuario di Barbana chi desidera partecipare può dare la sua adesione in Ufficio Parrocchiale a Cormons ---

Condividere la vita con i carcerati, con chi si trova ai margini della società. È questa l’esperienza che da oltre 10 anni sta vivendo padre Mario Picech, gesuita cormonese, nel carcere messicanoPadre Mario Picech di Islas Marias, un’isoletta nell’Oceano Pacifico. E l’ha raccontata in un incontro svoltosi al Centro pastorale “Trevisan” dinanzi a un pubblico folto e interessato. L’occasione è venuta dall’iniziativa di CormonsLibri che, in collaborazione con la libreria Giunti di Villesse, ha donato alla Caritas il 10 per cento dei proventi della vendita dei libri durante l’ultima manifestazione. Così Renzo Furlano, direttore artistico di CormonsLibri, ha voluto che la serata fosse arricchita dalla presenza di padre Mario e dalla sua esperienza fra i detenuti.

Il racconto di padre Mario, a tratti emozionante e accompagnato sempre dal suo largo sorriso, è spaziato dalle condizioni di vita a Islas Marias, isola con un perimetro di 50 chilometri, che da colonia penale e da carcere di massima sicurezza con 12 mila detenuti oggi è diventata prigione federale, destinazione dei narcotrafficanti. E questo è dovuto a una rivolta dei carcerati nel 2013 che ha portato al radicale mutamento del regime detentivo. Ciò ha anche aiutato a un mutamento del rapporto tra i cappellani – con padre Mario ci sono altri due gesuiti – e i detenuti, a una maggiore libertà di azione e di movimento per i sacerdoti. Sono cresciute anche le attività culturali, artistiche, teatrali e sportive ma anche iniziative religiose in occasioni di alcune ricorrenze. E padre Mario ha fatto vedere alcuni video dove i detenuti, uomini e donne, hanno organizzato le Vie crucis o la processione in occasione della festa della Madonna di Guadalupe. “Tutto questo è stato possibile perché direttore e funzionari del carcere - ha detto padre Mario – sanno mettersi in gioco nel rispetto dei ruoli, Non c’è autoritarismo, ma autorevolezza, Gestire un carcere non è facile, ma ho trovato persone oneste e umane”.

“Noi viviamo in mezzo a loro, il nostro è un accompagnamento spirituale – aggiunge padre Mario – Ci si confronta con persone che hanno alle spalle violenze efferate ma il loro cuore, come il cuore degli uomini, non è di pietra. Io non posso giudicare altrimenti non potrei stare lì. Difronte non ho il criminale, ma l’uomo che resta figlio di Dio e quale non possiamo togliere la possibilità di esprimere il bene”. Non pochi detenuti hanno trovato nei cappellani interlocutori che hanno saputo ascoltarli, condividere con loro le giornate. “Ho visto le persone cambiare - annota padre Mario – chiedono di pregare, sono più pazienti, meno impulsivi”. Cambiano anche un giorno fuori dal carcere? Sul funzionamento del reinserimento sociale padre Picech è stato capace di dire ben poco, perché non hanno la possibilità di seguirli una volta lasciata Islas Marias. “Dobbiamo renderci conto che il loro mondo è diverso dal nostro, anche la lettura di fede della vita è in una dimensione che noi in Europa non abbiamo. Il loro è un mondo più impulsivo, ha più slanci ma non continuità. Quello che diamo a loro è un messaggio di amicizia e di condivisione delle loro pene e delle loro amarezze e ci auguriamo che possa essere anche per loro, come lo è per noi, un aiuto ad aprirsi a una lettura diversa della vita”.

Diretta Streaming

 

 

 RadioInsieme 1: Duomo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 2: Rosa Mistica

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 3: Centro Cattolico

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

 RadioInsieme 4: san Leopoldo

Per orari, problemi o approfondimenti clicca qui

 

Hai problemi di ascolto ?
Clicca qui.

Accesso utente

 

Post it

AIUTACI A FARE CENTRO: CON IL 5X1000 PER IL RIC!

5x1000Da quest’anno, con la dichiarazione dei redditi, si può devolvere il 5X1000 in favore del Ric Cormons, che essendo associato a NOI ASSOCIAZIONE, rientra nelle Associazioni di promozione sociale. Basterà indicare nell’apposita casella del riquadro del 5 per mille il CODICE FISCALE del Ric Cormons: 91035880318 e apporre la firma.

Senza spendere un euro in più, si potrà contribuire a sostenere le attività del nostro Ric.

Convenzioni RIC 2018

Se hai la tessera di RIC Cormòns affiliata a NOI ASSOCIAZIONE puoi beneficiare di condizioni particolari presso i seguenti esercizi:

  • Dana Sport articoli sportivi
  • Abbigliamento Melaverde
  • Cartolibreria Vecchiet
  • Cicli Cappello
  • Mediatech Computer
  • Pizzeria "Alla Pergola"
  • Teatro comunale di Cormòns
  • The Space Cinema a Pradamano

Le offerte e le modalità delle convenzioni sono consultabili su questa pagina.

Registrazione utente

La registrazione al sito dell'Unità Pastorale ti permette di accedere ai contenuti riservati alla nostra comunità.
Ti chiediamo di immettere il tuo nome e cognome reale. Ad esempio Mario Rossi.
Questo ci pemette di garantire la tracciabilità e quindi la qualità dei contenuti da parte degli utenti registrati.
L'autorizzazione all'accesso ti verrà comunicata tramite una e-mail inviata all'indirizzo che hai specificato..
Il sistema è stato configurato per respingere attacchi informatici tramite la tecnologia Mollom.

Nessuna informazione immessa verrà resa pubblica.

Da Internet

Proponiamo alcuni contenuti da siti internet consigliati. Mandaci una segnalazione per consigliarci un sito da collegare.